Piccolo libro nero di famigerati informatori

Relatori e informatori spesso danno forma alla storia contemporaneamente all'opinione polarizzante. Famosi informatori

Alcune persone vedono questi individui come eroi e martiri alla loro causa.

Altri (in particolare quelli legati alle organizzazioni legate alle rivelazioni del leaker) spesso li vedono come traditori e criminali.

L'informatore che viene in mente per la prima volta per molte persone è Edward Snowden. Le sue fughe riguardo alla National Security Agency degli Stati Uniti hanno aperto gli occhi del mondo al livello di sorveglianza in atto in atto in tutto il mondo. Nel frattempo, le sue azioni lo hanno trasformato in un fuggitivo del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che attualmente si ritiene vivesse in esilio da qualche parte in Russia.

Ma Snowden non è stato il primo (in) famoso leaker, e probabilmente non sarà l'ultimo. Si dice che le denunce risalgano al settimo secolo quando il re Wihtred del Kent offrì un "tangente" a chiunque voglia informare sui concittadini che lavorano illegalmente durante il sabato.

Un po 'più di recente, Benjamin Franklin è diventato "Il primo informatore americano," quando passò con lettere confidenziali nel 1772. Queste lettere furono alla fine viste da molte più persone di quanto Franklin avesse mai pensato. Questo, a sua volta, scatenò una vasta catena di eventi che lasciarono Franklin, precedentemente neutrale, impegnato nell'indipendenza americana.

Al momento in cui scrivo, il presidente degli Stati Uniti Trump sta combattendo una battaglia in corso con i leakers. Molti credono che il suo "taglia unica" la condanna dei leaker non affronta il fatto che mentre alcune perdite compromettono la sicurezza e meritano la condanna, altre lo sono "salutare, (o) persino vitale." Dal 1989, ci sono state leggi federali in atto per proteggere gli informatori negli Stati Uniti.

Qualunque sia la tua posizione personale sugli informatori, le storie associate rendono la lettura affascinante e hanno fatto ondate significative in tutta la società e la politica. Questo "piccolo libro nero" esplora alcune perdite più interessanti ed emozionanti nella storia moderna.

  • Edward Snowden
  • Julian Assange
  • William Mark Felt
  • Chelsea (Bradley) Manning
  • Daniel Ellsberg
  • Mordechai Vanunu
  • Coleen Rowley
  • Mark Whitacre
  • Jeffrey Wigand

Torna in cima

Edward Snowden

Oggetto di numerosi libri e documentari, nonché di un film di Hollywood che porta il suo nome, Edward Snowden è probabilmente il più famoso informatore degli ultimi tempi. Le sue perdite hanno aperto gli occhi al mondo su come Orwellian sia diventato il moderno panorama della sorveglianza. Snowden è un eroe per i libertari ma un traditore per quelli con una mentalità diversa - proprio come molti altri leaker in questa lista.

Edward Snowden

Nei primi anni

Edward Snowden è nato nel 1983. Generazioni della sua famiglia avevano lavorato in qualche modo per il governo degli Stati Uniti, con suo padre e suo nonno che occupavano posizioni con la guardia costiera americana, sua madre che lavorava al tribunale distrettuale del Maryland e sua sorella impiegata come avvocato nel centro giudiziario federale di Washington.

Il nonno di Snowden, Edward Barrett, passò dalla guardia costiera a lavorare con l'FBI e fu di stanza al Pentagono durante gli attacchi terroristici dell'11 settembre del 2001.

Un individuo di un'intelligenza prodigiosa, secondo quanto riferito Snowden ha avuto il suo QI testato più di una volta, con risultati superiori a 145 ogni volta.

Un episodio prolungato di mononucleosi (mono) ha portato Snowden a perdere i suoi ultimi mesi di scuola superiore, che non ha mai completato. Tuttavia, ha frequentato il college della comunità e completato il test GED, che è un'alternativa al completamento di una tradizionale istruzione scolastica degli Stati Uniti. Alcuni rapporti suggeriscono che ha conseguito un Master in sicurezza informatica nel 2011, concesso dall'Università di Liverpool nel Regno Unito, nonostante non abbia mai completato una laurea. Tuttavia, rapporti contrastanti suggeriscono che in realtà non ha completato quegli studi.

Durante la tarda adolescenza e i primi anni venti di Snowden, sviluppò un interesse significativo per la cultura orientale e studiò sia il giapponese che il cinese mandarino. Era anche interessato alle arti marziali e agli anime, e uno dei suoi primi lavori era con una compagnia di anime con una presenza negli Stati Uniti.

carriera

Snowden si arruolò nell'esercito americano all'età di 20 anni e sperava di essere coinvolto nella guerra in Iraq come agente delle forze speciali. Tuttavia, questa carriera è stata di breve durata quando non ha completato l'allenamento dopo aver rotto entrambe le gambe in un incidente. Il tempo tra il suo arruolamento e la dimissione è stato di poco più di quattro mesi. Edward Snowden: forze speciali del film

L'anno seguente, Snowden ha assunto un altro ruolo di breve durata come a "specialista della sicurezza" presso un centro di ricerca linguistica sponsorizzato dalla NSA presso l'Università del Maryland. I rapporti suggeriscono che questa è stata la prima incursione di Snowden in a "segretissimo" Struttura americana, e lui stesso si è riferito ad essa come tale in un'intervista a Wired nel 2014. Mentre la struttura non era ufficialmente "classificato," apparentemente lo era "pesantemente custodito," e Snowden ha dovuto sottoporsi a un test per rivelatori di bugie e un controllo dei precedenti per lavorare lì. Secondo Wikipedia, Snowden ha ricoperto questo ruolo per "meno di un anno."

Nel 2006, Snowden ha partecipato a una fiera del lavoro, che gli ha offerto un lavoro dalla CIA. Fu assegnato al loro quartier generale a Langley, in Virginia, nella divisione comunicazioni globali.

Dopo essere stato scelto come a "procedura guidata per computer" (Le stesse parole di Snowden), ha trascorso sei mesi a studiare a "segreto" Scuola della CIA per esperti di tecnologia.

Circa un anno dopo essersi unito alla CIA, Snowden ottenne l'immunità diplomatica e si trasferì in Svizzera, dove gli fu assegnato un ruolo nella sicurezza della rete, nonché un appartamento vicino al Lago di Ginevra. I rapporti suggeriscono che Snowden è stato visto come uno dei massimi esperti di sicurezza informatica e "raccolto a mano" dalla CIA.

Snowden avrebbe continuato a discutere alcune delle sue esperienze in Svizzera, durante gli anni che ha descritto come "formativo." Si è dimesso dalla CIA dopo tre anni, nel febbraio 2009.

Il prossimo ruolo lavorativo di Snowden è stato come appaltatore per Dell. Anche se questo potrebbe sembrare un passo indietro rispetto alla CIA, stava lavorando in un settore simile, poiché era stato assegnato alla base aerea di Yokota vicino a Tokyo, in Giappone, lavorando presso una struttura della National Security Agency.

Logo NSA

Qui, è passato da un ruolo tecnico, aggiornando i sistemi NSA, a una posizione che ha descritto "stratega informatico" nel suo CV. Ha lavorato in varie località, prima di tornare nel Maryland, dove aveva trascorso gran parte della sua infanzia. Lavorando ancora per Dell, ha iniziato a lavorare di nuovo con la CIA come a "capo tecnologo." È opinione diffusa che sia stato in questo periodo che Snowden ha iniziato a scaricare alcuni documenti relativi alla sorveglianza del governo che avrebbe continuato a perdere.

Circa un anno dopo, Snowden fu assegnato all'NSA "ufficio di condivisione delle informazioni" alle Hawaii. Questa è una struttura che si pensa principalmente sia coinvolta nel monitoraggio delle comunicazioni della Corea del Nord e della Cina. Per gran parte del tempo trascorso da Snowden, è rimasto un dipendente Dell, ma alla fine ha lavorato per una società di consulenza chiamata Booz Allen Hamilton, dopo aver lasciato il suo ruolo con Dell nel marzo 2013.

Snowden ha descritto questo passaggio come il suo "punto di rottura" personale, che ha raggiunto quando ha dichiarato di aver assistito al fatto che James Clapper, il direttore dell'intelligence nazionale, giace sotto giuramento al Congresso.

Solo tre mesi dopo, Snowden fuggì dagli Stati Uniti per Hong Kong, poco prima della pubblicazione dei suoi primi documenti trapelati. C'è un ampio dibattito su cosa stesse succedendo esattamente negli ultimi mesi del lavoro di Snowden all'interno della NSA.

Secondo Wikipedia, Snowden ha definito il suo lavoro come quello di un "analista di infrastrutture" che era lì per cercare modi per entrare in reti e sistemi telefonici. L'NSA ha sostenuto che era un semplice "amministratore di sistema". Inoltre, ci sono stati suggerimenti che ha sfruttato questo ruolo per indurre gli altri dipendenti a rivelare le loro password di sistema e inferenze che ha assunto la posizione con Booz Allen Hamilton specificatamente per metterlo in una posizione in cui potesse accedere a più informazioni per perdere.

Le perdite

Prima di passare al dettaglio delle perdite di Snowden, vale la pena guardare esattamente come sono avvenute. Perdite di PRISM

Ci sono stati molti dibattiti su quale sia stato esattamente il ruolo di Snowden nell'ultima parte della sua carriera come appaltatore governativo (una carriera che gli è valsa un picco di $ 200.000 l'anno riportato). Tuttavia, c'è stato ancora più disaccordo riguardo ai tentativi che afferma di aver fatto per avvisare le persone delle sue preoccupazioni riguardo alla sorveglianza diffusa prima che le sue rivelazioni diventassero pubbliche.

Snowden afferma di aver fatto "sforzi enormi" sollevare preoccupazioni sui programmi di spionaggio tramite i suoi colleghi e superiori, sia verbalmente che per iscritto. Tuttavia, le autorità hanno rilasciato una sola e-mail dall'aprile 2013 relativa a un'indagine in merito "autorità legali," e ha affermato di non aver visto nient'altro.

Ciò che sembra chiaro è che il disagio di Snowden con le pratiche della NSA e di altre agenzie di sicurezza globali era presente da un periodo significativo. In effetti, un rapporto del New York Times ha suggerito che Snowden potrebbe aver preso in considerazione l'idea di diventare un informatore già da quando era stato inizialmente impiegato dalla CIA e inviato a Ginevra.

I rapporti suggeriscono che Snowden abbia contattato per la prima volta (in forma anonima) la giornalista della Guardian Glenn Greenwald nel dicembre 2012 e la cineasta Laura Poitras il mese successivo. È opinione diffusa che Snowden abbia iniziato a perdere documenti nell'aprile 2013.

È quasi impossibile dichiarare il volume esatto di dati trapelati da Edward Snowden. Glenn Greenwald afferma che Snowden ha consegnato circa 10.000 documenti, mentre fonti della NSA lo sostengono "Accessed" più di 200.000. Ci sono anche affermazioni che Snowden ha preso quasi un milione di documenti dal Dipartimento della Difesa.

Indipendentemente dai numeri, le rivelazioni erano grandi. Si riferivano principalmente all'utilizzo di una diffusa sorveglianza dei cittadini e hanno fortemente implicato gli Stati Uniti, l'Australia e il Canada, nonché il Regno Unito.

