Panoramica sulla politica sulla privacy di Google Analytics

Google Analytics è un potente strumento che consente ai proprietari di siti Web di monitorare e analizzare il traffico verso i loro siti Web. È comprensibilmente popolare, poiché fornisce molte informazioni su come i visitatori interagiscono con i siti Web. Ciò consente ai proprietari di siti Web di migliorare il design dei loro siti Web, il che, ovviamente, aiuta a migliorare i profitti.

Naturalmente, tutto questo monitoraggio dei visitatori del sito Web ha importanti implicazioni sulla privacy. C'è stato un tempo in cui Google ha pubblicato una semplice Informativa sulla privacy di Google Analytics, ma questa è stata ora inserita nella sua Informativa sulla privacy generale o è distribuita su un numero di pagine pesanti.

Ciò serve principalmente a nascondere il fatto che Google ha drasticamente ridotto il numero di garanzie sulla privacy disponibili per i visitatori del sito Web.

Google Analytics è il servizio di statistiche di siti Web più popolare al mondo, utilizzato sul 55 percento dei 10.000 siti Web più popolari. Questa ubiquità aggrava notevolmente il pericolo che Google Analytics pone alla privacy dei normali utenti di Internet.

Quindi quali sono questi pericoli? Esistono, in effetti, due questioni distinte da considerare qui: la minaccia alla privacy rappresentata direttamente da Google e la minaccia alla privacy rappresentata dai clienti di Google Analytics (proprietari di siti Web).

Cosa raccoglie Google

Il modello di business di Google è quello di raccogliere quante più informazioni personali su ogni utente di Internet possibile, al fine di vendere pubblicità altamente mirata. È molto bravo in questo.

In generale, Google combina tutte le informazioni che raccoglie dagli utenti dei suoi servizi (inclusi i contenuti delle e-mail inviate tramite Gmail e i termini di ricerca) con le informazioni raccolte dal monitoraggio degli utenti di Internet mentre navigano sul Web. Ciò è chiaramente indicato nella sua Informativa sulla privacy.

In teoria, i Termini di servizio di Google Analytics richiedono che i clienti accettino di non inviare a Google informazioni che possano identificare personalmente i propri utenti. Questa è una clausola utile per uscire da Google. Mette la responsabilità di mantenere la privacy dei visitatori del sito Web nelle mani del proprio cliente, piuttosto che di Google stesso.

In pratica, Google fornisce strumenti che consentono ai clienti di inviare informazioni di identificazione personale.

Infatti, i clienti devono impostare manualmente i parametri necessari per rendere anonime le informazioni inviate a Google. Inoltre, nonostante il fatto che i clienti siano contrattualmente tenuti a non inviare a Google tali informazioni, questi parametri sono chiaramente etichettati come "Opzionali"!

Non sorprende che pochi clienti di Google Analytics si preoccupino di anonimizzare le informazioni che inviano. Come nota a margine, i clienti di Google Analytics sono tenuti a visualizzare una politica sulla privacy sul loro sito Web che avverte gli utenti che Google Analytics viene utilizzato per seguirli. Ancora una volta, tuttavia, questo è ampiamente ignorato.

Cosa sanno i clienti di Google Analytics

Biscotti

Google Analytics utilizza principalmente cookie in prima persona e "tecnologie simili" per consentire ai proprietari di siti Web di monitorare ciò che i loro utenti ottengono su Internet. Si noti che questo non è solo ciò che si alzano sui propri siti Web, ma anche su altri siti Web visitati dai loro utenti. Biscotti

Praticamente ogni sito web che visiti lascia i cookie sul tuo browser. Queste sono piccole parti di codice che registrano quando hai visitato quel sito Web, quali pagine hai guardato, quali link e annunci su cui hai fatto clic e altro ancora.

Google Analytics fornisce strumenti che consentono ai clienti di accedere a questi cookie al fine di tracciare il modo in cui hai interagito con i propri siti Web e altri. Ciò può essere particolarmente invasivo se combinato con la sua funzione di remarketing di AdWords. Ciò consente ai proprietari di siti Web di indirizzare i visitatori con annunci pubblicitari dopo aver lasciato i loro siti Web.

Il cookie principale utilizzato da Google Analytics, il cookie "__ga", non raccoglie informazioni di identificazione personale. Google è molto bravo, tuttavia, nel correlare le informazioni raccolte utilizzandolo e cookie simili con identità del mondo reale.

Grazie ai problemi di privacy associati all'uso dei cookie, l'UE richiede legalmente dei siti Web per offrire ai cittadini dell'UE la possibilità di rinunciare all'accettazione dei cookie. Questo requisito è di solito ignorato dalle società extra UE. Anche quando viene implementato, agli utenti viene generalmente lasciata la scelta netta di accettare i cookie o di non accedere affatto a un sito Web.

È importante notare il bit "tecnologie simili" che ho citato in precedenza. Google utilizza anche il fingerprinting canvas, JavaScript (ad esempio analytics.js), il protocollo di misurazione e altre tecniche per raccogliere dati di interazione dell'utente senza la necessità di cookie.

Il protocollo di misurazione

Il protocollo di misurazione di Google Analytics consente ai proprietari di siti Web di effettuare richieste HTTP e di inviare i dati grezzi raccolti da questi a Google per l'analisi. Gli sviluppatori di siti Web possono impostare i parametri di queste richieste HTTP per raccogliere una grande quantità di informazioni altamente personali sui propri utenti.

