Come configurare una VPN su Linux: una guida all’installazione di una VPN su Ubuntu, Kali e Mint

Se vuoi configurare la tua VPN con Ubuntu, Kali o Mint, sei nel posto giusto. In questo articolo, è una semplice guida pratica all'installazione di una VPN mediante GUI VPN Linux, Gestore di rete e altri metodi.

Grazie alla sua popolarità, questo articolo si concentra sull'installazione di una VPN su Ubuntu, tuttavia, le stesse istruzioni si applicano a Linux Mint, Debian e Kali (che si basa su Debian) e dovrebbero fornire utili linee guida per gli utenti di altre distribuzioni Linux.

Ulteriori informazioni sulla sicurezza online

Se vuoi sapere di più su come proteggere i tuoi dati, consulta le guide seguenti:

  • Le distro Linux più sicure - In questa guida elenchiamo le due distrobuzioni Linux più sicure là fuori.
  • Crittografia VPN: tutto ciò che devi sapere sulla crittografia VPN da PPTP a OpenVPN.

Installa il software Linux personalizzato di una VPN

Nella maggior parte dei sistemi operativi, il modo più semplice per configurare una VPN è utilizzare il software personalizzato di un provider VPN. Questo vale anche per Linux, ma pochissimi provider VPN offrono un client GUI Linux personalizzato.

In effetti, gli unici provider VPN che conosco per offrire GUI VPN per Linux con l'intera gamma di funzionalità che si trovano in genere nei software Windows e macOS sono AirVPN e Mullvad .

Installa una VPN su Linux Software cliente

Il client "Eddie" di AirVPN supporta una vasta gamma di configurazioni Linux ed è open source.

Il client VPN di Mullvad supporta Ubuntu (Debian), Fedora, Linux Elementary Freya e Arch Linux. È anche open source.

Installa una VPN su Linux

ExpressVPN offre anche un client Linux personalizzato, ma è solo a riga di comando e non è molto completo. È disponibile per Ubuntu, Fedora e Raspbian, ma non è open source.

OpenVPN per Linux tramite NetworkManager

Al di fuori dei client dedicati, probabilmente il modo più semplice per installare e utilizzare OpenVPN sulla maggior parte dei sistemi Linux è tramite il demone NetworkManager.

Vale la pena notare che AirVPN consiglia di non utilizzare NetworkManager "a causa di molteplici problemi critici". Tuttavia, non sono stato in grado di stabilire ulteriori dettagli in merito e la maggior parte delle VPN sembra felice di usarlo.

Installazione di OpenVPN in Ubuntu GNOME

  1. Registra un account con il tuo provider VPN scelto.
  2. Scarica i file di configurazione .ovpn del tuo provider per i server a cui desideri connetterti. Questi possono spesso essere scaricati in batch come file .zip, nel qual caso dovrai decomprimerlo prima dell'uso.

    In passato, NetworkManager non amava i certificati e le chiavi in ​​linea. Per questo motivo, molte VPN consigliano di scaricarle separatamente. Ma questo non sembra più essere necessario.

  3. Scarica e installa i pacchetti Ubuntu OpenVPN per NetworkManager aprendo una finestra Terminale e digitando:

    sudo apt-get install network-manager-openvpn-gnome

  4. Verificare che OpenVPN sia installato correttamente facendo clic sull'icona NetworkManager nella barra di notifica.

    Installazione di una VPN su Ubuntu

    Quindi vai a VPN Off -> Impostazioni VPN -> VPN -> e fai clic sul pulsante +.

    configurare una VPN su Ubuntu

    Nella casella Aggiungi VPN dovresti vedere un'opzione OpenVPN. Se non vedi OpenVPN, riavvia il PC.

    Installa una VPN Ubuntu

  5. Supponendo che visualizzi l'opzione OpenVPN, non fare clic su di essa. Fare clic su "Importa da file ..." invece. Passare al punto in cui sono stati scaricati i file .ovpn e fare doppio clic su uno.

    Configurare una VPN per Ubuntu

  6. Apparirà una casella Aggiungi VPN popolata dalle impostazioni VPN del server. Basta inserire il nome utente e la password e premere "Aggiungi".
  7. La VPN è ora impostata. Sìì! Per avviarlo, vai su NetworkManager -> VPN disattivata -> e seleziona il server a cui desideri connetterti.

    Come installare una VPN Ubuntu

OpenVPN direttamente tramite il Terminale Linux

Secondo AirVPN, l'utilizzo di OpenVPN tramite Linux Terminal è anche più sicuro rispetto all'utilizzo di NetworkManager, anche se non sono stato in grado di confermare in modo indipendente o scoprire i dettagli.

Sfortunatamente, non posso fare una guida generale alla configurazione per questo dato che le specifiche variano troppo a seconda della VPN e del tipo di Linux che usi. La maggior parte dei buoni fornitori, tuttavia, ha guide.

Si noti che se si utilizza OpenVPN direttamente, le richieste DNS non verranno inviate ai server DNS del provider VPN. Le perdite IP possono essere risolte modificando resolvconf per inviare il DNS ai server DNS della tua VPN.

