Una guida alla sicurezza di Internet: come proteggere i bambini e gli adolescenti online

Internet è uno strumento utile che può essere utilizzato a fini educativi, sociali e di intrattenimento. Sebbene le risorse di Internet siano eccezionali, è anche importante ricordare che il cyberspazio può ospitare potenziali problemi di sicurezza e privacy per i tuoi figli.

Come nativi digitali i tuoi figli sono vulnerabili e mentre il prossimo raccolto è destinato a essere la generazione più esperta di tecnologia di tutti i tempi - c'è ancora un numero enorme di insidie ​​che li attendono di cui i genitori devono essere consapevoli.

Contents

Perché è importante la sicurezza di Internet?

I pericoli del mondo connesso sono reali tanto quanto i benefici, ei genitori devono capire i problemi che i loro figli dovranno affrontare online. In questo articolo, metteremo in evidenza le considerazioni più importanti - mentre ti guidiamo attraverso tutti i passaggi necessari per garantire che le attività di tuo figlio non li portino a pericoli online o ripercussioni nel mondo reale.

Abbiamo trascorso anni a fornire ai consumatori consigli sulla privacy digitale e la sicurezza di Internet e durante quel periodo abbiamo esplorato molti argomenti di sicurezza online utili ai genitori.

Non esiste un unico software che i genitori possano utilizzare per fornire ai propri figli una sicurezza online completa. Invece, crediamo fermamente che la conoscenza dei genitori sia la chiave per ridurre al minimo i rischi che i giovani affrontano online.

In questa guida, ti guideremo attraverso le migliori soluzioni software che puoi utilizzare, spiegando anche perché l'attenzione, la conoscenza e l'educazione sono altrettanto importanti.

Cosa esistono i pericoli online?

Internet è pieno di interessanti opportunità di apprendimento ed esplorazione e non è nostra intenzione spaventare i genitori affinché i loro figli evitino questa fantastica risorsa. Invece, miriamo a fornire informazioni sui suoi potenziali pericoli, oltre a consigli costruttivi per affrontarli.

Per iniziare, abbiamo creato un elenco dei maggiori pericoli che affrontano bambini e adolescenti oggi.

cyberstalking

Il cyberstalking è l'atto di utilizzare Internet o il servizio online per molestare qualcuno. Nel peggiore dei casi, il cyberstalking può avere un impatto agghiacciante sulla vita della sua vittima, motivo per cui è così importante proteggere i bambini da esso.

Grazie ai servizi di social media non è mai stato così facile osservare le persone online. Mentre la condivisione tramite Facebook, Instagram o Twitter può essere un passatempo divertente, l'eccessiva condivisione può essere pericolosa perché è possibile che gli estranei diventino ossessionati da te o dalle attività della tua famiglia.

I genitori devono capire che qualsiasi informazione caricata su Internet potrebbe renderti vulnerabile al cyberstalking.

Cyber ​​bullismo

Secondo Kids Health, il cyberbullismo di solito avviene all'interno del gruppo di pari di un bambino. Ciononostante, il cyberbullismo può essere estremamente preoccupante e qualsiasi informazione che tuo figlio pubblica online potrebbe farne vittime.

Il cyberbullismo può variare dalla presa in giro occasionale ai casi che comportano una grave minaccia per la salute e la sicurezza mentale di un bambino. Le statistiche suggeriscono che circa il 50% dei bambini è stato esposto a qualche forma di bullismo online, il che significa che è essenziale per i genitori proteggere i propri figli.

Quando si tratta di fornire assistenza, il software non è attualmente in grado di sostituire l'occhio vigile e l'attenzione dei genitori. Ciò che è importante ricordare è che i bambini spesso si dimostrano riluttanti a discutere di problemi di cyberbullismo, il che significa che i genitori devono affrontare il potenziale problema frontalmente.

Discussioni aperte e frequenti possono aiutare i bambini a sentirsi più sicuri delle chiacchiere sui loro problemi ed è di vitale importanza per i genitori rinforzare che il loro bambino non si troverà nei guai, qualunque cosa sia accaduta loro online.

