L’ultima guida alla privacy dei social media

Guida alla privacy dei social media


I social media sono parte integrante della vita di oggi, anche se molti di noi cercano di limitare il tempo che trascorrono impegnandosi con esso, è ancora molto incorporato nelle nostre vite. Ecco perché la privacy dei social media è qualcosa a cui tutti dovrebbero prestare molta attenzione. I rischi di non farlo sono grandi, hacker, truffatori, ex-partner, ladri di identità, predatori sessuali, ci sono molte persone che potremmo voler bloccare fuori dalle nostre vite online.

In questa guida alla privacy dei social media, delineeremo i pericoli e forniremo azioni dettagliate per aiutarti a proteggere te stesso e a proteggere i tuoi social media.

Panoramica sulla privacy dei social media

Vale la pena sottolineare che mentre le piattaforme di social media tendono a offrire molte funzionalità per bloccare i profili e migliorare la privacy, raramente attivano tali impostazioni per impostazione predefinita. Ci sono un paio di ragioni per questo...

  • Siti e app sono naturalmente più attraenti e attraenti per i nuovi utenti quando le cose sono semplici.
  • Non è nell'interesse delle società di social media mantenere tutto privato. Più informazioni sono disponibili gratuitamente, più informazioni possono vendere agli inserzionisti.
  • Rendere post e immagini predefiniti per l'accesso "pubblico" significa che è più facile per le persone utilizzare le piattaforme per curiosare nella vita di altri, il che rende queste piattaforme convincenti per molte persone.

Detto questo, le società di social media cercano di mantenere le loro piattaforme il più sicure possibile e tendono a fornire agli utenti una serie di opzioni per dare loro il controllo sulla loro privacy.

Consiglio generale

Password complesse e generatori di password

Password sicure

Nonostante l'ampia copertura stampa di hack, truffe e attacchi informatici, un sondaggio condotto da The Telegraph all'inizio del 2017 ha rivelato che molti utenti di Internet continuano a utilizzare password ridicolmente insicure per i loro account online. Alcune password tra le prime dieci includono 123456, qwerty e password.

Le tue password sono la chiave per i tuoi account online e renderli facili da indovinare ti sta aprendo a tutti i tipi di problemi.

Naturalmente, generare e ricordare password complesse e uniche per ogni singolo account online è più facile a dirsi che a farsi.

Un modo per inventare password lunghe e complesse è utilizzare frasi memorabili personalmente composte da più parole (a volte aggiungendo numeri e punteggiatura se il servizio lo richiede).

È sorprendentemente facile trovare queste frasi casuali individualmente e sono difficili da decifrare dal punto di vista tecnico.

Se non sei mai stato violato prima d'ora, sei stato incredibilmente fortunato perché due terzi degli adulti statunitensi hanno già violato la loro privacy sui social media da un po 'di tempo. Potrebbe essere presto il tuo turno e, se stai usando "123456" o "password" per proteggere le tue informazioni personali, sei in parte responsabile!

Gestori di password

Gestori di password

Successivamente, vediamo come è possibile gestire tutte le password complesse e uniche.

La forma più semplice di un gestore di password è il tipo integrato nei tuoi browser web. Un esempio è il portachiavi iCloud di Apple per lo Smart Locker di Google Chrome. Avrai sicuramente familiarità con questi da quando ti chiedono spesso se desideri che il tuo browser web "salvi la password".

Salvare le password in un browser è conveniente, ma spesso non è sicuro. Se condividi un computer senza un tuo accesso sicuro, è quasi certamente una cattiva idea.

L'uso di un gestore di password basato su browser non sostituisce l'uso di una soluzione di gestione password adeguata e dedicata. Un buon gestore di password ti aiuterà a generare password sicure e a tenerle archiviate in modo sicuro crittografate. Se usato correttamente, questo significa che puoi essere ancora più sicuro creando password uniche separate per tutto senza una memoria sovrumana.

Ecco alcune opzioni che potresti provare:

KeePass

KeePass è un gestore di password open source con funzionalità estese. Tuttavia, non è la cosa più semplice da configurare per le persone non tecnologiche. Tra i lati positivi, è completamente gratuito e lo strumento perfetto se si desidera gestire un numero di password.KeePass

KeePass si integra con tutti i principali browser Web e dispositivi mobili e, poiché è open source, offre l'accesso a una vasta gamma di plug-in extra come il supporto biometrico e l'integrazione per i servizi di backup online.

KeePass è descritto come passaporto sicuro, ed è esattamente quello che è. Anche se il suo approccio tecnico ti scoraggia perché è gratuito, vale la pena fare un test.

LastPass

LastPass è uno dei gestori di password più conosciuti al mondo. È disponibile sia come prodotto gratuito sia come offerta commerciale a basso costo. Il prodotto gratuito ha alcune restrizioni, ma ha ancora molto da offrire. La versione a pagamento aggiunge utili funzioni extra come l'archiviazione online crittografata e il supporto per l'autenticazione a due fattori.

Dove LastPass eccelle davvero è nella sua facilità d'uso. Questo lo rende una scelta eccellente per i principianti. Sfortunatamente, c'è sempre un compromesso tra facilità d'uso e sicurezza, ed è giusto dire che agli esperti di privacy non piacciono alcuni compromessi che l'azienda ha scelto di fare, come fare una funzione di accesso di emergenza per consentire alle persone di riottenere l'accesso al loro account se perdono la password principale.

StickyPassword

StickyPassword è un'altra soluzione di gestione delle password con la scelta di una versione gratuita o premium. Funzionalità come il backup su cloud, la sincronizzazione e il supporto premium, valgono la pena sprecare una piccola tassa sulla versione premium.