Rapporti a giugno 2013, mostrati per la prima volta in The Guardian e The Washington Post, relativi a PRISM, un sistema nascosto che avrebbe consentito ai servizi di sicurezza di accedere a singoli account Google e Yahoo.

PRISM era solo l'inizio; Successivamente sono seguiti i dettagli dei sistemi che hanno tenuto d'occhio costantemente il telefono e l'uso di Internet da parte dei cittadini, spiando le persone che giocavano a giochi come Second Life e World of Warcraft, monitorando i cellulari e scansionando il contenuto delle e-mail personali. Edward Snowden sulle perdite

Non si trattava solo di ciò che questi sistemi potevano fare; Riguardava anche contro chi venivano usati. Le rivelazioni di Snowden hanno suggerito che le agenzie di sicurezza stavano prendendo di mira enti di beneficenza, società multinazionali e, più controverso, altri paesi che erano presumibilmente alleati degli Stati Uniti.

Una delle affermazioni più memorabili di Snowden era che i sistemi in atto lo rendevano tale da poter attingere agli affari personali di chiunque con nient'altro che un indirizzo email personale.

Il tema generale delle rivelazioni di Snowden era che i servizi di sicurezza stavano andando ben oltre il loro mandato di proteggere la sicurezza nazionale. Improvvisamente gli Stati Uniti e gli altri paesi implicati si trovarono nella cornice di tutto, dallo spionaggio su vasta scala all'utilizzo di sistemi IT segreti per spiare i loro interessi amorosi.

Snowden aprì la scatola di Pandora - e moltissime persone ne furono molto scontenti.

In seguito

Edward Snowden divenne essenzialmente un rifugiato non appena lasciò le Hawaii per Hong Kong. Lui inizialmente "rintanato" nel quattro stelle Mira Hotel, prima di nascondersi dal "poteri che sono" in un "appartamento angusto" con altri rifugiati. Edward Snowden Aftermath

Con l'aiuto di Robert Tibbo, un avvocato canadese per i diritti umani, si pensa che Snowden si sia trasferito al Consolato russo, prima di essere trasportato a Mosca (insieme a Sarah Harrison di WikiLeaks) il 23 giugno, il giorno dopo che gli Stati Uniti hanno revocato il suo passaporto.

Furono fatte delle interferenze nel momento in cui le autorità di Hong Kong avevano reso facile per Snowden fuggire dal paese, con le autorità lì che affermavano che la richiesta dell'America per il suo arresto non era conforme alla legge di Hong Kong. Bisogna chiedersi ora se le recenti rivelazioni che gli Stati Uniti avevano monitorato le comunicazioni di altri paesi hanno ridotto il loro desiderio di cooperare.

Non è del tutto chiaro dove Snowden intendesse recarsi da Hong Kong, ma si pensa che l'obiettivo fosse il Sud America. Tuttavia, è arrivato solo fino alla Russia, dove rimane ancora oggi. Il suo manicomio è stato prorogato più volte ed è ora valido fino al 2020. Snowden è in grado di vivere almeno un qualche tipo di vita lì e fare soldi con interviste e impegni di conversazione.

Mentre il Parlamento europeo ha votato nel 2015 per far cadere le accuse contro Snowden in riconoscimento del suo status "come informatore e difensore internazionale dei diritti umani," avrebbe dovuto affrontare accuse penali se fosse mai tornato negli Stati Uniti. Sono stati suggeriti che la Russia potrebbe decidere di estradare Snowden negli Stati Uniti "favore al curry" con il presidente Trump.

Snowden è essenzialmente, con le sue stesse parole, "intrappolati" in Russia. Sebbene sia un eroe per molti, ci sono anche molte persone che lo considerano un traditore. Mentre è qualcuno che non sarà mai a corto di un impegno di parlare redditizio, sembra improbabile che dorma troppo profondamente la notte. Non quando il presidente Trump non vorrebbe altro che vederlo tornare nel suo luogo di nascita per sperimentare ciò che alcune figure di destra percepiscono come "giustizia."

Torna in cima

Julian Assange

Un hacker fin dalla tenera età, Julian Assange ha creato WikiLeaks nel 2006 - un sito Web per informatori che continua a funzionare e ha raggiunto i titoli dei giornali fino ad oggi. WikiLeaks si intreccia anche alle storie di altri informatori in questa lista, in particolare quella di Chelsea Manning. Assange attira un vasto pubblico ogni volta che parla pubblicamente, tramite Twitter o dal balcone dell'ambasciata ecuadoriana a Londra, dove vive fino ad oggi.

Julian AssangeNei primi anni

Nato 12 anni prima di Edward Snowden nel 1971, Julian Assange è probabilmente il secondo informatore di alto profilo negli ultimi anni.

Assange ha avuto un chiaro "alternativa" educazione, descritta da Wikipedia come "nomade." È nato a Townsville, nel Queensland (Australia), e ha continuato a vivere in oltre 30 città del paese mentre cresceva. Sua madre Christine era un'artista visiva, che si separò da suo padre, un manifestante contro la guerra, prima della sua nascita. Quindi sposò un attore, Richard Assange, dal quale Julian prese il suo cognome. La sua prossima relazione fu con Leif Hamilton, un membro di un culto newyorkese australiano.

Non sorprende che, data la sua mancanza di radici, Assange sia stato spostato da una scuola all'altra. Ha frequentato due università australiane ma non si è laureato.

Assange iniziò a fare hacking informatico all'età di 17 anni, come parte di un equipaggio chiamato International Subversives. Secondo Wikipedia, il suo gruppo di hacker è stato coinvolto nell'infiltrarsi nei sistemi di diverse grandi aziende e organizzazioni, tra cui Lockheed Martin, Citibank e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

carriera

A differenza di Edward Snowden, il percorso di Julian Assange verso gli informatori non è iniziato con una stimata carriera lavorativa per enti governativi. Assange è stato un vero hacker sin dall'inizio. Rete di accesso pubblico alla periferia

Nel 1991, all'età di 20 anni, Assange fu catturato nell'atto di hackerare il gigante delle telecomunicazioni Nortel, tramite il loro "Terminal principale di Melbourne." Il suo hacking, usando un modem dial-up, è stato scoperto dopo che il suo telefono è stato intercettato da agenti federali australiani. Dopo un raid a casa sua, è stato accusato di una serie di reati di hacking. Ci sono voluti cinque anni per elaborare le accuse, e dopo essersi dichiarato colpevole per la maggior parte di loro, è fuggito con una piccola multa e un "legame di buon comportamento."

Come spesso accade nel mondo dell'hacking, le sue capacità informatiche sono state riconosciute e utilizzate per il bene. Tra il suo arresto e l'eventuale condanna, ha lavorato con l'unità di sfruttamento minorile della polizia di Victoria.

A partire dal 1994, Assange è stato coinvolto in alcuni importanti progetti di programmazione che sono stati fondamentali per lo sviluppo della prima Internet. È stato determinante nel lancio della Suburbia Public Access Network, uno dei primi ISP dell'Australia, e ha anche lavorato sulle patch per PostgreSQL e NNTPCache. Rimase fortemente coinvolto con la comunità degli hacker durante questo periodo e consigliò su questioni relative alla sicurezza di Internet.

Sembra evidente che Assange avesse una consapevolezza iniziale di come il mondo online sarebbe diventato un giorno centrale nel denunciare e nella perdita di informazioni. Ha registrato un dominio chiamato leaks.org nel 2009. Secondo Wikipedia, lui "non ci ha fatto nulla," ma nello stesso anno, ha fatto sforzi per sensibilizzare un brevetto concesso alla NSA per la tecnologia che avrebbe permesso alle autorità di raccogliere e trascrivere telefonate. Questo ha un affascinante parallelo con il tipo di attività che Edward Snowden si è trovato coinvolto in quasi un decennio più tardi. Libro di Cyberpunks di Julian Assange

Nel suo libro Cypherpunks, pubblicato nel 2012, Assange affermava che "Internet, il nostro più grande strumento per l'emancipazione, è stato trasformato nel più pericoloso facilitatore del totalitarismo che abbiamo mai visto."

Cinque anni dopo, al momento della stesura e in un contesto di crescente sorveglianza online, diventa sempre più difficile discutere con questa descrizione.

Le perdite

Assange ha lanciato il famoso sito WikiLeaks nel 2006, basandolo in Islanda. In un'intervista con The Guardian nel 2010, ha descritto il suo ruolo con il sito come quello di "Redattore capo."

Dopo aver studiato all'Università di Melbourne, Wikileaks divenne la principale carriera di Assange. Ha viaggiato per il mondo "su WikiLeaks," presumibilmente incontro con numerosi leaker e informatori.

Logo di Wikileaks

Nel corso degli anni, Wikileaks ha raccolto informazioni relative a numerosi scandali e pratiche istituzionali. Invece di perdere informazioni da solo, Assange ha creato una piattaforma per consentire ad altri di farlo - e molte persone ne hanno fatto uso.

I primi anni di WikiLeaks hanno portato numerose informazioni trapelate ad entrare nel pubblico dominio. Le perdite includevano i contenuti della Yahoo! di Sarah Palin account di posta elettronica, dettagli delle procedure utilizzate nel campo di prigionia della baia di Guantanamo e un elenco di membri del Partito nazionale britannico di estrema destra della Gran Bretagna.

Nel 2009, Wikileaks ha rilasciato una grande quantità di informazioni relative a banche, società private e governi. Le perdite includevano informazioni relative all'elusione fiscale della Barclay’s Bank, rivelazioni su un incidente nucleare in Iran e oltre mezzo milione di messaggi cercapersone inviati il ​​giorno degli attacchi terroristici dell'11 settembre.

Come nel caso di Edward Snowden (e di altri famosi informatori discussi qui), le opinioni su Assange variavano da "eroe" a "traditore". (Questo vale ancora al momento in cui scrivo!) Più o meno nello stesso periodo in cui Assange veniva premiato premio mediatico di Amnesty International, è stato descritto come un "terrorista" dall'allora vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il primo ministro australiano lo ha anche accusato di attività illegale, sebbene la polizia locale abbia sostenuto che non c'era nulla di cui accusarlo.

WikiLeaks è entrato davvero nel vocabolario tradizionale nel 2010, con l'uscita di alto profilo di materiale trapelato dal Chelsea (ex Bradley) Manning. Manning era un soldato americano che pubblicò circa 750.000 documenti e video sensibili relativi alle attività militari americane.

Il materiale riguardava principalmente le attività in Iraq e in Afghanistan e includeva video di soldati che sparavano a 18 persone in Iraq da un elicottero militare, nonché filmati di attacchi aerei in entrambi i paesi. È stato inoltre trapelato materiale relativo alle attività nella baia di Guantanamo.

La difficile situazione di Chelsea Manning è spiegata in maggior dettaglio di seguito. La reputazione di Julian Assange, insieme a quella di WikiLeaks, è cresciuta enormemente sulla scia delle perdite di Manning. Assange stesso ha ricevuto numerosi premi negli anni seguenti, tra cui il premio Sam Adams, il premio "persona dell'anno" scelto dai lettori sia da Le Monde che da Time, e "rockstar dell'anno", assegnato dall'italiana Rolling Stone.

Tuttavia, il culto dell'eroe da un gruppo demografico è stato eguagliato dal vetriolo di un altro. Nel novembre 2010, è stato confermato che Assange era sotto inchiesta ai sensi della legge sullo spionaggio, dando il via a una catena di eventi che è ancora in corso fino ad oggi. Nell'aprile 2017, la CNN ha saputo da "funzionari statunitensi" che c'erano piani per presentare accuse formali contro di lui.