Vale anche la pena ricordare che la Megan Meier Foundation afferma che il 15% degli adolescenti ammette di essere i cyberbulli stessi. I genitori, devono cercare di essere vigili per qualsiasi prova che il loro bambino possa recitare e maltrattare gli altri.

Contenuto osceno e offensivo

Internet crea un'opportunità per i bambini di essere esposti alla pornografia quasi quotidianamente. È per questo motivo che è così importante per i genitori monitorare ciò che i loro figli fanno online - e impostare il blocco genitori per garantire che i contenuti per adulti non siano facilmente accessibili.

Secondo GuardChild, il 70% dei bambini ha riscontrato accidentalmente pornografia online e che solo un terzo delle famiglie utilizza filtri o software di controllo parentale per impedire che ciò accada.

Il software da solo non è in grado di impedire ai bambini di imbattersi in pornografia, poiché ogni console di gioco, smartphone, tablet e Smart TV è un potenziale punto di accesso. Per questo motivo, i genitori devono rimanere vigili.

Inoltre, l'NSPCC afferma che circa il 25% dei bambini è stato esposto a "messaggi razzisti o di odio" online. Questo tipo di materiale è prevalente online, il che significa che i genitori devono monitorare e comunicare con i propri figli su tutto il materiale potenziale che potrebbero trovare online. I genitori dovrebbero anche impostare blocchi dei genitori su qualsiasi contenuto che sia considerato odioso o comunque inquietante.

Sextortion

La sestorsione implica l'uso di materiale condiviso online per estorcere una vittima, motivo per cui è essenziale insegnare ai bambini che non devono condividere immagini rivelatrici di se stessi online in nessuna circostanza. Alcuni giovani sono stati persino costretti a incontri sessuali per impedire la diffusione delle loro foto.

Il modo migliore per ridurre al minimo la possibilità che tuo figlio diventi una vittima è portare a casa il punto in cui qualsiasi cosa condivisa online può essere trasmessa e che è comune che le immagini condivise online vengano utilizzate per ricattare le vittime. Anche le immagini condivise con amici fidati o cotte possono in seguito provocare vendetta porno o condivisione indesiderata tra gruppi di pari. Un preoccupante 11% degli adolescenti ha ammesso di condividere foto di se stessi online o tramite messaggi di testo.

Reati sessuali su minori

Questa è forse la prospettiva più spaventosa, ma è importante capire che il potenziale per i bambini di incontrare gli autori di reati sessuali online.

In alcuni casi, in seguito i bambini continuano a incontrare persone che incontrano online nella vita reale, motivo per cui è essenziale che tutti i tutori sappiano individuare potenziali segni di cura.

Le cifre hanno precedentemente suggerito che ben uno su sette bambini sono stati esposti a una sorta di sollecitazione sessuale online. I genitori dovrebbero comunicare con i propri figli sui pericoli legati all'incontro con estranei online ed essere vigili per qualsiasi comunicazione insolita sui dispositivi dei propri figli per assicurarsi che non si formino relazioni malsane con estranei.

Minacce tecniche e truffe

I criminali informatici sanno che i bambini sono più sensibili a determinati tipi di minacce. Come gli adulti, i bambini e gli adolescenti sono spesso presi di mira dagli hacker che inviano loro malware, tentativi di phishing e altre truffe su Internet.

I pop-up malevoli che provocano esposizione a spyware e malware sono spesso incorporati in siti apparentemente banali per i bambini. I criminali informatici sanno che i bambini usano spesso il PC o il laptop dei genitori, il che significa che se trovano un punto d'appoggio su una macchina potrebbero finire per rubare i dati di accesso o i dettagli della carta dei genitori.

Gli adolescenti sono anche un obiettivo comune per i truffatori che cercano di vittimizzarli con offerte false, omaggi e versioni piratate illegali di software, giochi, film o musica.