StickyPassword offre un eccellente supporto per la scansione delle impronte digitali ed è un'ottima soluzione sia per computer desktop e portatili che per dispositivi mobili. La crittografia è di livello militare e la sincronizzazione Wi-Fi locale mantiene tutto al sicuro.

Mentre un'applicazione per la gestione delle password non è essenziale quando si tratta della privacy dei social media, rende più semplice avere password complesse univoche per ciascun account. Con molte opzioni gratuite disponibili, vale la pena dedicare un po 'di tempo a provarne una.

Autenticazione a due fattori

L'autenticazione a due fattori è un metodo ampiamente utilizzato per rendere più sicuri gli account online. È utilizzato da banche, siti di social media e tutti i tipi di altri servizi online.

Autenticazione a due fattori

È quasi certo che lo usi già in qualche modo. La spiegazione più semplice è che utilizza qualcosa che hai e qualcosa che conosci. Senza entrambe le parti, non è possibile ottenere alcun accesso.

Un'analogia spesso usata per questo è quando si utilizza una carta bancomat presso un bancomat. Il "qualcosa che hai" è la carta e il "qualcosa che conosci" è il codice PIN. Con solo la carta, non è possibile estrarre denaro da una macchina e lo stesso si applicherebbe se si detiene solo il PIN.

Molti siti Web e servizi online utilizzano questo principio per consentirti di aggiungere ulteriore sicurezza ai tuoi account. È importante notare che nel caso dei social media è incoraggiata l'attivazione di questo tipo di verifica in due passaggi, ma generalmente facoltativa. Pertanto, è una funzione semplice e veloce per rafforzare la tua sicurezza che garantisce che nessuno possa hackerare il tuo account indovinando la password. L'implementazione varia su diverse piattaforme di social media...

Facebook TFA

Su Facebook: C'è una gamma di opzioni. Per trovarli, accedi al tuo account, vai su "Impostazioni" a cui si accede tramite la freccia verso il basso in alto a destra della pagina, quindi fai clic su "Sicurezza e accesso". Ora fai clic sul pulsante "Modifica" a destra di " Usa l'autenticazione a due fattori "per accedere a tutte le opzioni.

L'opzione più semplice consente di utilizzare il telefono cellulare come secondo "elemento" nel processo di autenticazione a due fattori. Puoi scegliere di ricevere un messaggio SMS contenente un codice univoco o utilizzare la funzione Generatore di codice (nascosta nell'app mobile di Facebook) per generare un codice quando ne hai bisogno. In entrambi i casi, non è possibile accedere da un luogo nuovo senza la password e il codice.

Facebook offre varie altre opzioni avanzate di verifica in due passaggi, tra cui password una tantum per le app di Facebook su console di gioco e altri dispositivi. Inoltre integrazione con chiavi di sicurezza universali. 2FA è facile da configurare e migliora istantaneamente la privacy dei tuoi social media rendendo molto più difficile per gli hacker accedere al tuo account.

Troverai una guida a tutte le opzioni di Facebook qui.

Twitter TFA

Su Twitter:Le impostazioni sono simili ma meno sofisticate. Il principio è lo stesso; fornisci a Twitter un numero di cellulare e attivi l'autenticazione a due fattori. Questo obbliga Twitter a richiedere un passcode una tantum (inviato via SMS a quel numero) ogni volta che accedi.

Per accedere a questa impostazione dovrai accedere al tuo account su un computer. Il menu delle impostazioni è in alto a destra. Fai clic su "Impostazioni e privacy", quindi seleziona la casella "Verifica richieste di accesso".

Quando lo fai, vale la pena controllare il menu "Mobile" per ricontrollare che hai impostato il numero di cellulare corretto - altrimenti, i tuoi codici di accesso potrebbero essere inviati al numero sbagliato. Se hai problemi a trovare le opzioni o desideri impostare l'autenticazione a due fattori utilizzando l'app mobile di Twitter, c'è una guida qui.

Instagram TFA

Instagram:Qui l'autenticazione in due passaggi è quasi la stessa. Tuttavia, poiché Instagram è principalmente un'app mobile, è necessario implementare la sicurezza aggiuntiva dal telefono.

Apri l'app di Instagram e vai al tuo profilo. Accedi al menu delle impostazioni toccando la ruota dentata "Impostazioni". Tocca "Autenticazione a due fattori" e attiva "Richiedi codice di sicurezza". Ancora una volta, dovrai assicurarti che Instagram abbia il tuo numero di cellulare corretto, oppure potresti rischiare di bloccare il tuo account. Se hai problemi a trovare le opzioni, c'è una guida su come farlo qui.

È inoltre disponibile l'autenticazione a due fattori su Snapchat. Come altre reti, la funzione richiede di ricevere un codice numerico una tantum tramite SMS. Per attivare questa funzione, apri Snapchat sul tuo dispositivo mobile e tocca l'icona Snapchat in alto a sinistra. Quindi, tocca l'icona a forma di ingranaggio "Impostazioni" in alto a destra, seleziona "Verifica accesso" e segui le istruzioni. Puoi anche utilizzare Google Authenticator (ne parleremo più avanti).

Vale la pena dedicare del tempo per attivare l'autenticazione in due passaggi su tutti i tuoi account di social media. Ci vogliono solo un paio di minuti ed è probabilmente il modo più semplice per aumentare significativamente la tua sicurezza.

Privacy di Facebook

Privacy di Facebook

I pericoli di Facebook

I criminali spesso usano Facebook per ottenere informazioni sulla vita e sulla posizione delle persone. Nonostante ciò, gli studi rivelano che una percentuale significativa di utenti non riesce ancora a regolare adeguatamente le proprie impostazioni sulla privacy. Questo è spaventoso considerando che ci sono 270 milioni di account falsi o fraudolenti sulla piattaforma. Quindi quali sono i principali pericoli di Facebook?