Nel frattempo, tuttavia, Wikileaks continua a funzionare, pubblicando costantemente serie di documenti trapelati. Al momento della stesura di questo documento, le fughe recenti includono e-mail relative alla campagna presidenziale di Emmanuel Macron in Francia e varie fughe di notizie relative agli strumenti di monitoraggio utilizzati dalle agenzie governative. È anche significativo ricordare che WikiLeaks è stato controverso nella divulgazione di informazioni relative alla campagna di Clinton in vista delle elezioni americane, una mossa che Assange ha difeso alla vigilia del voto.

In seguito

Nel 2010, sono emersi altri titoli su Julian Assange, estranei alla perdita di informazioni riservate. Due donne svedesi hanno presentato accuse di stupro e aggressione sessuale nei suoi confronti. Sebbene Assange non sia stato formalmente accusato, tutti i presunti dettagli sono stati resi pubblici. Assange "fuggito" mentre viene salvato dalla polizia del Regno Unito, in attesa di estradizione in Svezia.

Mentre la polizia svedese ha ritirato le accuse contro Assange nel maggio 2017, è ancora (al momento in cui scrivo) soggetto a un mandato di arresto nel Regno Unito per aver violato la sua cauzione.

Dal 2012, Assange vive nell'ambasciata ecuadoriana di Londra, dopo aver ottenuto lo status di asilo dall'Ecuador. È tecnicamente un uomo libero, ma a rischio di arresto dovrebbe decidere di lasciare l'ambasciata. Un arresto per violazione della cauzione nel Regno Unito potrebbe essere seguito da un'estradizione negli Stati Uniti, dove la pena per il suo coinvolgimento in Wikileaks potrebbe potenzialmente significare una pena "fino alla condanna a morte", secondo Wikipedia.Julian Assange presso l'ambasciata ecuadoriana

Si dice che Assange abbia un "monolocale" nell'ambasciata. Tra il 2012 e il 2015, la polizia è stata permanentemente di stanza fuori dall'ambasciata nel caso in cui avesse deciso di andarsene, qualcosa che secondo quanto riferito è costato quasi £ 13 milioni.

Dopo aver trascorso sette anni nell'ambasciata ecuadoriana, sembra chiaro che Assange vorrebbe andarsene. Ci sono stati tentativi di organizzare il suo transito verso l'America Latina che non è stato realizzato e Assange stesso ha tentato di convincere il presidente francese François Hollande a consentirgli di recarsi in Francia come rifugiato, un appello che è stato respinto.

Nonostante sia stato "rinchiuso" nell'ambasciata, Assange è rimasto nelle notizie, facendo discorsi occasionali dalla terrazza dell'edificio. Nel giro di soli quattro mesi nel 2016, due degli avvocati di Assange sono morti, uno per un apparente suicidio e un altro per cancro - qualcosa che ha scatenato varie teorie della cospirazione.

Assange utilizza anche il suo account Twitter per esprimere regolarmente la propria opinione sugli eventi in corso, in particolare quelli relativi al whistleblowing. A un certo punto si offrì di consegnarsi alle autorità statunitensi se a Chelsea Manning fosse stato concesso un rilascio immediato. Mentre il presidente Obama l'ha liberata poco dopo, il presidente ha insistito sul fatto che non era dovuto al coinvolgimento di Assange, dicendo che non "prestava molta attenzione ai tweet del signor Assange". Assange è rimasto nell'ambasciata.

Come con Edward Snowden, Assange è essenzialmente limitato a un posto - ma nel suo caso, è un edificio piuttosto che un paese. Nell'approccio alle elezioni del 2017 in Ecuador, un candidato ha indicato che, se fosse eletto, avrebbe chiesto ad Assange di lasciare l'ambasciata a Londra, essenzialmente ponendo fine al suo asilo. Il candidato, Guillermo Lasso, non ha vinto le elezioni.

Tuttavia, proprio come le motivazioni politiche potrebbero cambiare e influenzare lo status di Snowden, lo stesso vale qui. Quando ritagli una carriera che ha in te un eroe e altri un traditore, il sonno ininterrotto della notte sembra qualcosa di difficile da raggiungere.

Torna in cima

William Mark Felt

Figura chiave del famoso scandalo Watergate di Washington, William Mark Felt è anche noto come "gola profonda", uno dei più leggendari informatori della storia. Le azioni di Felt hanno causato le dimissioni del Presidente degli Stati Uniti Nixon per evitare l'impeachment, anche se sono trascorsi decenni tra quegli eventi e la conferma che si sentiva dietro le sensazionali perdite.

William Mark FeltNei primi anni

(William) Mark Felt è nato nel 1913. Il suo whistleblowing non riguardava i computer ed era quindi piuttosto a bassa tecnologia rispetto a quello realizzato da Snowden e Assange - ma certamente non meno impattante!

Felt ebbe un'educazione tradizionale dopo essere nato in Idaho nel 1913. Era il figlio di un costruttore e carpentiere, Mark Felt, da cui prese il suo secondo nome. Ha frequentato la scuola nella regione e si è laureato nel 1931. Nel 1935 ha conseguito una laurea presso l'Università dell'Idaho.

Dopo aver completato la sua istruzione, Felt è passato direttamente al lavoro nei circoli politici, iniziando nell'ufficio del senatore americano James Pope, un lavoro per il quale si è trasferito a Washington DC. Alcuni anni dopo, nel 1938, sposò Audrey Robinson, anch'egli del suo stato di origine, dopo averla incontrata durante gli studi all'Idaho University. Si è anche trasferita a Washington per la sua carriera, iniziando un lavoro al Bureau of Internal Revenue.

Mentre lavorava nell'ufficio del senatore, sia per James Pope che per il suo successore, David Worth Clark, Felt ha frequentato la scuola serale presso la George Washington University Law School. Cinque anni dopo aver completato la sua laurea, ha completato la sua laurea in giurisprudenza e un anno dopo ha superato la legge per il Distretto di Columbia.

carriera

Dopo aver completato gli studi di legge, William Mark Felt ha iniziato a lavorare con la Federal Trade Commission. Tuttavia, non gli piaceva il lavoro e rimase nel dipartimento solo per un anno. Nel novembre 1941 fece domanda per unirsi all'FBI. La sua domanda ebbe successo e iniziò lì nel 1942. Logo dell'FBI

Il lavoro di Felt con l'FBI lo ha portato a viaggiare ampiamente negli Stati Uniti, qualcosa che ha indicato che non gli piaceva, una volta affermando che J. Edgar Hoover "non aveva idea delle difficoltà finanziarie e personali coinvolte" in tali trasferimenti, perché non aveva sua famiglia.

Ci siamo sentiti addestrati per l'FBI a Washington e in Virginia. Ha quindi avuto tre pubblicazioni in Texas. Dopo un periodo di incantesimo al quartier generale dell'FBI, ha avuto ulteriori incarichi dell'FBI a Seattle, New Orleans e Los Angeles.

Nel 1956, Felt fu trasferito di nuovo, questa volta a Salt Lake City, nello Utah. Tuttavia, questa particolare mossa ha comportato una promozione significativa del ruolo di "agente speciale responsabile". La "patch" di Felt includeva il Nevada, che lo ha portato ad essere coinvolto in alcune delle prime organizzazioni criminali organizzate d'America. Questi in particolare si riferivano alle attività di gangster nei casinò di Las Vegas e le indagini di Felt costringevano indirettamente J. Edgar Hoover a riconoscere che il crimine organizzato era in realtà un problema significativo negli Stati Uniti.

Dopo essere tornato a Washington DC nel 1962, Felt iniziò a salire rapidamente nei ranghi dell'FBI. Nel 1964 divenne vicedirettore dell'Ufficio di presidenza e nel 1971 divenne vicedirettore associato.

Il "capo" di Felt in quel momento era il direttore associato Clyde Tolson, descritto da Wikipedia come "il braccio destro di Hoover". Dato che Tolson aveva problemi di salute, a Felt furono attribuite notevoli responsabilità, e un libro scritto da Ronald Kessler a quel tempo suggerisce che Sentivo ispirato fiducia in Hoover perché era "discreto con lui e duro con gli agenti".

Hoover morì nel 1972 e Felt era portatore di bombe al suo funerale. Il giorno successivo Clyde Tolson si è dimesso dall'FBI, portando Felt a diventare "il secondo in comando", sotto L. Patrick Gray III, sostituto di Tolson. Per i prossimi anni, sia Gray che Felt sarebbero stati personaggi controversi all'interno del governo, con entrambi in discussione su come i file privati ​​di Hoover sono stati gestiti dopo la sua morte. Gray, il nuovo capo di Felt, era spesso assente dal lavoro a causa di viaggi e malattie, portando spesso Felt a rimanere "responsabile" dell'ufficio. La piramide dell'FBI

La posizione di Felt nell'FBI significava anche che si trovava in una posizione privilegiata per vedere tutte le comunicazioni relative allo scandalo di Watergate (ne parleremo più avanti). In breve tempo, altri individui identificarono Felt come sospetto di aver trapelato informazioni relative a Watergate. Tuttavia, non vi era alcuna prova di ciò e ha mantenuto il suo lavoro.

Nonostante ciò, quando giunse il momento di sostituire Gray come direttore dell'FBI nel 1973, il presidente Nixon "passò" Felt, nonostante sembrasse uno shoo-in per il ruolo, a favore di William Ruckelshaus, qualcuno che Nixon considerava un " Sig. Pulito."

Felt non andava d'accordo con Ruckelshaus, che continuava ad accusarlo di aver divulgato informazioni privilegiate alla stampa (abbastanza correttamente, come risulta ora!) Dopo solo un paio di mesi di lavoro sotto Ruckelshaus, Felt si è dimesso dall'agenzia per 22 giugno 1973.

Sebbene Felt si fosse dimesso dall'FBI nel 1973, finì in tribunale nel 1980 in relazione alle attività dell'FBI che si svolgevano "sotto la sua sorveglianza". Tra queste c'erano irruzioni segrete in locali collegati a gruppi di sinistra. Felt si è difeso e ha ammesso le attività a cui aveva partecipato, e l'ex presidente Nixon è persino apparso come testimone della difesa.

Felt è stato dichiarato colpevole di aver condotto ricerche senza warrant e multato di $ 5000, nonostante la prospettiva di una significativa pena detentiva. Si sentì appello e un anno dopo fu graziato dal presidente Reagan.

Si sentì impegnato in pensione, pubblicando memorie sul suo periodo all'FBI. Nel corso degli anni, si pensava che Felt fosse, in effetti, il famoso informatore di Watergate noto come "Gola profonda". Si potrebbe dire che le smentite di Felt sul fatto diventarono meno enfatiche col passare del tempo. Nel 2005 ha ammesso di essere, in effetti, l'informatore. Il fatto è stato reso disponibile tramite il suo avvocato e pubblicato su Vanity Fair. Alcuni anni dopo, nel 2008, si sentì morto all'età di 95 anni.

Le perdite

Watergate è stato uno scandalo politico lungo e coinvolto, e una sua descrizione completa va ben oltre lo scopo di questo eBook. Questo primer basato sulla cronologia della CNN offre comunque una buona panoramica. Nixon si dimette a causa di Watergate

In sostanza, lo scandalo Watergate ha causato le dimissioni del presidente Nixon prima di essere accusato. Watergate iniziò con una rottura al quartier generale del Comitato nazionale democratico. Entro quattro mesi, il New York Times aveva riferito che l'FBI credeva che le persone che lavoravano per il presidente fossero direttamente responsabili, qualcosa che una registrazione su nastro rivelò essere il caso una settimana prima delle dimissioni di Nixon.

