Quanto è privato / sicuro Windows? Windows 7, 8 e 10

Windows 10 è un incubo per la privacy. Quattro anni dopo il suo rilascio, Microsoft spera che tutti abbiano eseguito l'aggiornamento all'ultima versione di Windows. Molti utenti, tuttavia, stanno ancora utilizzando versioni precedenti del sistema operativo.


Per le aziende, questo è comprensibile. I costi di aggiornamento, i problemi con le versioni precedenti compatibili e l'eventuale necessità di riqualificare il personale sono tutti motivi per ritardare il trasferimento.

Windows 10 è stato progettato in parte per risolvere questi problemi, offrendo aggiornamenti incrementali, anziché modifiche diffuse con ogni nuova versione.

Ogni nuovo PC dal 2015 viene spedito con Windows 10, ma potrebbero esserci ancora alcuni utenti che persistono con hardware più vecchio che semplicemente non è mai riuscito ad accettare Microsoft con la sua offerta di un aggiornamento gratuito (che è stato esteso fino al 31 dicembre 2017).

Per molti, tuttavia, il motivo più logico per non eseguire l'aggiornamento alla versione più recente di Windows è che le versioni precedenti di Windows non sono così invasive per la privacy come Windows 10.

Quanto è privata la tua versione di Windows?

La tabella seguente indica quali dati potenzialmente condividono la tua versione di Windows.

Windows 10

Windows 8.1

Windows 8

Windows 7

Contatti dell'utente

No

No

No

Dati del calendario

No

No

No

Altri dati di personalizzazione

No

No

No

ID pubblicità

No

No

Posizione

Sì e inviato a partner di fiducia.

Sì, solo Microsoft.

Sì, solo Microsoft.

No

telemetria

Sì (tranne W10 Enterprise)

Sì*

Sì*

Sì*

* Telemetria: questo è il processo di registrazione e invio dei dati a un'altra fonte. Questo è fatto per "risoluzione dei problemi".

* Non sono stati raccolti dati di telemetria quando sono state rilasciate queste versioni di Windows, ma da allora sono state aggiunte tramite aggiornamenti automatici.

Windows 10

schermata iniziale di Windows 10

Sin dalla sua uscita nel luglio 2015, Windows 10 ha causato polemiche sui suoi numerosi fallimenti della privacy.

Ciò è particolarmente vero per i suoi servizi Bing e Cortana, che raccolgono molte informazioni personali su di te al fine di fornire un'esperienza altamente personalizzata.

Anche la raccolta automatica di dati di telemetria di Microsoft (a scopo di risoluzione dei problemi) ha destato preoccupazione.

Molti utenti potrebbero essere soddisfatti del compromesso tra privacy e convenienza che utilizza questi servizi, ma la mera quantità di informazioni che Microsoft può raccogliere su di te attraverso Windows 10 è preoccupante.

La maggior parte delle funzionalità che invadono la privacy può essere disabilitata e Microsoft ora fa un lavoro molto migliore nello spiegare cosa fanno e nel consentire agli utenti di spegnerli durante l'installazione rispetto a quando Windows 10 è stato rilasciato per la prima volta.

Gli utenti Windows sono ancora guidati verso l'accettazione di impostazioni predefinite che sono altamente invasive.

Questi includono la raccolta di contatti dell'utente, i dati del calendario e i dati di input associati per personalizzare la voce, la digitazione e l'input di input penna. Anche i dati di battitura e inchiostrazione vengono raccolti per migliorare il riconoscimento.

La maggior parte di questa raccolta di dati può essere disattivata, ma non è possibile annullare la raccolta di telemetria se non si utilizza Enterprise Edition di Windows 10.

Windows 8.1

Windows 8.1 non contiene Cortana e pertanto ha un'integrazione molto inferiore con il motore di ricerca Bing e non è necessario raccogliere dati di personalizzazione.

Ha introdotto gli ID pubblicitari. Si tratta di identificatori univoci che consentono alle aziende di indirizzare gli utenti con pubblicità personalizzata.

Durante il suo ciclo di vita attivo, Windows 8.1 non ha raccolto alcun dato di telemetria, tuttavia, non molto tempo dopo il lancio di Windows 10, Microsoft ha aggiunto la raccolta di telemetria a Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7 tramite il suo canale di aggiornamento automatico.