Molte persone vogliono condividere foto, stati ed esperienze, con i loro amici e familiari, ma non con il mondo intero. Il pericolo inizia con gli utenti che non riescono a rivedere le proprie impostazioni di sicurezza e scelgono di condividere con un pubblico molto più vasto di quanto sia sicuro farlo.I pericoli di Facebook

Sfortunatamente, i pericoli non riguardano solo le foto condivise. Il semplice numero di account falsi sulla piattaforma mostra quanti criminali circolano su Facebook. Alcuni potrebbero persino posare come amici dopo aver clonato i loro account. Questo è il motivo per cui devi sempre diffidare se ricevi una richiesta di amicizia da qualcuno con cui pensavi di essere già amico.

Le intenzioni degli utenti disonesti variano notevolmente. Alcuni sono ladri che trascinano in rete le persone che sono in vacanza. E, nella parte più oscura dello spettro, vi sono truffatori e predatori sessuali che usano la piattaforma per depredare le persone vulnerabili. Come ho discusso in precedenza nella mia guida alla sicurezza online per i bambini, ci sono alcune statistiche scioccanti che circondano la percentuale di giovani che vengono avvicinati da estranei online e il numero di adolescenti che continuano a incontrare quegli sconosciuti nella vita reale.

I pericoli dei social media sono molto reali, motivo per cui è fondamentale aumentare la privacy dei social media...

Impostazioni sulla privacy di Facebook

Controlliamo quanto è "bloccato" il tuo profilo Facebook. Se non hai mai modificato le tue impostazioni sulla privacy prima, potresti essere sorpreso di scoprire quanto della tua vita è pubblica.Impostazioni sulla privacy di Facebook

Accedi a Facebook sul tuo computer e vai alla pagina del tuo profilo. Fai clic sull'icona "..." (tre punti) in basso a destra nell'immagine dell'intestazione e seleziona "Visualizza come ..." Vedrai il tuo profilo come "Pubblico". Ciò ti consente di vedere tutto ciò che un utente di Facebook casuale farebbe vedere se ti hanno trovato tramite la funzione di ricerca di Facebook.

Se in precedenza hai tentato di bloccare il tuo account, potresti vedere solo l'immagine dell'intestazione e l'immagine del profilo corrente. Tuttavia, è più che probabile che troverai anche alcune foto, commenti e forse persino stati visibili al mondo. In molti casi, ciò che vedi potrebbe scioccarti. Se ti stai chiedendo perché questo è - ci sono molte possibili ragioni. Potresti avere album di foto (come caricamenti di smartphone) in cui le foto sono automaticamente impostate su visualizzazione "pubblica", oppure potresti avere il tuo account impostato in modo tale che altre persone possano pubblicare sulla tua cronologia senza autorizzazione.

Se sei una di quelle persone che nascondono alcune attività di determinati "amici" su Facebook, puoi anche utilizzare l'opzione nella parte superiore di questa schermata per visualizzare il tuo profilo "come" un amico specifico, in modo da poter confermare ciò che vedono.

Grazie a queste informazioni, avrai una buona idea di cosa devi fare per iniziare ad aumentare la privacy dei tuoi social media su Facebook, quindi esaminiamo le impostazioni più importanti.

Le impostazioni sulla privacy e le opzioni degli strumenti

La maggior parte delle impostazioni chiave si trova nelle opzioni "Impostazioni e strumenti per la privacy". Puoi farlo facendo clic sulla piccola freccia verso il basso nell'angolo in alto a destra della pagina Web di Facebook, facendo clic su "Impostazioni" e quindi selezionando "Privacy" sul lato sinistro.Impostazioni e strumenti per la privacy di Facebook

Nelle impostazioni, a destra, puoi selezionare chi può vedere i tuoi post futuri (scegliendo tra "Pubblico", "Amici", "Amici (tranne alcune persone)" e varie altre opzioni personalizzate.) Puoi fare una scelta simile riguardo a chi può contattarti tramite Facebook e chi può cercarti tramite il tuo indirizzo email o numero di telefono.

In realtà è abbastanza facile bloccare la privacy di Facebook. Inizia limitando la visibilità dei post agli amici scelti, limitando le "richieste di amicizia" agli "amici di amici" e limitando chi può guardarti solo agli "amici". Questo ti rende privato quanto è possibile essere su Facebook. Tuttavia, vale la pena notare che non c'è davvero modo di andare "fuori griglia" su Facebook. Se questo è ciò che preferisci, è meglio evitare del tutto la piattaforma.

Avendo cambiato queste cose, potresti pensare di aver finito, ma c'è un altro passo importante. Dopo aver modificato le impostazioni, utilizzare la funzione "Visualizza come ..." sopra descritta per verificare se ci sono ancora alcuni contenuti che possono essere visualizzati pubblicamente. Scoprirai che la modifica di tali impostazioni non ha contribuito a nascondere tutto ciò che hai condiviso pubblicamente in passato.

Per risolvere questo problema, torna alle opzioni "Impostazioni e strumenti per la privacy" e utilizza la funzione "Limita post precedenti", che dovrebbe consentire di impedire al pubblico (o agli "amici di amici") di vedere vecchi post. Ancora una volta, vale la pena controllare di nuovo la funzione "Visualizza come ..." fino a quando non sei soddisfatto di ciò che un membro del pubblico vede quando arriva al tuo profilo. Se necessario, puoi accedere a tutti i singoli post e foto rimanenti e modificarne manualmente la visibilità in base alle tue esigenze. Si noti che, come da questo link, il profilo e l'immagine correnti sono sempre disponibili per la visualizzazione pubblica.