Fin dalle prime fasi, era evidente che qualcuno stava perdendo informazioni relative allo scandalo, con "storie (che appaiono sulla stampa) sollevate quasi alla lettera" dagli eventi della vita reale.

Come ormai sappiamo, i giornalisti del Washington Post, Carl Bernstein e Bob Woodward stavano ricevendo un flusso costante di informazioni da un informatore chiamato "Deep Throat", che ora sappiamo essere stato William Mark Felt. Un libro sugli eventi descriveva Felt come un "pettegolezzo incurabile", e ci sono state molte speculazioni sul vero motivo dietro il suo fischio. Mentre la famiglia di Felt e altri credono che il patriottismo fosse alla base delle sue azioni, altri indicano disillusione per il suo lavoro dopo essere stato trasferito per la promozione, specialmente dopo la morte di J. Edgar Hoover. Scandalo Watergate

Le perdite di Felt hanno permesso al pubblico americano di seguire i progressi dello scandalo Watergate. Il coinvolgimento della stampa ha assicurato che nulla potesse essere spazzato via sotto il tappeto, con il "controllo mediatico" che assicurava che i contatti fossero seguiti, fino a quando non raggiungessero i massimi livelli di governo. È ragionevole sostenere che le dimissioni forzate di Nixon sarebbero state probabilmente evitate in assenza di perdite di Felt.

In seguito

Quando William Mark Felt fu rivelato come "Gola profonda", Watergate era un argomento per i libri di storia e molti dettagli erano roba da mito urbano. Mark Felt Deepthroat

Ad esempio, ci sono varie teorie su come i reporter del Washington Post hanno organizzato incontri con Felt, coinvolgendo bandiere sui balconi e simboli codificati sui giornali. La maggior parte di questi miti da allora è stata screditata o cancellata come irrealistica.

Quando l'identità di Felt è stata confermata nel 2005, sembra che ci fosse troppa acqua sotto il ponte per qualsiasi cosa oltre alla discussione delle sue pulsioni e motivazioni. Già oltre i 90 anni, la malattia stava prendendo il sopravvento. Tuttavia, è stato in grado di vendere i diritti cinematografici alla sua storia. (Nel 2017 è uscito un film con Liam Neeson).

Fino ad oggi, nessuno sa davvero se Felt era qualcuno che si sentiva veramente oltraggiato dallo scandalo Watergate o qualcuno che era più guidato dal desiderio di una promozione o dalla sensazione di essere "offeso" dal suo datore di lavoro. Quella speculazione continuerà senza dubbio per gli anni a venire e continuerà ad essere oggetto di libri e film.

Torna in cima

Chelsea (Bradley) Manning

Una figura controversa con una vita personale complicata, Chelsea Manning ha fatto enormi ondate nell'esercito degli Stati Uniti dopo aver esposto i dettagli delle guerre del paese sia in Iraq che in Afghanistan. La storia di Manning si lega a quella di Julian Assange, mentre usava WikiLeaks come piattaforma per condividere la sua storia. Le azioni di Manning dividono l'opinione fino ad oggi; L'ex presidente Barack Obama ha commutato la sua pena detentiva, ma l'attuale presidente, Donald Trump, la descrive come un "traditore ingrato".

Chelsea Bradley ManningNei primi anni

Bradley Manning è nato in Oklahoma nel 1987. Suo padre era Brian Manning, un americano che aveva prestato servizio nella Marina degli Stati Uniti come analista dell'intelligence. Sua madre era Susan Fox, nata in Galles, e la coppia si incontrò mentre Brian era di stanza lì.

I dettagli della difficile infanzia di Manning sono emersi durante la sua udienza di corte marziale. La sorella di Manning ha rivelato una storia di alcolismo in famiglia. Presumibilmente, la madre di Bradley ha bevuto alcolici durante la gravidanza, portando Manning a mostrare segni di sindrome alcolica fetale dopo la nascita. La sorella, Casey, era "la principale badante" nei primi anni di Manning, secondo Wikipedia.

Ci sono pochi dubbi sul fatto che la prima infanzia di Manning sia stata privata e turbolenta. Secondo i rapporti, Manning è stato alimentato con alimenti per bambini e latte solo fino a due anni ed è stato "in gran parte lasciato a provvedere da solo" negli ultimi anni.

La madre di Manning era un'anima travagliata. Ha tentato il suicidio nel 1998, e ci sono notizie di autolesionismo, in particolare dopo che Brian Manning ha divorziato da lei nel 2000 e si è risposato. Un anno dopo, Susan Fox si trasferì in Galles con Bradley e Bradley frequentò una scuola a Haverford West.

Bradley Manning ha lottato con l'identità sessuale sin dalla tenera età. Un amico d'infanzia disse che Bradley gli aveva rivelato di essere gay all'età di 13 anni, tuttavia Bradley non era apertamente "fuori" a scuola. I rapporti suggeriscono che Bradley fu vittima di bullismo per essere stato "effeminato" mentre era a scuola in Galles.

Riassegnazione di genere

Nel 2005, Bradley viveva come un uomo apertamente gay; Nel 2009 ha iniziato a considerare la riassegnazione di genere; Nel 2013, Bradley assunse il nome di Chelsea e chiese formalmente la terapia ormonale e l'uso del pronome femminile. Bradley Manning

Mentre questa richiesta è stata legalmente concessa nell'aprile 2014, una serie di controversie legali ha avuto luogo durante la terapia ormonale mentre il Chelsea era in prigione. Al momento in cui scrivo, sebbene Chelsea abbia ricevuto una terapia ormonale transitoria durante la detenzione, non è stata in grado di ricevere l'intervento chirurgico che è stato firmato nel 2016, perché non è più coperta dal piano di assistenza sanitaria militare che era in vigore quando l'intervento era autorizzato.

(Per i motivi sopra descritti, Chelsea è indicata dal suo pronome di genere preferito per il resto di questo pezzo).

Chelsea Manning è tornato negli Stati Uniti nel 2005 e ha vissuto in Oklahoma con suo padre, la sua nuova moglie e il loro nuovo figlio. Sfruttando un'attitudine per i computer che Chelsea aveva mostrato durante la scuola, ha ottenuto un lavoro come sviluppatore di software. Tuttavia, le questioni interpersonali hanno portato a questo lavoro che dura solo quattro mesi.

L'anno seguente, dopo una lite con la matrigna a cui fu chiamata la polizia, Manning lasciò la casa di suo padre in un camion che le aveva regalato. Ha viaggiato a Tulsa, poi a Chicago, poi nel Maryland, dove ha vissuto per 15 mesi con la zia, studiando brevemente in un college della comunità di Montgomery.

carriera

Dopo aver riportato la persuasione di suo padre, Chelsea Manning si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti nel settembre 2007, sperando di utilizzare la legge GI per lavorare per un'istruzione universitaria e possibilmente un dottorato di ricerca. Carriera del Chelsea Manning

I rapporti della stampa suggeriscono che Manning ha avuto un periodo incredibilmente difficile nei suoi primi giorni nell'esercito - vittima di bullismo a causa delle sue dimensioni, modalità e sessualità. È stata quasi dimessa dopo sole sei settimane, ma questa decisione è stata annullata e ha completato la formazione di base nell'aprile 2008.

Presumibilmente, a causa della sua attitudine per la tecnologia, Manning è stato quindi assegnato a Fort Huachuca per la formazione come analista di intelligence. Si ritiene che il suo livello di nulla osta di sicurezza per questo ruolo abbia consentito a Manning di accedere a una notevole quantità di informazioni riservate.

Dopo aver completato il suo addestramento (e ricevuto una medaglia del servizio di difesa nazionale e un nastro di servizio dell'esercito), Manning fu inviato a New York per addestrarsi per un incarico in Iraq. È stata schierata a Baghdad nell'ottobre 2009 per lavorare in Intelligence Communications. I rapporti suggeriscono che il temperamento volatile di Manning ha causato alcuni dubbi sul suo dispiegamento, ma una carenza di personale qualificato ha fatto sì che procedesse. Nel novembre di quell'anno, Manning fu promosso al grado di specialista. Il suo ruolo significava che aveva accesso diretto ai sistemi riservati, incluso il Joint Worldwide Intelligence Communications System (JWICS).

Intorno a quando Manning ha iniziato a lavorare in questo post in Iraq, Wikileaks ha pubblicato una vasta raccolta di messaggi cercapersone dal giorno degli attacchi terroristici dell'11 settembre. Non è chiaro se questo sia stato un fattore motivante, ma solo quattro mesi dopo, nel gennaio 2010, Manning ha iniziato a prendere provvedimenti per scaricare informazioni dai sistemi americani al fine di trapelare.

Le perdite

Le prime informazioni che Manning prese dai sistemi a cui aveva accesso comprendevano 40.000 documenti, ora noti come "The Iraq War Logs", e 91.000 documenti ora noti come "The Afghan War Logs". Chelsea Manning Perdite

Per rimuovere le informazioni, ha preso le misure necessarie per nasconderle, inclusa la memorizzazione su un CD con l'etichetta "Lady Gaga" e la copia su una scheda di memoria SD in modo da poterle archiviare nella sua fotocamera digitale mentre era in congedo.

Non è chiaro se l'intenzione principale di Manning fosse quella di andare su WikiLeaks con le informazioni perché sembra che abbia contattato sia il New York Times sia il Washington Post all'interno delle informazioni, ma senza risultati. Un file di testo aggiunto ai documenti affermava che l'informazione era "uno dei documenti più significativi del nostro tempo: rimuovere la nebbia della guerra e rivelare la vera natura della guerra asimmetrica del 21 ° secolo".

Manning è tornato in Iraq nel febbraio 2010. A questo punto ha usato la rete Tor per inviare i documenti a Wikileaks, ma non ha avuto conferma che fossero stati ricevuti. Una settimana dopo il suo ritorno in Iraq, ha inviato un ulteriore cavo diplomatico a Wikileaks, che il sito ha pubblicato quasi immediatamente. Pochi giorni dopo, ha trasmesso il controverso videoclip di "omicidio collaterale" di un attacco con elicottero di Baghdad.

Si pensa (ma non è stato confermato) che il contatto di Manning su WikiLeaks durante questo periodo fosse lo stesso Julian Assange. Il 10 aprile 2010, Manning ha caricato altri 250.000 cavi diplomatici su Wikileaks.

Registri di guerra in Iraq

In questo periodo, la lunga lotta di Manning con la sua identità sessuale è tornata alla ribalta. Secondo Wikipedia, Manning aveva sperato che l '"ambiente maschile" delle forze avrebbe aiutato con le sue questioni di genere. Tuttavia, alla fine di aprile 2010, ha inviato una foto a un supervisore, in cui era vestita da donna. Sembra che poco sia stato fatto per aiutare Manning, nonostante un giorno in cui è stata trovata rannicchiata in un armadio con un coltello, e ha attaccato fisicamente un collega analista di intelligence. È stata retrocessa e la sua arma è stata ritirata, ma sembra che non sia stato offerto alcun aiuto psicologico.