Ciò include elementi come il tuo indirizzo IP, il tuo ID utente "anonimo" (utilizzato per tenere traccia del coinvolgimento tra sessioni e dispositivi) e informazioni raccolte utilizzando vari parametri di fingerprinting del browser che possono identificarti in modo univoco (vedi Parametri di informazioni di sistema)..

Come notato in precedenza, l'onere è interamente sui singoli proprietari di siti Web di rendere anonime queste informazioni prima di inviarle a Google. I parametri di anonimizzazione (come Anonymize IP) sono etichettati come facoltativi e non sono abilitati per impostazione predefinita.

Per darti un'idea di quanto possa essere invasivo il protocollo di misurazione, uno dei suoi vantaggi dichiarati è che può "legare online al comportamento offline".

Rinuncia

Al fine di dissipare le preoccupazioni sulla privacy, Google offre due strumenti di opt-out.

Controlli sulla privacy

I controlli sulla privacy per uso generale di Google sono disponibili per tutti i possessori di account Google. Possono essere utilizzati per limitare la quantità di informazioni che Google raccoglie su di te e impedire che utilizzino le informazioni raccolte per indirizzarti con annunci personalizzati.

Controlli sulla privacy

Ancora più importante, i controlli sulla privacy consentono di dire a Google di disattivare la cronologia di Google. Ciò significa che le ricerche effettuate, i dati sulla posizione raccolti dal tuo dispositivo mobile, i video di YouTube che guardi e altro ancora, non vengono più registrati da Google.

Google smette davvero di registrare queste informazioni? Chissà? Ma smetterà di utilizzare queste informazioni per creare un profilo dettagliato di te che viene combinato con le informazioni raccolte da Google Analytics.

Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics

Gli utenti del browser Google Chrome (solo) possono installare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics. Questo "impedisce a JavaScript di Google Analytics (ga.js, analytics.js e dc.js) in esecuzione su siti Web di condividere informazioni con Google Analytics sull'attività di visita".

Opzioni di opt-out di terze parti

Puoi anche prendere in mano la situazione, piuttosto che affidare la tua privacy a Google. Mozilla Firefox è un browser open source che supporta alcune grandi estensioni per la privacy. Ciò bloccherà molte delle tecniche che i clienti di Google Analytics possono utilizzare per rintracciarti.

Tra le più importanti di queste estensioni ci sono:

  • Tasso di segretezza è un componente aggiuntivo anti-tracking gratuito e open source (FOSS) sviluppato da Electronic Frontier Foundation (EFF). Fa anche il doppio dovere come blocco degli annunci ed è efficace contro Google Analytics (e altri tracker)
  • uBlock Origine è un blocco annunci FOSS leggero che aiuta anche a prevenire il tracciamento. Il consueto consiglio è di utilizzare uBlock Origin e Privacy Badger insieme.
  • Umatrix è sviluppato dallo stesso team di uBlockOrigin e blocca tutti i tipi di script Web. Ciò include gli script Java e altri script utilizzati da Google Analytics. Se si utilizza uMatrix non è inoltre necessario eseguire Privacy Badger e uBlock Origin. Vale la pena notare che NoScript è persino più potente di uMatrix, ma per la maggior parte delle persone il fastidio di usarlo supererà i vantaggi.
  • Cookie autodistruggenti - la maggior parte dei browser consente di specificare che tutti i cookie devono essere bloccati. Il problema è che questo romperà la maggior parte dei siti Web! I cookie autodistruggenti risolvono questo problema accettando temporaneamente i cookie, in modo da poter utilizzare il sito Web. Quando lasci il sito Web, tuttavia, li elimina. Fornisce inoltre protezione contro l'archiviazione HTML5 e altre tattiche di tracciamento subdole utilizzate da Google Analytics.

Riepilogo della panoramica sulla privacy di Google Analytics

Il desiderio dei proprietari di siti Web di tracciare il coinvolgimento degli utenti è abbastanza comprensibile ed è spesso perfettamente benigno. Come visitatore del sito Web, tuttavia, dovresti essere consapevole che la tua attività viene monitorata e analizzata. Questo viene eseguito non solo da un proprietario specifico del sito Web, ma attraverso molti siti Web.

In effetti, è anche possibile per i proprietari di siti Web associare le informazioni raccolte in questo modo al comportamento offline.

Gran parte delle informazioni raccolte da Google Analytics vengono inviate anche a Google. Ciò è necessario, in quanto Google fa il duro lavoro per il bit di "analisi". In teoria, tutte le informazioni inviate a Google in questo modo sono anonime. Non è sicuro, tuttavia, presumere che sia così.

Dovresti anche essere consapevole del fatto che anche quando i dati inviati vengono privati ​​delle informazioni di identificazione personale, Google è molto bravo a abbinarli ad altri set di dati raccolti che raccoglie al fine di legarli alle identità del mondo reale.

Crediti immagine:
Foto di copertina: fatmawati achmad zaenuri // Shutterstock.
Biscotti: Oleg Vyshnevskyy // Shutterstock
Panoramica sulla privacy: Black Jack // Shutterstock
Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me