È importante ricordare che rivedere le impostazioni sulla privacy di Facebook non è qualcosa che dovresti considerare come un'attività una tantum. A volte Facebook modifica le impostazioni di privacy predefinite e le rende meno private, quindi vale la pena controllare le impostazioni di volta in volta.

Altre cose da considerare

Ci sono alcune altre impostazioni importanti che vale la pena guardare, ma prima di ciò, vale la pena prendere in considerazione la cancellazione dei tuoi "amici".

Se sei qualcuno con centinaia (o addirittura migliaia) di amici di Facebook, potresti prendere in considerazione la saggezza di rendere la tua amicizia online così facilmente disponibile. Non solo stai potenzialmente condividendo le minuzie della tua vita quotidiana con una vasta cerchia di persone, ma stai anche offrendo a tutti gli amici dei tuoi amici una finestra sulla tua vita. Questo potrebbe non disturbarti, ma è qualcosa a cui pensare. Se vuoi la vera privacy dei social media, dovrebbe iniziare con l'essere protettivo su chi sei disposto a far entrare nella tua "cerchia" online.

Linea temporale e opzioni di tagging

Cronologia e tag di Facebook

Successivamente, vale la pena esaminare le opzioni "Linea temporale e tag", che si trovano sotto le impostazioni sulla privacy nello stesso menu a sinistra.

Qui puoi selezionare chi può pubblicare post nella tua sequenza temporale, se devi rivedere i loro post prima che vengano pubblicati e chi può vederli quando sono attivi. La maggior parte di queste opzioni ha una selezione "solo io" in modo da poter avere il pieno controllo su ciò che viene aggiunto alla tua presenza su Facebook. Queste impostazioni non sono mai predefinite, quindi dovrai giocare con le tue impostazioni per impedire alle persone di aggiungere contenuti imbarazzanti su di te a tua insaputa.

Vale anche la pena guardare le opzioni di "Blocco" per aggiungere persone che non vuoi avvicinarti al tuo profilo Facebook. Se sei mai stato disturbato, molestato o messo a disagio da chiunque su Facebook, aggiungilo sempre alla tua lista bloccata.

Bloccare le tue app

Un'altra importante impostazione di Facebook da guardare è nel menu a sinistra - nella sezione "App".App di Facebook

Come probabilmente saprai, migliaia di app si collegano a Facebook. Molti giochi allettanti, o popolari quiz in stile "quale personaggio dei Simpson sei?", Per esempio.

Il problema con molte di queste app è che richiedono un accesso significativo al tuo account Facebook. Spesso le persone non si rendono conto di quanta privacy stanno compromettendo quando consentono ai giochi di accedere al loro profilo.

Per dare un'occhiata a tutte le app che hanno un certo livello di accesso al tuo account Facebook, guarda nella sezione di destra dello schermo quando accedi al menu "App" in "Impostazioni". Per ciascuna app, può fare clic sulla piccola icona a forma di matita per vedere a quali parti del tuo profilo ha accesso continuo. In molti casi, sarai probabilmente scioccato di scoprirlo.

Il metodo migliore per gestirlo è rimuovere tutte le app che non usi più e vedere quali autorizzazioni concedi a coloro che desideri conservare. Se ritieni che un'app invada inutilmente la tua privacy, allora liberati di essa.

Prendi sempre in seria considerazione il compromesso tra fornire l'accesso di Facebook ad app e giochi e compromettere la tua privacy. Vale davvero la pena condividere tutto ciò che pubblichi con un'azienda senza volto per il gusto di giocare un gioco online per qualche minuto qua e là? Spesso non lo è!

Privacy di Twitter

Privacy di Twitter

I pericoli di Twitter

Twitter è una bestia diversa da Facebook, ma molti pericoli rimangono gli stessi. Quando si tratta di privacy su Twitter, hai una decisione fondamentale da prendere - se rendere i tuoi tweet privati ​​e, quindi, visibili solo alle persone che ti seguono - o twittare pubblicamente e consentire a tutti di seguire il tuo account.

Il punto centrale di Twitter è condividere pensieri e sentimenti con il mondo. Molte persone sono orgogliose del numero di follower che hanno e sono felici quando questo numero aumenta.I pericoli di Twitter

Ciò introduce pericoli simili a quelli presenti su Facebook. Se scegli di twittare i dettagli della tua vacanza e permetti a chiunque di vedere i tuoi tweet, stai potenzialmente pubblicizzando la tua casa vuota per i ladri. In sostanza, più informazioni personali scegli di condividere, più comprometti la tua privacy. Pertanto, se disponi di un account Twitter, è aperto a tutti coloro che devono costantemente emettere giudizi su ciò che sei disposto a rivelare. Ad esempio, potresti voler evitare di condividere la tua città natale sul tuo profilo Twitter.

Un pericolo specifico di Twitter che colpisce costantemente la notizia è il rischio di trolling online, bullismo e comportamento minaccioso. Questo è spesso rivolto a celebrità, politici e altre persone di alto profilo, ma chiunque potrebbe cadere vittima. Un rapporto del 2017 ha rivelato che le donne politiche del Regno Unito hanno ricevuto oltre 25.000 messaggi offensivi in ​​soli sei mesi. Sebbene sia possibile bloccare gli utenti di Twitter, non vi è dubbio che tale comportamento da parte dei troll possa causare notevoli preoccupazioni e stress.

Un altro pericolo si presenta sotto forma di messaggi diretti (DM). Spesso, gli utenti di Twitter possono ricevere messaggi diretti, inclusi collegamenti Web, che portano a siti Web coinvolti in comportamenti criminali come frodi o phishing. Ha senso essere estremamente diffidenti nei confronti dei messaggi diretti di estranei, in particolare quelli con collegamenti che conducono a siti Web sconosciuti.