Sembra anche che, in questo periodo, Manning abbia iniziato a contattare varie persone nel tentativo di esporsi come persona che perde informazioni su Wikileaks. Tra queste persone c'erano Jonathan Odell, uno scrittore gay, ed Eric Schmiedl, un matematico di Boston. Si è quindi messa in contatto con Adrian Lamo, un hacker condannato che era apparso sulla rivista Wired. Ciò scatenò una catena di eventi che avrebbero portato all'arresto di Manning meno di una settimana dopo.

In seguito

Chelsea Manning "allude" al suo denunciare a WikiLeaks in meno di 20 minuti dopo aver parlato con l'hacker Adrian Lamo tramite AOL Instant Messenger.

Discuteva apertamente delle perdite con Lamo e ammetteva i suoi rapporti con Assange. Lamo inizialmente disse che poteva trattare le discussioni come "una confessione o un'intervista (mai pubblicata)", e Manning, a sua volta, gli disse che le informazioni che trapelava riguardavano "pazzi, quasi criminali rapporti politici".

Lamo di nuovo rassicurò Manning sul fatto che nessuna delle loro conversazioni era "per la stampa", il che presumibilmente la rese abbastanza comoda da discutere apertamente delle cose. Ha detto che aveva bisogno di "supporto morale ed emotivo" e che sperava che le sue azioni avrebbero potuto innescare "discussioni, dibattiti e riforme in tutto il mondo".

Sfortunatamente per Manning, Lamo non era fedele alla sua parola. Dopo aver cercato il consiglio degli amici, uno di loro, Timothy Webster, contattò il dipartimento dell'esercito per il comando investigativo criminale. Entro quattro giorni dall'instaurazione del contatto in chat con Manning, Lamo si era incontrato con l'FBI e aveva consegnato i registri. Ha anche dato la storia alla rivista Wired.

Manning fu arrestato, accusato e imprigionato in Kuwait, dove fu messa in guardia suicida. Nel luglio dello stesso anno, è stata trasferita alla Base del Corpo dei Marines a Quantico, in Virginia, come detenuta della "massima custodia" con lo status di "Prevenzione degli infortuni", che ha posto notevoli restrizioni su quando le è stato permesso di dormire e su quali oggetti le hanno permesso di accedere per.

Nei mesi che seguirono, una serie di eventi e alterazioni portarono Manning ad essere spostato e spento dal pieno status di "orologio suicida". Sia Amnesty International che le Nazioni Unite hanno fatto appelli per quanto riguarda il trattamento di Manning. Nell'aprile 2011, Manning è stato trasferito in un carcere di media sicurezza nel Kansas.

Il processo a Manning è iniziato il 3 giugno 2013. Le accuse includevano spionaggio e furto. Manning si è dichiarato colpevole di diverse accuse, dicendo che intendeva le sue azioni per "mostrare il vero costo della guerra".

Chelsea Manning Aftermath

A seguito dei motivi colpevoli di Manning, il caso giudiziario è passato rapidamente alla condanna. Fin dall'inizio, il giudice ha promesso di sottrarre 112 giorni dalla sua condanna a causa degli eventi traumatici verificatisi durante il periodo di detenzione di Manning in Virginia.

Manning si è anche scusato per le "conseguenze non intenzionali delle (sue) azioni" ed è stato supportato da uno psicologo e psichiatra che ha offerto entrambe le spiegazioni per le sue azioni. Sono state anche discusse circostanze attenuanti, inclusi i dettagli dell'infanzia caotica di Manning.

Nonostante questi sforzi e i motivi di colpevolezza di Manning, è stata condannata a 35 anni nelle caserme disciplinari degli Stati Uniti in Kansas.

Chelsea Manning è stato effettivamente rilasciato dalla prigione il 17 maggio 2017. Dopo vari appelli e richieste di rilascio, il presidente Obama ha accettato di "commutare" la sua sentenza, descrivendola come "molto sproporzionata" rispetto a quella emessa per altri informatori. Due mesi dopo, Manning ha twittato che "non è nell'esercito", anche se non è chiaro se è stata disonorabilmente dimessa.

Forse non sorprende che il presidente Trump sia in contrasto con Obama sulla commutazione della sentenza di Manning. Si è riferito a lei come un "traditore ingrato" che "non avrebbe mai dovuto essere rilasciato".

Quindi ancora una volta vediamo la polarizzazione che si verifica quando le persone perdono informazioni; Mentre alcuni dicono "traditore" altri pensano "eroe". Nel caso specifico di Chelsea Manning, è difficile vedere che era sempre peggio di un'anima travagliata con le giuste intenzioni. Ma molte persone non sarebbero mai d'accordo con questo punto.

Torna in cima

Daniel Ellsberg

Come Chelsea Manning, Daniel Ellsberg ha lanciato un fischio sulle azioni dell'America in uno scenario di guerra, questa volta per quanto riguarda la guerra in Vietnam. Nonostante sia stato processato in tribunale, Ellsberg è emerso come un uomo libero e continua a sostenere gli sforzi contro la guerra e incoraggiare gli informatori. Negli ultimi anni, Ellsberg è stato un sostenitore vocale di Edward Snowden e Chelsea Manning.

Daniel EllsbergNei primi anni

Daniel Ellsberg è nato in Illinois e cresciuto a Detroit. Era un pianista di talento, ma ha smesso di suonare all'età di 15 anni quando ha vissuto una tragedia familiare. Ha perso sua madre e sua sorella in un incidente mortale dopo che suo padre si è addormentato al volante.

Ellsberg ebbe successo nel mondo accademico dopo aver conseguito una borsa di studio ad Harvard. Si è laureato in economia nel 1952. Ha quindi frequentato l'università di Cambridge per un anno, prima di frequentare la scuola di specializzazione ad Harvard prima di unirsi ai Marines statunitensi nel 1954.

Ellsberg tornò di nuovo ad Harvard come Junior Fellow nel 1957, e in seguito conseguì un dottorato di ricerca in economia nel 1962. La sua tesi di laurea, che riguardava il modo in cui vengono prese le decisioni "in condizioni di incertezza o ambiguità", fu un lavoro rivoluzionario che venne essere conosciuto come il paradosso di Ellsberg. Non solo questa è stata la base del discorso che è stato studiato nei decenni a seguire, ma sembra anche aver contribuito alla sua successiva decisione di divulgare informazioni.

carriera

Dopo essersi arruolato con i Marines nel 1954, Ellsberg ebbe rapidamente successo nella sua carriera militare. Ha lavorato come leader di plotone e comandante di compagnia ed era un primo luogotenente al momento della sua dimissione tre anni dopo, poco prima di tornare ad Harvard. Daniel Ellsberg Military

Il prossimo lavoro di Ellsberg fu con la RAND Corporation, un'organizzazione senza fini di lucro che è ancora operativa fino ad oggi. La società ricerca e fornisce consulenza alle forze armate statunitensi, nonché a vari altri organi governativi. Il ruolo di Ellsberg con RAND era quello di un analista strategico nucleare.

Dopo aver completato il suo dottorato di ricerca nel 1962, Elsberg si trasferì al Pentagono, lavorando come assistente del Segretario alla Difesa per gli affari di sicurezza internazionale. Ha quindi trascorso due anni a lavorare per il Dipartimento di Stato nel Vietnam del sud. Al suo ritorno, ha assunto un altro ruolo con RAND. Era il lavoro che svolgeva su questo incarico che lo avrebbe portato a diventare un informatore. Il segretario alla Difesa McNamara ha richiesto uno studio di alcuni documenti riservati relativi alla condotta americana nella guerra del Vietnam. Lo studio e gli articoli in questione sarebbero presto diventati noti come The Pentagon Papers.

Non è chiaro se il suo lavoro su questo progetto abbia portato direttamente a Ellsberg a perdere informazioni, ma l'anno successivo ha iniziato a partecipare alle proteste contro la guerra. In uno di questi eventi, Ellsberg ha assistito a un discorso di Randy Kehler, un progetto di resister (qualcuno che ha rifiutato di conformarsi alla coscrizione militare).

Nel discorso, Kehler ha parlato della sua volontà di essere incarcerato piuttosto che essere coinvolto in quella che ha visto essere una "guerra ingiusta". Ellsberg in seguito ha detto che era questa posizione che lo ha ispirato a copiare e divulgare i documenti del Pentagono, dicendo che "se (lui) non aveva incontrato Randy Kehler che non gli sarebbe mai venuto in mente. "

Le perdite

La principale spinta dei Pentagono Papers è stata la rivelazione che il governo degli Stati Uniti ottenne molto rapidamente la comprensione che la guerra del Vietnam era impossibile da vincere. I documenti suggerivano che l'amministrazione nascondeva questo fatto chiave al senato e al pubblico americano. Le carte del Pentagono

Era il 1969 ed Ellsberg non aveva cose come Tor e Instant Messaging. Il suo primo passo verso la denuncia è stato quello di fotocopiare i documenti del Pentagono.

Sarebbero passati un paio d'anni prima che le rivelazioni di Ellsberg apparissero sui media. Sembra che Ellsberg fosse inizialmente più propenso a renderli visibili al Senato. Secondo Wikipedia, Ellberg si è rivolto a vari senatori con questo obiettivo, tra cui J. William Fulbright e George McGovern. Ellsberg era anche desideroso di incontrare le persone che lo avevano ispirato a rompere la riservatezza con il governo, incluso il progetto di resister Randy Kehler, menzionato sopra.

La prima grande fuga dai 7000 documenti che Ellsberg copiò fu pubblicata sul Times il 13 giugno 1971. Il giorno seguente, il procuratore generale degli Stati Uniti ordinò al media di non stampare più informazioni.

Questo ha iniziato due catene di eventi. In primo luogo, Ellsberg ha rilasciato le informazioni a "altri 17 giornali in rapida successione". In secondo luogo, il Times ha combattuto l'istruzione di non pubblicare ulteriori fughe di notizie, cosa che ha messo in discussione la stessa libertà di stampa e il Primo Emendamento. La battaglia è durata poco più di due settimane, ma il 30 giugno la Corte Suprema ha revocato l'ordine provvisorio di bavaglio e ha stabilito che il giornale avrebbe potuto continuare la pubblicazione.

In seguito

Nel tempo successivo al caso della Corte suprema, il governo ha perseguito due strategie contro Daniel Ellsberg.

L'amministrazione è diventata immediatamente consapevole delle implicazioni delle perdite. Il capo dello staff della Casa Bianca H.R. Haldeman è citato in riferimento a Donald Rumsfeld dicendo che le rivelazioni suggeriscono che "non puoi fidarti del governo" e che "non puoi credere a quello che dicono".

Dopo il fallito tentativo di imbavagliare The Times, la prima strategia sembra aver avuto l'obiettivo di screditare Ellsberg. Pochi mesi dopo la pubblicazione iniziale dei documenti, ci fu un irruzione nell'ufficio dello psichiatra di Ellsberg - ora descritto come "un'operazione segreta". Tuttavia, i tentativi di screditare Ellsberg sulla base del suo stato mentale fallirono, quando il suo fascicolo fallì non ha rivelato nulla di spiacevole.