I bambini spesso imparano dove scaricare film e programmi TV gratuiti dai loro amici, e i potenziali pericoli possono essere motivo di preoccupazione se il bambino non è esperto su come individuare eseguibili dannosi sui siti Web di download.

Anche lo streaming di contenuti gratuiti online può esporre i bambini a virus e malware, il che significa che i bambini devono essere educati a non fare clic su pop-up e collegamenti e a chiuderli invece.

Il download tramite siti BitTorrent è illegale e, se il tuo indirizzo IP è contrassegnato, la persona che paga il conto potrebbe dover affrontare fatture o potenziali azioni legali. Per questo motivo, è essenziale educare i bambini sui pericoli del download di contenuti piratati.

Educazione e consapevolezza su come utilizzare i siti Web in modo sicuro è il modo migliore per procedere. Forse ancora più importante, i genitori devono anche informarsi sulle truffe su Internet come il phishing, che sono progettate per rendere le vittime parte dei loro dettagli personali. Questi dati sono preziosi e, sebbene i minori abbiano meno probabilità di avere conti bancari e carte di credito, i loro dati personali potrebbero comunque essere utilizzati per il furto di identità, il che potrebbe causare problemi in corso più avanti nella vita.

Infine, le micro-transazioni in-game sono un'altra possibilità. Ciò consente ai bambini di avanzare ulteriormente nei giochi o ottenere funzionalità o personaggi extra, in cambio di denaro. Sebbene non si tratti di una truffa, potrebbero comportare che tuo figlio accumuli enormi fatture sulla tua carta di credito o debito connessa.

Privacy online

L'uso dei servizi online e dei social media è il modo più semplice per violare la tua privacy. Per questo motivo, è essenziale che i genitori aiutino i bambini a capire cosa è sicuro condividere e cosa no. Le impostazioni sulla privacy dovrebbero essere utilizzate per intero e i bambini dovrebbero essere incoraggiati a evitare di fornire informazioni personali che potrebbero comportare il loro targeting da parte dei cyberstalker.

I fornitori di servizi come Facebook hanno una terribile esperienza nel mantenere privati ​​i dati dei consumatori. Per questo motivo, i bambini dovrebbero essere incoraggiati a trattenere il più possibile le informazioni personali da tali piattaforme (anche all'interno di messaggi privati).

I dispositivi connessi a Internet possono anche violare la privacy dei minori. La società dietro CloudPets in precedenza ha subito una violazione della sicurezza che ha rivelato i dettagli di accesso di quasi un milione di clienti. Quella violazione ha esposto milioni di registrazioni create dai bambini agli hacker. VTech, un'altra azienda che produce giocattoli, ha lasciato accidentalmente le foto dei bambini su un server non protetto, consentendo nuovamente ai criminali informatici di accedervi.

Mentre ci sono piccoli genitori che possono fare per fermare questo tipo di violazioni, i genitori possono aiutare i loro figli assicurando che usino sempre e solo i prodotti connessi realizzati da rinomati produttori. I dispositivi e i giocattoli connessi economici (forse fabbricati in Cina o altrove) ospitano più potenziali difetti, che potrebbero consentire a tali dispositivi di essere hackerati o aggiunti alle botnet.

Raccomandiamo ai genitori di prestare molta attenzione alle fasi di configurazione di tutti i dispositivi collegati per assicurarsi che utilizzino password complesse e uniche. I genitori devono anche essere vigili per eventuali problemi di sicurezza che potrebbero sorgere con uno di questi prodotti e devono essere pronti a ottenere aggiornamenti e patch non appena vengono resi disponibili.

Internet moderno: il buono e il cattivo

Considerando le minacce sopra descritte, i genitori sarebbero perdonati per aver considerato di cancellare la loro banda larga e di elencare tutti i dispositivi elettronici della famiglia su eBay.

Tuttavia, la realtà è che Internet è uno strumento educativo che cambia la vita, che può consentire ai bambini di imparare qualsiasi cosa. Questo è il motivo per cui l'accessibilità di Internet viene utilizzata come strumento di misurazione da Freedom House nel giudicare i livelli di libertà in tutto il mondo.