Impostazioni sulla privacy di Twitter

Prima di iniziare a esplorare i menu delle impostazioni, è importante sottolineare che la chiave della privacy di Twitter risiede nelle tue decisioni personali su cosa condividere. Se il tuo account è aperto a tutti e tu decidi di twittare della tua posizione attuale, ti sveli dove sei a chiunque si preoccupi di scoprirlo e devi decidere se ti senti a tuo agio.Impostazioni sulla privacy di Twitter

Allo stesso modo, se desideri essere coinvolto in discussioni politiche su Twitter (e molte persone lo fanno!) Dipende interamente da te quanto lontano vuoi condividere le tue opinioni. Se tali punti di vista sono abbastanza controversi da provocare forti reazioni da altri utenti di Twitter, potresti aprirti a troll e abusi da parte di persone con opinioni diverse. Certo, è giusto dire che questo tipo di "dibattito" fa parte dell'appello di Twitter.

Scegliere se twittare pubblicamente o privatamente

Come discusso in precedenza, la decisione chiave che devi prendere per quanto riguarda la privacy di Twitter è se desideri un account pubblico o uno che sia "bloccato" ai follower nella tua cerchia.Tweet sulla privacy

Per accedere a questa impostazione, vai al menu "Profilo e impostazioni" su Twitter. È possibile accedervi (sul sito Web di Twitter) tramite un'icona nell'angolo in alto a destra. È anche possibile accedere a queste opzioni tramite l'app mobile di Twitter (vedi maggiori informazioni qui).

Nella sezione "Privacy e sicurezza" troverai un'opzione per "Proteggi i tuoi tweet". Questa opzione NON è selezionata per impostazione predefinita poiché Twitter rende pubblici tutti i tweet a meno che tu non modifichi questa impostazione.

Se decidi di attivare l'opzione "Proteggi i tuoi tweet", i tuoi tweet saranno visibili solo ai follower. E, chiunque sia nuovo che desideri seguirti, deve attendere che tu accetti la sua richiesta. Questo blocca il tuo account solo alle persone che desideri seguirti. È importante notare questo tutti quelli che ti stavano seguendo prima hai attivato l'opzione sarà comunque in grado di vedere i tuoi tweet a meno che tu non scelga di bloccarli (vedi sotto).

Per ulteriori letture, troverai un articolo di Twitter che spiega la differenza tra account pubblici e account protetti qui.

Impostazioni sulla privacy aggiuntive

Sullo stesso menu "Privacy e sicurezza", troverai alcune impostazioni aggiuntive che potresti voler modificare per migliorare la tua privacy.

Un aspetto degno di nota è l'opzione "Tweet con una posizione", che controlla se aggiungi una posizione ai tuoi tweet. Nella maggior parte dei casi, vale la pena disattivarlo a meno che non si desideri pubblicizzare in particolare dove ci si trova. Se in passato hai attivato questa impostazione e decidi di interrompere la condivisione, esiste un'opzione per "Elimina le informazioni sulla posizione" dai tuoi tweet precedenti.

Se stai cercando di mantenere un profilo basso su Twitter e desideri rendere più difficile la ricerca di persone, puoi anche deselezionare le due caselle in questa schermata che consentono alle persone di trovarti utilizzando il tuo indirizzo email e il tuo numero di telefono.

L'opzione "Ricevi messaggi diretti da chiunque" è un'altra che probabilmente vorrai assicurarti che sia deselezionata. Ciò impedirà ai truffatori e ai truffatori di inviarti messaggi diretti che ti invitano a siti Web fraudolenti. Lasciando questo deselezionato, ti assicuri che solo i tuoi follower possano inviarti un messaggio diretto.

Ci sono anche alcune altre opzioni in questa sezione che vale la pena considerare, come non consentire alle persone di taggarti nelle foto e controllare quanto sia facile per le persone aggiungerti agli account del team di Twitter.

Blocco delle persone su Twitter

Se desideri bloccare completamente le persone su Twitter per qualsiasi motivo, ci sono due semplici modi per farlo.Twitter Block People

Il primo metodo è quello di visitare il loro profilo sul sito, fare clic sulla piccola icona "tre punti" in alto a destra e fare clic su "Blocca". Una volta fatto questo, non saranno in grado di inviare messaggi o seguirti . Ci sono maggiori dettagli sulle implicazioni del blocco delle persone su Twitter qui.

Una cosa da ricordare se blocchi qualcuno è quella l'utente bloccato potrebbe comunque vedere i tuoi tweet se hai un profilo pubblico e si disconnettono dal loro account. Se questo è un problema, dovrai considerare se sarebbe meglio passare a un account "protetto", come descritto in precedenza.

Puoi anche bloccare gli utenti mentre navighi su Twitter facendo clic sulla piccola freccia rivolta verso il basso accanto al tweet di qualsiasi persona e selezionando il "Bloccare" opzione da lì.

App collegate a Twitter

Come Facebook, Twitter consente la connettività da una serie di applicazioni di terze parti. Questi vanno dalle app che si collegano alle sezioni dei commenti sui giornali consentendo di "registrarsi con Twitter" - agli strumenti di Twitter e alle app mobili che consentono di pubblicare su Twitter senza utilizzare il sito Web di Twitter o le app ufficiali.App collegate a Twitter

Puoi vedere quali app hanno accesso al tuo account Twitter visitando la sezione "App" nello stesso menu delle impostazioni. Vale la pena dare un'occhiata all'elenco e utilizzare l'opzione "revoca accesso" per qualsiasi app che non riconosci o non usi più.