In alternativa, è possibile configurare manualmente il firewall iptables per garantire che tutto il traffico (comprese le richieste DNS) debba passare attraverso il server VPN. Questo, almeno, assicurerà che tutte le richieste DNS siano sottoposte a proxy dalla tua VPN. Funzionerà anche come kill switch.

La documentazione sul sito Web della tua VPN potrebbe fornirti ulteriori indicazioni su questi problemi.

Configurare manualmente VPN per Linux utilizzando PPTP tramite NetworkManager

PPTP non è un protocollo VPN sicuro, quindi ti consigliamo generalmente di evitarlo. NetworkManager viene fornito con il supporto PPTP "pronto all'uso", che può rendere PPTP un'utile soluzione "veloce e sporca" quando la sicurezza non è una priorità.

  1. Vai a Network Manager -> Impostazioni VPN. Fai clic sull'icona + accanto alla casella VPN -> Protocollo di tunneling punto-punto (PPTP)

    configurare una VPN Ubuntu

  2. Inserisci le impostazioni PPTP fornite dalla tua VPN. Si noti che queste impostazioni non sono specifiche di Linux, quindi è possibile utilizzare le impostazioni generiche o quelle fornite per un'altra piattaforma.

    Aggiungi una VPN a Ubuntu Linux

Configurare manualmente VPN per Linux usando L2TP / IPsec

Come inutilizzato nella nostra Guida completa alla crittografia VPN, L2TP è un protocollo di tunneling che non fornisce alcuna crittografia o riservatezza al traffico che lo attraversa, quindi di solito viene implementato con la suite di autenticazione IPsec (L2TP / IPsec).

Come installare L2TP / IPsec per NetworkManager

NetworkManager-l2tp è un plug-in VPN per NetworkManager 1.2+ che include il supporto per L2TP / IPsec.

Per installare, avviare Terminal e immettere i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository ppa: nm-l2tp / network-manager-l2tp

sudo apt-get update

sudo apt-get install network-manager-l2tp

È possibile che ti venga richiesto di installare file binari aggiuntivi (ad es. Per GNOME), nel qual caso andare avanti. Riavvia il PC e L2TP ora dovrebbe essere abilitato in NetworkManager.

Installazione di un PPTP VPN L2TP

L'installazione è molto simile all'utilizzo di PPTP (vedere sopra), tranne per il fatto che sarà necessario inserire alcuni dettagli di autenticazione IPSec aggiuntivi. Ancora una volta, la tua VPN dovrebbe essere in grado di fornire questi e le impostazioni generiche vanno bene.

Impostazione di una VPN L2TP e IPsec

Aggiornamento maggio 2018: al momento esiste un bug in xl2tpd che potrebbe comprometterne l'uso con il protocollo IPSec. Il problema è già stato risolto in Fedora, quindi mi aspetterei che venga presto corretto in Ubuntu e Debian. Si prega di consultare qui per i dettagli e gli ultimi aggiornamenti.

Configura manualmente VPN per Linux usando IKEv2

IKEv2 è un protocollo VPN sicuro e veloce che sta rapidamente guadagnando popolarità con i servizi VPN. È supportato in Linux tramite strongSwan. I pacchetti strongSwan sono disponibili per la maggior parte delle versioni di Linux, oppure è possibile compilarlo da soli.

Come installare IKEv2 per NetworkManager. Puoi costruirlo dal sorgente, oppure gli utenti Debian / Ubuntu possono aprire Terminale ed inserire:

sudo apt-get install network-manager-strongswan

Durante l'uso, il plug-in funziona esattamente come il plug-in L2PT NetworkManager descritto sopra.

Inserisci semplicemente le impostazioni IKEv2 fornite dalla tua VPN (se supporta IKEv2).

VPN IKEv2 per Linux

Come testare una VPN per Linux

Se si utilizza NetworkManager, una piccola icona di blocco della rete nella barra delle notifiche consente di sapere immediatamente che si è connessi.

Come testare una VPN su Linux

Per un'ulteriore conferma che la VPN è connessa e funziona correttamente, è possibile eseguire un test di tenuta IP ...

Controlla la tua VPN per perdite IP

Una volta connesso alla VPN (usando qualunque metodo), è una buona idea controllare se ci sono perdite IP.

Verifica di una VPN Linux per perdite IP

L'esempio sopra mostra un brutto caso di perdite IPv6. Il risultato DNS IPv4 mostra correttamente che sono connesso a un server VPN negli Stati Uniti, ma il sito Web può vedere il mio vero indirizzo IPv6 nel Regno Unito tramite una normale perdita DNS e WebRTC. Fallire!

Per ulteriori informazioni su come rimanere al sicuro con una VPN nel Regno Unito o negli Stati Uniti, consultare le guide seguenti:

  • VPN UK
  • VPN stati uniti

Si noti che per uso privato - [RFCxxxx] IP sono solo IP locali. Non possono essere utilizzati per identificare un individuo o un dispositivo, quindi non costituiscono una perdita di proprietà intellettuale.

Configurazione VPN per Linux: conclusione

Come con la maggior parte delle cose Linux, le cose non sono mai così facili come lo sono su piattaforme più tradizionali. Detto questo, anche gli utenti Debian / Ubuntu inesperti non dovrebbero avere problemi a configurare una VPN usando NetworkManager.

Credito d'immagine: di Profit_Image / Shutterstock.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me