Windows 8

Questa versione di Windows ha introdotto il rilevamento della posizione. Una grande differenza rispetto al rilevamento della posizione molto più invasivo eseguito da Windows 10, tuttavia, è che i dati sulla posizione raccolti da Windows 8 e Windows 8.1 vengono inviati solo a Microsoft.

Come per Windows 8.1, la raccolta di telemetria è stata aggiunta retroattivamente a Windows 8 nel 2015.

Windows 7

Windows 7 è considerato da molti come l'ultima versione di Windows senza funzionalità integrate specificamente progettate per invadere la privacy degli utenti.

Come con entrambe le versioni di Windows 8, tuttavia, questa distinzione è stata in qualche modo rovinata dall'aggiunta retroattiva della raccolta di telemetria.

Il problema più grande per gli utenti di Windows 7 è che il sistema operativo di dieci anni sta raggiungendo la fine della sua vita. Il 14 gennaio 2020 il supporto ufficiale da parte di Microsoft termina.

Ovviamente, la tua copia di Windows non smetterà improvvisamente di funzionare, ma non riceverà più aggiornamenti di sicurezza fondamentali.

I vantaggi della privacy di continuare a utilizzare Windows 7, anziché l'aggiornamento a una versione più recente di Windows dopo questa data, sono ampiamente compensati dal rischio per la sicurezza rappresentato dall'utilizzo di un sistema operativo che non è patchato per soddisfare le ultime minacce alla sicurezza.

Macchine Windows a 32 bit contro 64 bit

I PC più moderni sono dotati di processori a 64 bit. Questi sono molto più veloci dei vecchi processori a 32 bit, che si limitano anche all'utilizzo di soli 4 GB di RAM.

Per sfruttare un processore a 64 bit, i programmi devono essere scritti in modo specifico per supportare il suo set di istruzioni. Questo include Windows.

L'unica differenza tra le versioni a 32 bit di Windows e le versioni a 64 bit di Windows è che le versioni a 64 bit possono sfruttare appieno i processori a 64 bit.

Le versioni a 32 bit di Windows funzionano bene su macchine con processori a 64 bit, ma le versioni a 64 bit di Windows richiedono processori a 64 bit per l'esecuzione.

Fondamentalmente, non ci sono implicazioni sulla privacy relative al fatto che un computer Windows sia a 32 o 64 bit.

A meno che tu non stia utilizzando un PC molto vecchio, dovresti anche scegliere le versioni a 64 bit dei programmi (come le app VPN) perché offrono prestazioni migliori. Tuttavia, se è disponibile solo una versione a 32 bit (come spesso accade per fornire la compatibilità con le versioni precedenti), è possibile utilizzarli.

Un'alternativa a Windows

Se sei serio sulla tua privacy, usa invece Linux.

Linux è un sistema operativo gratuito e open source che può fare quasi tutto ciò che Windows può fare. A differenza di Windows, Linux è costruito pensando alla privacy. Alcune versioni di Linux sono più incentrate sulla privacy rispetto ad altre, ma qualsiasi versione di Linux è più rispettosa della privacy anche di Windows 7.

Molti programmi Windows "di punta" sono disponibili anche per Linux e, laddove non lo sono, di solito esiste una buona alternativa Linux open source.

Un'eccezione a questa regola sono i giochi. Piattaforme come Steam offrono supporto per i giochi Linux, ma ce ne sono molti meno disponibili rispetto a quelli di Windows. Una soluzione popolare a questo problema è quella di impostare un sistema a doppio avvio, in cui Windows viene utilizzato esclusivamente per giocare.

Linux è molto più user-friendly di quanto non fosse, ma la sua curva di apprendimento rimane molto più ripida rispetto a Windows. Non è quindi un'opzione realistica per tutti. Ma per coloro che sono disposti a fare un piccolo sforzo in esso, Linux offre un'esperienza di elaborazione molto più privata rispetto a Windows o qualsiasi altro sistema operativo in circolazione.

Sistema operativo Linux

Linux è disponibile in una serie quasi sconcertante di versioni, chiamate "distribuzioni". Esistono più distribuzioni incentrate sulla privacy, ma Linux Mint è specificamente progettato per rendere il passaggio da Windows a Linux il più indolore possibile.

E un altro modo per proteggere la tua privacy è usare una VPN per Linux.

Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me