Quando colleghi un'app a Twitter, scegli quanto accesso ha quell'app. In alcuni casi l'accesso è minimo, ma in altri casi le app hanno il diritto di twittare per tuo conto. quindi, per massimizzare la tua privacy, dovresti ridurre al minimo il numero di app che hanno qualsiasi tipo di accesso.

Alcuni pensieri finali

Modificare le impostazioni di Twitter per migliorare la tua privacy è un lavoro veloce e vale la pena farlo. Mentre ci sei, dovresti anche attivare la "verifica in due passaggi".

Sia che tu scelga di scegliere un account "protetto" completo (una buona idea se desideri mantenere la tua attività su Twitter tra te e un piccolo gruppo di amici e familiari) o semplicemente esercitare un po 'più di controllo su un account pubblico, le opzioni ci sono - rendendo possibile l'uso di Twitter senza compromettere la tua privacy.

Privacy di Instagram

Privacy di Instagram

I pericoli di Instagram

Instagram è un servizio interessante quando si tratta della privacy dei social media perché si potrebbe sostenere che la maggior parte degli utenti è attivamente alla ricerca di visualizzazioni, Mi piace e nuovi follower - in misura ancora maggiore rispetto a Twitter.

Molti utenti aggiungono più hashtag ai loro post su Instagram nella speranza di aumentare la loro portata affinché i loro post vengano visualizzati dal pubblico più vasto possibile. Questo piuttosto vola di fronte al desiderio di privacy! Detto questo, ci sono impostazioni all'interno degli utenti che Instagram possono rivedere. C'è anche la possibilità di bloccare un account Instagram in modo che sia visibile solo ai follower che autorizzi personalmente.I pericoli di Instagram

Quando si tratta dei pericoli di Instagram, è molto simile a Twitter. I pericoli includono il rischio di troll e criminali e il pericolo di rivelare troppe informazioni su di te. Come con gli altri social network, il tuo livello generale di privacy si riduce a ciò che decidi di condividere tanto quanto le impostazioni che selezioni. Passiamo ora a queste impostazioni.

Impostazioni sulla privacy di Instagram

Le impostazioni sulla privacy di Instagram sono accessibili tramite l'app mobile Instagram. Per accedere alle impostazioni, apri l'app di Instagram e tocca la sezione "Profilo" (l'icona piccola persona in basso a destra.) Quindi tocca la piccola icona "ingranaggio" che appare accanto al pulsante "Modifica profilo" per accedere al menu delle impostazioni.

Scelta di un account pubblico o privato

Un account privato su Instagram è esattamente uguale a un account protetto su Twitter. Se opti per un account privato, nessuno sarà in grado di vedere i tuoi contenuti se non li hai approvati come follower. In comune con Twitter, le persone che ti seguono già nel momento in cui cambi il tuo account in privato rimarranno come follower autorizzati a meno che tu non li blocchi. Per passare a un account privato, è sufficiente attivare l'opzione "Account privato" nella parte inferiore della sezione "Account" del menu delle impostazioni.Account privato Instagram

Se scegli un account privato dipende da come desideri utilizzare Instagram. Con un account privato, chiudi chi non autorizzi specificamente. Questo è perfetto se desideri interagire solo con un piccolo gruppo di follower, come familiari e amici. Tuttavia, per molti, questo va contro lo scopo di Instagram. La scelta è tua.

Altre impostazioni sulla privacy in Instagram

Rispetto ad altre reti, non c'è molto che puoi controllare su Instagram quando si tratta di privacy. Tuttavia, ci sono alcune opzioni aggiuntive che potresti prendere in considerazione...

Sicurezza Instagram

Nella sezione "Foto di te" delle impostazioni, puoi controllare se le persone possono aggiungere foto al tuo profilo taggandoti. Se desideri il "potere di veto" su queste foto prima che vengano pubblicate, seleziona l'opzione "Aggiungi manualmente". (Si noti che "Aggiungi automaticamente" è l'impostazione predefinita.)

All'interno di "Impostazioni storia" puoi controllare chi può rispondere alle tue storie quotidiane su Instagram e anche decidere se i tuoi follower possono condividere ulteriormente le tue storie. Questa è un'altra opzione che è consentita per impostazione predefinita che potresti voler disabilitare se desideri migliorare la tua privacy.

Blocco delle persone su Instagram

Il blocco in Instagram funziona in modo molto simile al blocco di Twitter.Utenti bloccati da Instagram

Durante la navigazione del tuo feed Instagram, tocca il nome utente di chiunque desideri bloccare. Questo ti porterà alla loro pagina del profilo. Quindi, tocca la piccola icona "tre punti" in alto a destra del loro profilo e seleziona l'opzione rossa "Blocca".

Ti verrà chiesto di confermare dopo aver bloccato ciascun utente. Puoi anche rivedere il tuo elenco di utenti bloccati nel menu delle impostazioni principali.

Alcuni pensieri finali

Come per Facebook e Twitter, vale la pena attivare la verifica in due passaggi sul tuo account Instagram, indipendentemente da ciò che decidi di fare riguardo alle altre tue impostazioni.

Oltre a ciò, dipende davvero da te come desideri utilizzare Instagram, ma anche se hai intenzione di provare a diventare la prossima star o influencer del marchio Instagram, è ancora possibile migliorare la tua privacy e diventare più sensibile su ciò che sei disposto a condividere.

Privacy di Snapchat

Privacy di Snapchat

Pericoli di Snapchat

Snapchat è un tipo molto diverso di social network, progettato attorno a un tipo più immediato di interazione tra amici, piuttosto che all'idea di costruire una linea temporale di tutta la tua attività storica.