Non sorprende che ci sia stato anche un tentativo di punire Ellsberg attraverso canali legali. Verso la fine della battaglia della Corte Suprema, che si concluse con il permesso al Times di pubblicare i documenti rimanenti, Ellsberg aveva ammesso la sua colpa, dicendo quanto segue:

"Ho sentito che come cittadino americano, come cittadino responsabile, non potevo più collaborare per nascondere queste informazioni al pubblico americano. L'ho fatto chiaramente a mio rischio e sono pronto a rispondere a tutte le conseguenze di questa decisione. "

Il processo non ebbe luogo fino al 1973 e la strategia iniziale di Ellsberg consisteva nel sostenere che la classificazione dei documenti stessi era illegale e intendeva nascondere informazioni al pubblico piuttosto che al nemico. Questa tesi fu respinta, lasciando Ellsberg incapace di sostenere la sua difesa.

Tuttavia, in tribunale, il tentativo di screditare Ellsberg è emerso. Insieme a ulteriori prove del fatto che Ellsberg era stato intercettato illegalmente, ciò ha comportato il licenziamento delle accuse. (Ironia della sorte, a seguito dell'irruzione nell'ufficio dello psichiatra, diversi funzionari governativi collegati persero il lavoro e in seguito ottennero le convinzioni per il coinvolgimento nello scandalo Watergate, anche discusso in precedenza).

Ellsberg era quindi un uomo libero.

Dopo lo scandalo, Ellsberg è rimasto in prima linea nella comunità degli informatori ed è stato coinvolto in varie campagne di attivismo politico. Le sue opinioni hanno portato al suo arresto durante le proteste in più di un'occasione. Ha sottolineato dal suo processo che "il pubblico viene mentito ogni giorno dal presidente, dai suoi portavoce (e) dai suoi ufficiali". Daniel Ellsberg oggi

Le iniziative a cui Ellsberg è stato coinvolto includono proteste per il ruolo di George Bush nella guerra in Iraq e contro la detenzione del whistleblower Chelsea Manning. Ellsberg è stato un sostenitore vocale di altri informatori, tra cui Manning, Edward Snowden e Sibel Edmonds. Ha anche parlato a favore di siti Web e tecnologie che supportano i leaker, tra cui la rete di anonimato Tor e WikiLeaks. Ha ricevuto il Gandhi Peace Award per la promozione della pace duratura, tra gli altri riconoscimenti.

All'età di 86 anni (al momento della stesura), Ellsberg è qualcuno che continua ad attenersi rigidamente ai suoi principi. Il prossimo leaker coperto qui, l'attivista per la pace Mordechai Vanunu, è un altro fortemente supportato da Ellsberg, che lo descrive come "l'eroe preminente dell'era nucleare".

Torna in cima

Mordechai Vanunu

Mordechai Vanunu ha denunciato il programma nucleare israeliano in prima pagina. La sua cattura e detenzione comportò un'elaborata operazione di trappola che non si sarebbe sentita fuori posto in un film di spionaggio di grande successo. Mentre molti dei nostri informatori ora affrontano restrizioni ai loro movimenti, le azioni di Vananu sembrano continuare a influenzare la sua vita quotidiana più della maggior parte.

Mordechai VanunuNei primi anni

Nato a Marrakech nel 1954, Mordechai Vanunu (noto anche come John Crossman), era il secondo di un enorme gruppo di fratelli. Ha vissuto con non meno di 10 fratelli e sorelle nel quartiere ebraico della città.

Quando Vaununu aveva otto anni, l'antisemitismo era diffuso in Marocco. La sua famiglia è fuggita in un campo in Francia dove ha trascorso un mese, prima di viaggiare in barca per stabilirsi a Beersheba, in Israele. Il padre di Vanunu, Shlomo, aprì un negozio di alimentari in città, dopo averne posseduto uno in Marocco. Anche suo padre studiò la religione ebraica e fu visto come un rabbino per la zona.

Vanunu frequentò una "scuola elementare religiosa" in città, prima di trasferirsi, per un breve periodo, in una scuola ebraica di Yeshiva. I suoi genitori lo trasferirono poi al liceo Yeshivat Ohel Shlomo, un'istituzione sionista. Vanunu in seguito disse che fu durante il suo periodo in questa scuola che decise di "isolarsi dalla religione ebraica". Ha completato la sua scuola con una "immatricolazione parziale" e ha lavorato brevemente in un tribunale come archivista.

La coscrizione portò Vanunu a unirsi alle forze di difesa israeliane nel 1971. Dopo aver fallito l'esame per diventare pilota, divenne un soldato nel Corpo di Ingegneria del Combattimento. Nel giro di un paio d'anni, raggiunse la posizione di sergente maggiore.

Dopo aver prestato servizio nella guerra dello Yom Kippur nel 1973, a Vanunu fu offerto un ruolo permanente come soldato un anno dopo. Rifiutò e, dopo essere stato onorosamente dimesso, completò la sua iscrizione scolastica studiando all'università di Tel Aviv. Successivamente si iscrisse a un corso di fisica all'università, ma abbandonò dopo aver fallito gli esami del primo anno. I rapporti suggeriscono che ha lottato per bilanciare lo studio con la necessità di lavorare a tempo pieno per pagarlo.

carriera

Dopo aver lasciato l'università, Vanunu tornò a Beersheba. Lì ha lavorato in una "serie di lavori strani", secondo la sua voce su Wikipedia.

Dopo non essere riuscito a procurarsi un lavoro per cui aveva fatto domanda presso i servizi di sicurezza israeliani, Vanunu ha fatto domanda al Negev Nuclear Research Center, una struttura che ha ideato e costruito armi nucleari. Il processo di reclutamento è stato estenuante e ha comportato interviste, controlli sanitari e formazione approfondita. Una volta assunto, Vanunu doveva firmare accordi di segretezza e accettare di non recarsi in alcun paese comunista o arabo. Un anno dopo l'inizio, ha assunto il ruolo di Shift Manager. Centro di ricerca nucleare del Negev

Parallelamente alla sua carriera presso l'impianto nucleare, Vananu ha ripreso gli studi accademici all'Università Ben-Gurion del Negev, Beersheba, dove ha studiato economia e filosofia greca.

Nel 1980, Vananu iniziò il primo di numerosi viaggi all'estero e andò a fare zaino in spalla in Europa. I luoghi che ha visitato includevano Londra, Germania, Paesi Bassi, Scandinavia e Isole greche. Qualche anno dopo, viaggiò per tre mesi negli Stati Uniti e in Canada, collegandosi all'aeroporto di Shannon in Irlanda. Questo viaggio arrivò vicino all'atterraggio nei guai con il suo datore di lavoro, che consentiva ai dipendenti di prendere solo voli diretti negli Stati Uniti per proteggersi dal rischio di dirottamento. Tuttavia, nessuna azione disciplinare è stata intrapresa contro Vananu a questo punto.

Intorno al 1982, Vananu iniziò a parlare delle sue opinioni politiche. Quando fu arruolato nella guerra del Libano nel 1982, si rifiutò di lavorare sul campo e lavorò invece nelle cucine. Un paio di anni dopo, fece amicizia con alcuni studenti arabi all'università e fu coinvolto in un gruppo di sinistra chiamato "Campus" e un altro chiamato "Movimento per l'avanzamento della pace". Secondo The Jerusalem Post, Vananu era visto come un "radicale". Durante questo periodo i suoi punti di vista erano visti diventare sempre più "pro arabi" e "antiebraici".

Anche i suoi atteggiamenti politici sono stati notati al lavoro e gli è stato più volte parlato delle sue opinioni.

Il 1985 è stato un grande anno per Mordechai Vanunu. Si è laureato all'università, con una laurea in filosofia e geografia. Secondo i rapporti, si unì anche al Partito comunista israeliano in questo periodo. Fu anche licenziato dal suo lavoro, insieme a molti altri lavoratori. Gli fu concesso un breve periodo di recupero dopo che un sindacato riuscì a opporsi con successo al suo licenziamento, ma poi si dimise più tardi quell'anno, guadagnando un pacchetto di licenziamento e indennità di licenziamento.

Fu tra il licenziamento originale di Vananu e le successive dimissioni che fece segretamente fotografie all'interno del Centro di ricerca nucleare del Negev. Questi formerebbero la base della successiva denuncia di Vananu e degli eventi che seguirono.

Le perdite

Vananu ha continuato i suoi viaggi globali dopo aver lasciato il lavoro al centro di ricerca. Ha viaggiato inizialmente in Israele con la sua ragazza americana e poi si è avventurato più lontano, visitando Grecia, Tailandia, Birmania, Mandalay e Nepal. Dopo aver esaminato i viaggi in giro per l'Unione Sovietica, si diresse invece in Australia, dove acquisì una licenza di taxi e si stabilì nel 1986. Perdita di arsenale nucleare di Isreal

Le fotografie scattate da Vananu, insieme alla sua conoscenza del lavoro presso la struttura, hanno fatto luce sulla strategia e sulle capacità nucleari di Israele. Una volta che le informazioni furono analizzate, suggerì che Israele aveva prodotto abbastanza plutonio per costruire "circa 150 armi nucleari".

Era un giornalista colombiano chiamato Oscar Guerrero che secondo come riferito ha convinto Vananu a svelare le sue informazioni. Vananu lo ha incontrato in Australia e Guerrero ha suggerito che avrebbe potuto guadagnare fino a $ 1 milione dalla storia. Guerrero mise in contatto il Sunday Times con Vananu. Lo hanno intervistato e poi hanno iniziato a controllare i fatti. Vananu si recò a Londra per incontrarsi con loro e il giornale organizzò il suo alloggio.

Si presume che prima che Vananu viaggiasse a Londra, fu effettivamente attraversato due volte da Oscar Guerrero. Si ritiene che Guerrero abbia contattato il consolato israeliano, offrendo di aiutarli a catturare un "traditore". Ciò ha messo in moto una catena di eventi che avrebbero portato all'eventuale cattura di Vananu. Il fratello di Vananu a Beersheba è stato interrogato dal servizio di sicurezza israeliano, Shin Bet, il 7 settembre 1986 - tre giorni prima che Vananu effettivamente viaggiasse nel Regno Unito e rivelasse le fotografie e la storia completa alla stampa.

Sembra chiaro che Vananu sapesse che le autorità erano sulla sua coda. Si è trasferito diverse volte mentre la sua storia era pronta per la pubblicazione. Nel frattempo, il Sunday Times ha offerto a Israele l'opportunità di dare il loro lato della storia, il che significa che Israele ha avuto la possibilità di vedere alcune fotografie condivise da Vananu, in violazione del suo accordo di non divulgazione. Mentre ciò stava accadendo, Oscar Guerrero ha continuato la sua apparente ricerca per trarre il massimo profitto dalla storia avvicinandosi a The Sunday Mirror e vendendo loro la storia.

Sebbene si trattasse di un'operazione segreta, progettata per non sconvolgere le relazioni diplomatiche tra Regno Unito e Israele, è chiaro che quest'ultimo era destinato a catturare Vananu e a riportarlo in Israele. Nel giro di un paio di mesi, il governo israeliano ebbe successo in questo obiettivo. Ma prima che il paese ammettesse la cattura di Vananu, il Sunday Times andò avanti e stampò la sua storia, concludendo che Israele aveva prodotto oltre 100 testate nucleari.

In seguito

Fu una classica operazione di "trappola per miele" che consegnò Vananu alle autorità israeliane. Una donna agente israeliana, Cheryl Bentov, lo sedusse e organizzò un viaggio con lui in Italia. Tuttavia, questo è stato uno stratagemma per catturare Vananu. In una trama degna di un film di James Bond, che coinvolge comunicazioni intercettate e una nave mercantile segreta, Vananu fu drogato all'arrivo in Italia. Fu quindi trasportato in Israele via mare, dopo essere stato spostato su una barca più piccola al largo della costa di Israele. A novembre Israele ha reso pubblico il fatto di aver arrestato Vananu.

