Le migliori VPN per France 2020 – Resta al sicuro online con una VPN francese

Per coloro che vivono in Francia che desiderano eludere la censura e la sorveglianza, una VPN è una risposta facile. Iscrivendosi a un servizio, possono proteggere la loro attività online. Gli utenti VPN ottengono anche altri vantaggi, come l'accesso a contenuti e siti Web con restrizioni geografiche.

Migliore VPN per la Francia - Confronto

Di seguito abbiamo elencato le cinque migliori VPN per la Francia. Tutti questi servizi offrono eccellenti funzionalità di sicurezza, server VPN ad alta velocità in Francia e nel mondo e sono in grado di sbloccare i siti Web attualmente bloccati nella tua posizione. Se desideri ulteriori informazioni su uno qualsiasi dei servizi elencati di seguito, fai clic sul sito Web del provider o consulta le nostre recensioni dettagliate sulla VPN.

  1. CyberGhost VPN

    - è un servizio facile da usare con una vasta gamma di fantastiche funzionalità - 452 server VPN in Francia

  2. ExpressVPN

    - è un servizio veloce ed è estremamente sicuro - ha 3 server in Francia

  3. NordVPN

    - ha alcune fantastiche funzionalità incluse nel servizio come IP dedicato e Tor over VPN - 199 server VPN in Francia

  4. PrivateVPN

    - è un servizio VPN economico che si concentra fortemente sulla privacy - 2 server VPN francesi

  5. IPVanish

    - è un servizio VPN ad alta velocità che possiede quasi tutti i suoi server - 4 server VPN in Francia

Considerazioni sulle VPN in Francia

Ci sono diverse cose che potresti dover tenere a mente quando scegli una VPN per la Francia, abbiamo elencato alcune cose che potrebbero influenzare la tua privacy in Francia.

Fatture e leggi controverse contro la privacy

Nel dicembre 2014, il governo francese ha approvato in silenzio una legge di sorveglianza che consentiva la raccolta di informazioni e documenti elaborati da reti o servizi di comunicazione elettronica, l'elenco dei numeri chiamati e chiamanti, la durata e la tempistica delle comunicazioni.

Mentre il disegno di legge era estremamente controverso, è stato rafforzato da un altro disegno di legge di sorveglianza più invadente nel 2015. Human Rights Watch ha indicato le aree più problematiche del disegno di legge come:

Poteri espansivi per il primo ministro di autorizzare la sorveglianza per scopi ben oltre quelli riconosciuti dal diritto internazionale dei diritti umani; mancanza di significativa supervisione giudiziaria; requisiti per i fornitori di servizi privati ​​di monitorare e analizzare i dati degli utenti e segnalare modelli sospetti; periodi di conservazione prolungati per alcuni dati acquisiti; e poca trasparenza pubblica.

""Sebbene l'obiettivo del disegno di legge sia quello di porre le pratiche di sorveglianza della Francia sotto lo stato di diritto, in realtà usa la legge per rivestire una nuda espansione dei poteri di sorveglianza. La Francia può fare molto meglio di questo, soprattutto se vuole prendere le distanze dalle pratiche di sorveglianza di massa di portata eccessiva e segrete degli Stati Uniti e del Regno Unito che hanno attirato così tante sfide legali."

Il consiglio generale di Human Rights Watch, ha aggiunto Dinah PoKempner

Attacchi terroristici 2015/2016

Il 2015 e il 2016 sono stati anni bui per la Francia. L'inizio del 2015 ha visto le sparatorie di Charlie Hebdo, quando due membri del gruppo terroristico Al-Qaeda sono entrati nell'ufficio del settimanale satirico. Il 7 gennaio hanno ucciso cinque membri del personale e lasciato 11 feriti.

Charlie Hebdo

Questa tragedia è stata seguita dagli attacchi di Parigi del 13 novembre 2015, coordinati dall'ISIL. Hanno coinvolto attentati suicidi e sparatorie di massa in caffè, ristoranti e al teatro Bataclan. Gli attacchi hanno causato 130 morti e hanno lasciato ferite gravemente 368 persone. Fu l'attacco più mortale alla Francia dalla seconda guerra mondiale. Di conseguenza, il paese si trova in uno stato di emergenza prolungato.

Il 2016, purtroppo, ha visto anche la sua parte di tragedia. La sera del 14 luglio un camion merci ha deliberatamente guidato una folla di persone che celebrava il giorno della Bastiglia a Nizza. Di conseguenza, 86 persone sono state uccise e 434 ferite. Anche l'ISIL ha rivendicato la responsabilità di questo attacco, quindi l'estensione dello stato di emergenza del paese al 26 gennaio 2017. La Francia ha anche aumentato gli attacchi aerei sull'ISIL in Siria e Iraq.

Database di biometria PS

Il 30 ottobre 2016 è stato creato in segreto un database illegale contenente i dettagli biometrici di 60 milioni di cittadini francesi. L'enorme database è stato creato dal Partito socialista francese in risposta all'attuale stato di emergenza, soprannominandolo necessario per la sicurezza nazionale. Chiamato "Titoli elettronici sicuri" (TES), contiene i dettagli personali e biometrici di quasi tutti in Francia. Ciò include una foto di viso, impronte digitali, colore degli occhi, peso, indirizzi geografici e indirizzi IP.

Il database viola i limiti sull'uso dei dati biometrici, rendendoli illegali. Ha anche altre gravi implicazioni, come essere utilizzato per la sorveglianza di massa o essere vulnerabile agli hacker e ad altre minacce informatiche.

VPN francese: conclusione

Il governo francese sta usando la minaccia di attacchi terroristici per giustificare leggi di sorveglianza di massa preesistenti, nonché il passaggio di nuove. Peggio ancora, sta creando database illegali (e vulnerabili) delle informazioni dei suoi cittadini. Mentre il governo afferma che è vitale per la sicurezza nazionale, è triste e sorprendente vedere un paese così pro-libertario cadere preda della mentalità che ha così tanti paesi che privano i loro cittadini dei loro diritti fondamentali in nome della sicurezza attraverso la sorveglianza.

Con la sorveglianza del governo ai massimi livelli, i residenti francesi che apprezzano la loro privacy online sarebbero saggi per iscriversi a un provider VPN affidabile. Iscrivendoti a uno dei provider sopra menzionati ti assicurerai di poter svolgere le tue attività online senza doversi preoccupare di chi sta guardando.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me