Snapchat si è evoluto rapidamente, essendo iniziato come una piattaforma per i messaggi che si autodistruggerebbero rapidamente dopo essere stati visualizzati. Un sacco di funzioni sono state aggiunte dal lancio e altre sono state aggiunte in ogni momento. Ora è possibile mantenere "storie" attive sulla rete per 24 ore e salvare "scatti" in un'area di archiviazione personale. Tuttavia, il principio di base di Snapchat come social network "impermanente" è ancora valido (qui troverai un ottimo primer su Snapchat e la sua evoluzione in corso).Pericoli di Snapchat

Questa impermanenza di messaggi, unita all'enorme popolarità di Snapchat tra le giovani generazioni, rende Snapchat una piattaforma particolarmente preoccupante per i genitori con bambini che la usano. Il servizio di localizzazione di Snapchat (Snap Map) è particolarmente preoccupante, poiché, se attivato, può rendere difficilmente facile per altri utenti individuare la posizione di qualcuno. Per fortuna, questa funzione è disabilitata per impostazione predefinita, ma se i tuoi bambini usano Snapchat, vale sicuramente la pena controllare che non l'hanno attivata.

I pericoli di Snapchat sono simili a quelli di altri social network, incluso il rischio di bullismo e trolling online. Ciò che lo rende unico è la natura temporanea dei messaggi sulla piattaforma e il fatto che sia così popolare tra i bambini, ma spesso ignorato dalle persone anziane, creando il rischio che gli adolescenti stiano usando qualcosa che i loro genitori non capiscono davvero.

Per questo motivo, può darsi che tu debba controllare le impostazioni sulla privacy per conto dei tuoi figli (se sei un genitore), piuttosto che per il tuo account.

Impostazioni sulla privacy di Snapchat

Le principali impostazioni sulla privacy di Snapchat riguardano chi può vedere ciò che pubblichi. È possibile configurare l'app per rendere tutto ciò che pubblichi visibile a chiunque sulla piattaforma. Per fortuna, le impostazioni predefinite sono piuttosto più restrittive di così. A meno che tu non stia cercando di costruire un marchio personale o di eseguire Snapchat per conto di un'azienda, ci sono pochi motivi per cui dovresti condividere cose così ampiamente.

Per verificare queste impostazioni, tocca l'icona Snapchat nella parte superiore sinistra dell'app. Quindi, tocca l'icona a forma di "impostazioni" in alto a destra. Scorri verso il basso la sezione contrassegnata "Chi può ..."

Snapchat

In questa sezione, puoi controllare chi può vedere i tuoi post o aggiungerti alla rete. Nella maggior parte dei casi, dovrai scegliere "I miei amici" per le opzioni "contattami" e "visualizza la mia storia". A meno che tu non voglia davvero mostrare la tua posizione, è meglio lasciare "Vedi la mia posizione" sull'impostazione "solo io". The Verge descrive le funzionalità di localizzazione di Snapchat la "più grande minaccia alla privacy" della rete, come discusso qui. Quindi, ti preghiamo di pensare molto attentamente prima di attivare questo per un pubblico più ampio. Se decidi di consentire alle persone di vedere la tua posizione, è meglio tenerla a un gruppo selezionato di amici e familiari.

L'ultima funzione di questa sezione è contrassegnata come "guardami in rapida aggiunta". Questo è piuttosto come il modo in cui Facebook suggerisce persone che potresti conoscere. Questo può essere utile per aiutare gli "amici di amici" a trovarti, ma per la massima privacy, è meglio disabilitare questa funzione.

Blocco delle persone in Snapchat

Nei menu delle impostazioni di cui sopra, noterai una sezione "Bloccata", in cui tutti gli utenti che hai scelto di bloccare sulla piattaforma verranno visualizzati in un elenco.

Per bloccare qualcuno su Snapchat, tocca il suo profilo dalla finestra principale dell'app Snapchat. Tocca l'icona “tre linee” in alto a sinistra, quindi seleziona “blocca” dal menu che appare.

Alcuni pensieri finali

Un ulteriore passaggio per ottenere la privacy su Snapchat è astenersi dal consentire all'app di eseguire la scansione dei contatti sul dispositivo per suggerire ulteriori connessioni possibili. Tuttavia, poiché questa impostazione è attivata come parte della configurazione iniziale, è possibile che tu (o tuo figlio) abbiate già permesso che ciò accadesse.

Pertanto, come parte di una pulizia della privacy per Snapchat, vale la pena guardare l'elenco dei contatti (o farlo con tuo figlio) e rimuovere chiunque non dovrebbe esserci.

Infine, come discusso in precedenza nell'articolo, vale la pena attivare la verifica in due passaggi per accedere al tuo account Snapchat per migliorare le possibilità di non essere violato.

Privacy di Google

Privacy di Google

Google è un gigante di Internet, ma non è un social network. Ciononostante, più di un miliardo di persone possiede un account Google o Gmail e, in combinazione con un diffuso uso quotidiano della ricerca di Google, ciò significa che un'enorme percentuale di utenti di Internet consegna quotidianamente enormi quantità di informazioni a Google. Ciò ha inevitabilmente un impatto sulla loro privacy.

Nelle sezioni seguenti, esaminiamo alcuni rischi associati agli account Google e Google e suggeriamo alcune impostazioni che potresti voler rivedere se vuoi riprendere un po 'di controllo.

Rimuovere te stesso dai risultati di ricerca di Google

Ti sei mai cercato su Google? Ciò che trovi dipenderà da quanto sei attivo online e da quanto oscuro sia il tuo nome. Se hai un nome "unico nel suo genere", è probabile che ti trovi nella parte superiore dei risultati della ricerca o vicino a essa. Considerando che, se hai un nome più comune - o condividi un nome con qualcuno con anche una piccola quantità di fama online - potresti dover cercare un po 'più difficile per ritrovarti.