Il caso di Vananu è stato processato il 30 agosto 1987. Ha dovuto affrontare una serie di accuse tra cui la raccolta di informazioni classificate, il tradimento e lo spionaggio aggravato. Nel periodo precedente al processo, Vananu avrebbe presumibilmente fatto uno sciopero della fame e ha anche presentato diversi ricorsi respinti.

Dopo un intenso e controverso processo, Vavanu è stato condannato a 18 anni di prigione, compreso il tempo "scontato" da quando è stato rapito dall'Italia. I dettagli del processo sono stati sottoposti a embargo per molti anni, con "estratti censurati" pubblicati nel 1999.

Nel 1989, Vananu fece appello alla sua sentenza davanti alla Corte Suprema. Questo è stato respinto, così come un altro appello per "migliori condizioni carcerarie". Secondo quanto riferito, Vananu ha trascorso oltre 11 anni del suo tempo in prigione in isolamento. Durante il suo periodo in prigione, Vananu ha anche tentato di revocare la propria cittadinanza israeliana.

Sebbene Vananu sia stato rilasciato dalla prigione nel 2004, è rimasto effettivamente "confinato" fino ad oggi e vive nella cattedrale di San Giorgio a Gerusalemme. Ha numerose restrizioni imposte dal tribunale sul suo comportamento, la più significativa delle quali è che non gli è permesso di lasciare Israele, o di andare a meno di 550 metri da qualsiasi aeroporto o valico di frontiera. Mordechai Venunu nella Cattedrale di San Giorgio

Nel lungo post di Wikipedia di Vananu, ci sono numerosi dettagli di richieste per porre fine alle restrizioni che deve affrontare il suo movimento. Vananu ha anche presentato domanda di asilo in Norvegia e Svezia, le cui domande sono state finora bloccate. Dalla sua prima liberazione, è stato arrestato in numerose occasioni per violazione delle sue condizioni di liberazione. Ha scontato un ulteriore periodo di detenzione nel 2010.

La sezione di Wikipedia relativa ai "Premi e riconoscimenti" di Vananu è lunga quasi quanto la sezione che descrive in dettaglio tutti i suoi rapporti con la polizia dalla sua uscita nel 2004. Ha ricevuto numerose nomination per il premio Nobel per la pace e premi tra cui la LennonOno Grant for Peace, la medaglia Carl von Ossietzky del 2010, rilasciata dalla Lega internazionale per i diritti umani, e un elogio della Fondazione Teach Peace. Anche Amnesty International è intervenuta nel 2010, dichiarando la loro intenzione di dichiararlo "prigioniero di coscienza" se fosse stato nuovamente detenuto.

Tuttavia, al momento della scrittura, sembra che Vananu sia ancora tutt'altro che libero. Attualmente sta scontando una pena sospesa e le richieste di revoca delle sue restrizioni continuano a essere respinte. Vananu è senza dubbio visto come un eroe dalla comunità di mantenimento della pace, ma sembra chiaro che ci sono molte persone che continuano a guardarlo con una polarità opposta.

Torna in cima

Coleen Rowley

Mentre il nome di Coleen Rowley non è così noto come quello di Snowden o Assange, Rowley è un importante informatore recente. Molti sosterrebbero che le informazioni trapelate sottintendono che gli attacchi dell'11 settembre a New York avrebbero potuto essere prevenuti, o almeno ridotti in gravità. Rowley rimane un attivista impegnato fino ad oggi ed è stato insignito del premio "persona dell'anno" dalla rivista Time nel 2002.

Coleen RowleyNei primi anni

Rispetto ad alcuni degli altri informatori discussi qui, la prima vita di Coleen Rowley era tradizionale e semplice. È nata nel 1954 in una base militare americana in Virginia, ed è cresciuta a New Hampton, nello Iowa, insieme a quattro fratelli. La sua famiglia è descritta come "affiatata", e si dice che Rowley stessa sia stata "una perfezionista volitiva e dotata di talento accademico sin dalla tenera età".

I rapporti suggeriscono che Rowley era entusiasta di lavorare per i servizi di sicurezza fin dalla tenera età, dopo essere stato un fan di spettacoli di spionaggio come The Man di U.N.C.L.E. All'epoca, un opuscolo dell'FBI apparentemente affermava che non esisteva "nulla del genere" come agente femminile dell'FBI.

Dopo essersi laureata valedictorian al liceo nel 1973, Rowley andò al Wartburg College di Waverly, Iowa, dove fu presumibilmente rifiutata per una borsa di studio perché non aveva deciso i suoi piani futuri dopo la laurea. Dopo aver conseguito la laurea honoris causa in francese, ha continuato a studiare legge e ha superato il bar in Iowa nel 1980.

carriera

Dopo aver superato il bar nel 1980, la Rowley realizzò il suo sogno d'infanzia l'anno successivo quando entrò a far parte dell'FBI come agente speciale. Ha lavorato nella regione del Mississippi per i primi anni, prima di essere trasferita in un ufficio di campo a New York. Lì si è specializzata nel crimine organizzato. Ha anche svolto incarichi sul campo a Parigi, Montreal e altrove.

Il suo prossimo incarico fu l'ufficio dell'FBI a Minneapolis, dove lavorò come Chief Division Counsel. Ha insegnato legge a funzionari e agenti ed è stata responsabile di una serie di programmi governativi, tra cui la libertà di informazione, sensibilizzazione della comunità e confisca di beni. FBI 9-11

L'ufficio di campo dell'FBI a Minneapolis fu in seguito coinvolto nelle indagini sul sospetto terrorista Zacarias Moussaoui. Al momento in cui scrivo, Moussaoui sta scontando sei ergastoli senza libertà vigilata per avere un ruolo negli attacchi terroristici del World Trade Center dell'11 settembre.

Non è chiaro se Moussaoui fosse destinato a essere il cosiddetto "20o dirottatore", ma era già stato arrestato a Minneapolis e interrogato su tali trame terroristiche prima degli eventi dell'11 settembre, dopo che le bandiere erano state sollevate su di lui durante i corsi di addestramento di volo.

La denuncia di Colleen Rowley riguardava essenzialmente il modo in cui l'FBI apparentemente non era riuscito a rispondere alle informazioni raccolte dalle indagini su Moussaoui a Minneapolis. Insieme ad altri agenti, ha affermato di essere "frustrata" dal modo in cui le informazioni sono state gestite e ha ritenuto che l'America si fosse lasciata vulnerabile a un "dirottamento suicida".

Dopo il suo ritiro dall'FBI nel 2004, Rowley corse alla Camera dei Rappresentanti sotto la bandiera del Partito democratico-contadino-laburista del Minnesota. Dopo aver lottato per raccogliere fondi per la sua campagna, è stata picchiata da John Kline, il candidato repubblicano in carica.

Le perdite

La controversa "fuga" di Coleen Rowley ruota attorno a un memo di 13 pagine - un memo che ha preparato prima di comparire davanti a un comitato congressuale all'indomani degli attacchi.

Il problema più grave era il fatto che all'FBI di Minneapolis era stato negato il mandato di perquisire il computer di Zacarias Moussaoui mentre lo avevano tenuto in custodia. Rowley ha dichiarato nel suo memo che "avrebbero potuto essere fortunati e scoperto uno o due altri terroristi durante l'addestramento in volo", e che c'era "almeno qualche possibilità che (avrebbero potuto) limitare gli attacchi dell'11 settembre e il risultato perdita della vita." Coleen Rowley Perdite

Consapevole di ciò che stava potenzialmente dicendo, Rowley ha aggiunto una richiesta di protezione da informatore federale alla fine del suo memo.

Copie del memo furono consegnate a due membri del Senato Intelligence Committee e un altro a Robert Mueller, capo dell'FBI. Il memo è trapelato ai media.

Rowley in seguito ha testimoniato alla Commissione sull'11 settembre, accusando l'agenzia di "cadute - a causa della sua organizzazione interna e della cattiva gestione delle informazioni relative agli attacchi". La rivista Time ha successivamente affermato che "costrinse l'FBI e l'Amministrazione ad affrontare i loro fallimenti direttamente e pubblicamente. "

Un anno dopo l'indagine della commissione, Rowley ha ulteriormente criticato l'FBI, affermando in una lettera aperta che "l'ufficio non è pronto a gestire i nuovi attacchi terroristici". Un paio di mesi dopo, ha rinunciato alla sua posizione nel dipartimento legale e ha prestato servizio brevemente come agente speciale ancora una volta prima di ritirarsi nel 2004.

In seguito

Grazie al fatto che le rivelazioni di Rowley sono state fatte relativamente apertamente, non sta pagando un prezzo per la sua denuncia, né è considerata una traditrice. Nel 2002 le è stato assegnato il premio "persona dell'anno" della rivista Time, nonché il premio Sam Adams per la sua "integrità ed etica". Le conseguenze di Coleen Rowley

Al momento in cui scrivo, Coleen Rowley è una scrittrice, blogger e attivista. Si impegna a parlare e ha tenuto diverse conferenze alla sua università. Attualmente vive in Minnesota con suo marito e ha quattro figli.

Torna in cima

Mark Whitacre

Il whistleblowing di Mark Whitacre era incentrato sul mondo aziendale, piuttosto che sul mondo del governo e dei militari. Le sue rivelazioni sulla fissazione dei prezzi nel settore dell'alimentazione animale hanno rivelato un cartello che attraversava il globo. La storia di Whitacre è particolarmente interessante, dal momento che il suo fischio ha coinciso con la sua esposizione personale per frode e appropriazione indebita.

Mark WhitacreNei primi anni

Mark Whitacre è nato nel 1957. È cresciuto in un piccolo villaggio chiamato Morrow nella contea di Warren. Ha sposato il suo "tesoro delle superiori", Ginger Gilbert, nel 1979, e hanno tre figli.

Whitacre ha frequentato la Ohio University, dove ha completato la laurea e il master. Ha anche conseguito un dottorato in biochimica nutrizionale, conseguito presso la Cornell University nel 1983.

Dopo la laurea, ha assunto il ruolo di scienziato con Ralston Purina, un'azienda di alimenti per animali domestici che da allora è stata acquisita da Nestlé ed è ora conosciuta come Nestlé Purina PetCare.

carriera

Dopo aver lavorato per Ralston Purina, Mark Whitacre ha ricoperto il ruolo di Vice President di Digussa, una società di specialità chimiche.

Dopo cinque anni si è trasferito alla Archer Daniels Midland Company (ADM), dove inizialmente è stato assunto come presidente della divisione BioProdotti. ADM è un'enorme azienda di trasformazione alimentare, con oltre 30.000 dipendenti e un fatturato di oltre $ 60 miliardi, secondo Wikipedia. Nel giro di tre anni, Whitacre è stato nominato Corporate Vice President dell'azienda, oltre a mantenere il suo ruolo originale. Logo ADM

Fu durante il periodo di Whitacre all'ADM che divenne un informatore dell'FBI e un informatore, riguardo a un enorme scandalo di fissazione dei prezzi.

Whitacre è stato licenziato quando è stato rivelato il suo ruolo di informatore. Ha poi lavorato per Future Health Technologies (in seguito Biomar International) fino al 1998, quando è stato imprigionato per frode, come discusso di seguito.

Al momento in cui scriviamo, Mark Whitacre è Chief Operating Officer presso Cypress Systems Inc, una società biotecnologica fortemente coinvolta nella ricerca sul cancro.

Le perdite

Mark Whitacre è descritto online come il "dirigente di massimo livello di una società Fortune 500 nella storia degli Stati Uniti per diventare informatore". La sua storia è stata oggetto di un libro e di un film del 2009 interpretato da Matt Damon.

Lo scandalo Whitacre è stato coinvolto in un'enorme cospirazione di fissazione dei prezzi intorno al costo della lisina, un additivo ampiamente utilizzato per l'alimentazione animale. Si suggerisce che sia stata la moglie di Whitacre a metterlo sulla strada del whistleblowing, dopo aver dichiarato che avrebbe informato l'FBI di ciò che stava accadendo se non lo avesse fatto. Mark Whitacre Perdite

Cinque società sono state coinvolte nel cartello di fissazione dei prezzi, tra cui ADM, e altre in Giappone e Corea.

Whitacre ha collaborato direttamente con l'FBI per raccogliere informazioni che alla fine avrebbero portato alla rottura del cartello, insieme all'accusa di successo della società, che ha pagato una multa da $ 100 milioni da record. Grazie a azioni legali di classe e casi di follow-up in altri paesi, l'ADM totale che l'ADM ha dovuto pagare era considerevolmente di più, con una sola azione di classe che costava $ 400 milioni. Inoltre, diversi dirigenti dell'ADM sono stati mandati in prigione federale.

Ironia della sorte, è emerso che Whitacre era coinvolto in attività criminali proprie, qualcosa che alla fine ha confessato ai suoi contatti dell'FBI. Ha ammesso di essere coinvolto nel riciclaggio di denaro, appropriazione indebita e tangenti. Parte di questa attività criminale è avvenuta contemporaneamente a Whitacre che lavorava come informatore dell'FBI.

Whitacre si è dichiarato colpevole ed è stato condannato per evasione fiscale, frode e appropriazione indebita di poco meno di $ 10 milioni. Fu condannato a dieci anni e mezzo di prigione - molto più a lungo della sentenza pronunciata a coloro che aveva informato - e scontò otto anni e mezzo di quegli anni.

In seguito

Lo scandalo della stessa convinzione di Whitacre è andato in qualche modo ad offuscare il suo lavoro di informatore aziendale, anche se alcuni funzionari avevano fatto del loro meglio per vedere ridotta la sua pena.

Un libro intitolato "The Informant" di Kurt Eichenwald, che è stato successivamente adattato in un film, ha presentato Whitacre come qualcuno che è diventato sempre più mentalmente instabile mentre la situazione si svolgeva. Lo scrittore ha anche affermato di ritenere "eccessiva" la condanna di Whitacre per frode, soprattutto in considerazione del suo livello di collaborazione con il caso di fissazione dei prezzi. The Informant Movie

Non sorprende che si sia ipotizzato che ADM avesse avuto un ruolo nella severità della sentenza di Whitacre. Una teoria è che è stato riferito all'FBI solo perché è stato scoperto che stava lavorando come informatore. L'avvocato James B. Lieber, che ha scritto un libro sull'argomento, medita dove il governo "otterrà il prossimo Mark Whitacre dopo che i potenziali informatori osserveranno come è stato trattato Whitacre".

Molte persone hanno denunciato la condanna di Whitacre e la successiva sentenza. Il supervisore dell'FBI che ha gestito il caso di fissazione del prezzo ha affermato che "il caso di frode di Whitacre era minuscolo rispetto al caso dell'ADM", continuando a descriverlo come un "eroe nazionale". Ci sono stati anche molti tentativi di perdonarlo dopo la sua condanna.

Tuttavia, se essere indicato come un "eroe nazionale" è una ricompensa adeguata per oltre otto anni in prigione federale è una domanda a cui solo Mark Whitacre stesso potrebbe rispondere.

Torna in cima

Jeffrey Wigand

Le fughe di Jeffrey Wigand sulle attività del "grande tabacco" hanno aperto gli occhi del mondo al vero lato oscuro dell'America corporativa. Da quando ha divulgato apertamente informazioni sulle pratiche a cui si è opposto, è rimasto fedele alla sua causa. Continua a lavorare con organizzazioni che dissuadono i bambini dall'uso del tabacco.

Jeffrey WigandNei primi anni

Uno dei cinque figli, Jeffrey Wigand è nato a New York City nel 1942. Suo padre ha lavorato come ingegnere meccanico e la sua famiglia è stata descritta come "devotamente cattolica", con i suoi genitori che si dice siano "severi disciplinari".

Durante l'adolescenza di Wigand, la famiglia si trasferì fuori dal centro per spostarsi nello stato di New York. La loro nuova casa era Pleasant Valley, vicino a Poughkeepsie, dove Wigand avrebbe continuato a studiare al Dutchess Community College. Durante questo periodo ha anche lavorato come infermiera a tempo parziale in un ospedale vicino.

Dopo solo un anno al college, Wigand abbandonò la scuola, una mossa che suo fratello descrisse come una "ribellione per fuggire". Wigand si unì all'Aeronautica Militare Americana e originariamente era di stanza a Misawa, in Giappone. Trascorse anche un breve periodo in Vietnam nel 1963, ma non fu coinvolto in combattimenti attivi lì.

Wigand tornò all'istruzione dopo il suo tempo nelle forze armate. Ha frequentato l'Università di Buffalo, dove ha conseguito un Master e un dottorato in biochimica.

Wigand ha mostrato un'attitudine per l'esercizio fisico e le arti marziali durante la sua prima vita. Mentre era al college della comunità, guidò la squadra di sci di fondo e, durante il suo periodo in Giappone, gli fu assegnata una cintura nera nel judo. Successivamente ha incontrato sua moglie durante una lezione di judo mentre studiava all'università. In seguito avrebbero divorziato quando sarebbe tornata negli Stati Uniti da sola mentre Wigand lavorava all'estero.

carriera

A seguito dei suoi studi post-laurea, Wigand ha lavorato in una varietà di ruoli nel settore sanitario. Ha lavorato per Boehringer Mannheim Corporation, Pfizer e Union Carbide. Quest'ultimo ruolo lo ha visto tornare in Giappone, dove ha lavorato mettendo apparecchiature mediche attraverso studi clinici. Brown e Williamson Tobacco

Wigand è tornato negli Stati Uniti nei primi anni '80 e ha assunto un ruolo con Johnson e Johnson (come nota a margine, la sua seconda moglie era un rappresentante di vendita per l'azienda). Successivamente è diventato Senior Vice President di Technicon e President of Biosonics, una società più piccola che produce apparecchiature mediche.

Nel 1989, Wigand ha assunto l'incarico di Vice President of Research and Development presso Brown & Williamson, un'azienda che produce prodotti del tabacco. Secondo Wikipedia, la società ha lavorato allo "sviluppo di sigarette a danno ridotto".

Era il lavoro di Wigand in Brown e Williamson che lo avrebbe portato a diventare un informatore di alto profilo. Fu licenziato dalla compagnia nel 1993, una cosa che dice accadde perché era consapevole e si oppose al fatto che "i dirigenti approvavano consapevolmente l'aggiunta di additivi alle loro sigarette che erano noti per essere cancerogeni e / o che creano dipendenza". gli additivi includevano cumarina e ammoniaca.

Dopo aver lasciato Brown e Williamson, Wigand subì una sostanziale riduzione delle retribuzioni e divenne insegnante di scienze e lingua giapponese. Fino ad oggi, lavora ancora nell'istruzione in varie capacità di insegnamento e lavora con Smoke-Free Kids Inc, un'organizzazione da lui fondata che lavora con i giovani per dissuaderli dal fumo e avvisarli dei pericoli.

Le perdite

Al giorno d'oggi, i pericoli delle sigarette sono ampiamente noti, così come il numero di additivi che i produttori possono utilizzare per migliorare il sapore e aumentare le loro proprietà di dipendenza.

La cosa davvero impressionante del lavoro di Jeffrey Wigand come informatore è che è giusto sostenere che sono state le sue azioni a catalizzare questo tipo di informazioni diventando di dominio pubblico.

Dopo essere stato licenziato nel 1993, decise di sottrarre informazioni l'anno successivo, quando lavorò per la CBS come consulente per una storia sulle sigarette "antincendio". Un anno dopo, spinto da ciò che provava per le "menzogne ​​sui rischi per la salute delle sigarette" del settore, divenne veramente pubblico e fece una deposizione in un caso giudiziario del Mississippi contro le compagnie di sigarette. Grandi perdite di tabacco

Le sue prove erano dannose. Ha affermato che le compagnie del tabacco hanno "manipolato il contenuto di nicotina" e "mentito sulle proprietà di dipendenza della nicotina". Ha anche suggerito che invece di lavorare per sviluppare sigarette più sicure, le aziende produttrici di sigarette hanno "soppresso" tali sforzi.

Le sue prove sono state sufficientemente controverse per essere presenti nel Wall Street Journal, e in seguito ha accettato un'intervista su 60 minuti, in cui ha ripetuto pubblicamente le sue accuse.

In seguito

È difficile vedere il whistleblowing di Jeffrey Wigand come qualcosa di diverso da altruista ed eroico, e il suo successivo lavoro con Smoke-Free Kids Inc lo dimostra come un vero credente nella sua causa.

Due anni dopo essere apparso sulla CBS, è stato testimone esperto in un caso giudiziario che avrebbe portato al Master Translement Agreement, una sentenza storica che ha portato le compagnie del tabacco a pagare miliardi di dollari per curare le malattie legate al fumo. La sua storia avrebbe successivamente formato la trama di The Insider, un film biografico in cui Wigand era interpretato da Russell Crowe. Jeremy Wigand Aftermath

Jeffrey Wigand è stato anche riconosciuto per il suo lavoro con l'assegnazione di tre lauree honoris causa, tra cui un dottorato di ricerca presso il Connecticut College e un dottorato onorario della Medical Society of Nova Scotia.

Tuttavia, come sempre, Wigand non ha soddisfatto tutti con le sue perdite. Non sorprende che i suoi ex maestri pagatori nell'industria del tabacco non abbiano accettato gentilmente il suo fischio. Wigand ha parlato di molestie e minacce di morte e a volte ha dovuto nascondersi e persino assumere i servizi di una guardia del corpo. Si dice anche che lo stress derivante dalle sue rivelazioni lo abbia costretto ad abusare di alcolici - con vari incidenti correlati che hanno ricevuto pubblicità a causa di una "campagna diffamatoria".

Come con tutti i nostri informatori, le azioni di Wigand sono arrivate con notevole sacrificio personale. Un po 'modestamente, viene citato dicendo che ha semplicemente "fatto ciò che era giusto ... (non ha) rimpianti e lo avrebbe fatto di nuovo".

Wigand continua a tenere conferenze su questioni relative al tabacco e vive con sua moglie a Mount Pleasant, nel Michigan.

Torna in cima

disconoscimento

Questo eBook è stato messo insieme come omaggio rispettoso a tutti gli informatori sopra citati. È stata prestata attenzione a controllare le loro storie, con la maggior parte delle informazioni tratte da Wikipedia (e le fonti citate all'interno), così come Biography.com. Queste sono storie complesse, quindi se noti imprecisioni, non esitare a contattarci per consentirci di risolverle.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me