Indipendentemente da ciò, potresti esserti chiesto cosa puoi fare se su Google dovesse succedere qualcosa che ritieni comprometta la tua privacy - qualcosa che avresti preferito rimuovere.Rimozione di Google

Sfortunatamente, non è solo facile come decidere se vuoi qualcosa da Internet e chiedere a Google di rimuoverlo. Nella consulenza ufficiale di Google per la gestione della tua reputazione online, la società suggerisce che il tuo primo punto di riferimento è contattare il proprietario di qualsiasi sito Web su cui si trova il contenuto.

account Google

Tuttavia, se il proprietario del sito Web non può essere d'aiuto, Google è in grado di rimuovere determinate informazioni dai risultati della ricerca (se riesci a convincere l'azienda che il contenuto ti sta causando un vero disagio). Il tipo di contenuto che Google rimuoverà dai risultati di ricerca include elementi come dettagli medici, numeri di ID governativi e immagini offensive. Vedi qui per ulteriori informazioni.

Ci sono due punti da notare qui. Il primo è che mentre Google può rimuovere elementi dai risultati di ricerca, non possono rimuovere i contenuti effettivi in ​​questione dai siti Web reali in cui risiedono. In secondo luogo, come vedrai dalle norme sulla rimozione di Google, ci sono un numero limitato di circostanze in cui la società agirà su una richiesta di rimozione. Nonostante ciò, se ritieni che nei risultati di ricerca di Google non ci siano informazioni su di te che non dovrebbero essere, vale la pena invocare il tuo diritto all'oblio.

Account Google e i loro rischi

Se usi la regolarità di Internet, è probabile che Google possieda molte informazioni che potrebbero potenzialmente avere un impatto negativo sulla tua privacy.

Ai fini di questa guida, ci concentriamo su account Google e account Gmail. Tuttavia, vale anche la pena notare che se si utilizza Google per cercare elementi online, mentre si è connessi a uno dei propri account utilizzando le impostazioni predefinite, è probabile che Google abbia una registrazione lunga e dettagliata della cronologia delle ricerche. Se questo è qualcosa che ti mette a disagio, consulta questa guida per visualizzare ed eliminare la cronologia delle ricerche.Attività di Google

Se usi Gmail, Google Drive e / o Google Apps (in particolare con il browser Chrome), Google è in grado di tracciare molto di ciò che fai online. Quindi, diamo un'occhiata più da vicino ai rischi presentati dagli account Google...

È un fatto ben noto Google ha la capacità di leggere tutti i tuoi messaggi Gmail e i documenti di Google Drive. In effetti, fino a poco tempo fa, Google ha utilizzato il contenuto delle e-mail per indirizzare la pubblicità (uno dei tanti motivi per cui a volte sembra che il tuo browser web ti conosca meglio di quanto tu conosca te stesso!)

Ciò non significa che i dipendenti di Google siano seduti a leggere le tue email, almeno speriamo di no. Tuttavia, la capacità è lì ed è un chiaro rischio per gli individui attenti alla privacy. È stato recentemente confermato che Google può esaminare i documenti archiviati e condivisi in Google Documenti, nonché in Gmail. Apparentemente, è così che Google può sradicare contenuti illegali, ma significa anche che Google non è una piattaforma particolarmente privata per l'archiviazione di documenti online o via email.

Sfortunatamente, non esiste un modo semplice per rendere questi servizi Google più privati ​​e sicuri. Dipende da quanto ti fidi dell'azienda e quanto ti senti a tuo agio con i sacrifici sulla privacy che devi fare. Se preferisci abbandonare Gmail, non esitare a leggere la nostra guida per servizi di posta elettronica privati ​​e sicuri.

Google Authenticator

Google offre una serie di opzioni per eseguire l'autenticazione a doppio fattore su Gmail, account Google e altri servizi online. 2FA può essere configurato utilizzando i messaggi SMS, stampando i codici per quando il telefono non è disponibile, utilizzando le chiavi di sicurezza USB o facendo uso di una pratica app chiamata Google Authenticator.Google Authenticator

Google Authenticator è un'app per dispositivi mobili che crea e aggiorna continuamente codici di accesso unici. Puoi trovare informazioni al riguardo qui. Puoi usarlo come secondo passaggio per accedere a Google e a numerosi account online.

Se utilizzi molti siti Web che richiedono un accesso e consenti l'autenticazione a due fattori, Google Authenticator può essere estremamente utile per una maggiore sicurezza. Per usarlo, gli utenti inseriscono il loro solito nome utente e password, quindi fanno semplicemente riferimento al proprio telefono o tablet per l'ultimo passcode una tantum. È davvero facile da configurare, richiede semplicemente la scansione di un codice a barre per ogni sito a cui si desidera collegarlo.

Non è essenziale utilizzarlo per il tuo account Gmail, ma è un ottimo modo per migliorare la tua sicurezza sulla piattaforma. e molti altri, come i prodotti finanziari, che spesso supportano Google Authenticator.

Conclusione sulla privacy dei social media

I social media e la privacy non sono compagni di letto naturali. Le informazioni contenute in questa guida sono progettate per aiutarti a scendere a compromessi consapevoli della privacy pur rimanendo connesso socialmente. Non ci vuole molto a seguire i passaggi di ciascuna piattaforma, il che significa che puoi migliorare rapidamente la tua privacy online. Tuttavia, ricorda che questo è un processo a cui vale la pena tornare periodicamente per garantire che le tue impostazioni siano sufficientemente strette.

Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me