A tutti dovrebbe essere concesso l'accesso a Internet, motivo per cui i genitori dovranno essere al passo con tutte le sue potenziali insidie.

Come proteggere la tua famiglia

Forse la regola generale più importante che viene a Internet è che deve essere utilizzata in modo responsabile. I genitori dovrebbero usare Internet con i propri figli e devono sempre offrire supporto e supervisione quando lo fanno.

Certo, molte delle minacce online sopra descritte diventano più rilevanti quando i giovani iniziano a raggiungere l'adolescenza. Tuttavia, la minaccia di fare clic sui popup e di accettare le autorizzazioni è ancora più probabile quando i bambini sono più giovani. È sempre una buona idea iniziare la loro formazione in anticipo, per assicurarsi che siano già attenti a tutti i rischi online mentre crescono.

Soprattutto, è essenziale chiarire che Internet è qualcosa che verrà sempre utilizzato sotto controllo.

Regole della casa per il computer

Avere regole di casa per i computer è un buon punto di partenza per le famiglie che vogliono mitigare i pericoli posti da Internet. Diverse famiglie avranno, senza dubbio, approcci diversi. Tuttavia, di seguito abbiamo fornito dieci possibili regole della casa che sono considerate le migliori pratiche.

1. Tenere i computer nelle aree di vita

Il posto migliore per il computer di famiglia è in una zona comune, dove i bambini sanno che un genitore può guardarsi alle spalle in qualsiasi momento. Ciò assicurerà che i bambini capiscano che vengono supervisionati.

2. Attuare un "embargo su Internet".

La limitazione dell'accesso di tuo figlio a Internet può aiutare a garantire che non si affezionino ossessivamente all'essere online. I bambini dovrebbero anche impegnarsi in attività fisiche e giochi e i genitori dovrebbero cercare di assicurarsi che i loro figli trascorrano del tempo facendo una varietà di attività.

Internet dovrebbe essere utilizzato principalmente a scopi educativi, con il tempo per socializzare o l'intrattenimento online attentamente limitato entro limiti appropriati. Per i bambini più piccoli, rimuovere un dispositivo o uno smartphone connesso a Internet da loro al momento di coricarsi è del tutto appropriato.

3. Concordare che i genitori “amici” i bambini sui loro social network

Quando i bambini iniziano a desiderare la propria presenza sui social media, è vitale per i genitori amarli su quella piattaforma. Ciò consentirà loro di monitorare l'attività e le interazioni dei propri figli. Il genitore dovrebbe inoltre avere la possibilità diretta di accedere a tale account per monitorare il contenuto dei messaggi e rivedere le impostazioni sulla privacy su base regolare per garantire che la presenza online del minore sia sicura.

4. I genitori devono avere accesso con password ai dispositivi dei bambini

I bambini non dovrebbero avere dispositivi protetti da password che consentano loro di bloccare la loro attività. I genitori dovrebbero insistere nel conoscere il numero o la sequenza del pin di blocco dello schermo del bambino per assicurarsi di poter monitorare tutte le app sui propri dispositivi.

È anche importante essere consapevoli del fatto che è possibile eliminare le app e reinstallarle su base giornaliera. Per questo motivo, potrebbe essere necessario monitorare la cronologia dell'app store del bambino (o impostare un blocco genitori sull'app store in modo che il figlio debba passare attraverso il genitore per accedere alle nuove app).

Per quanto riguarda gli adolescenti, vale la pena ricordare che la cronologia di un app store può essere cancellata ogni giorno. Se la cronologia viene cancellata, dovresti chiedere a tuo figlio perché la stanno cancellando così regolarmente. Se vengono eliminati regolarmente, è possibile che ci sia motivo di preoccupazione, poiché il bambino sta tentando di nascondere l'uso di un'app.

5. I genitori approvano o mettono il veto all'uso di nuovi social network

Se un bambino è interessato a unirsi a un nuovo social network, è importante che capiscano che devono prima chiedere l'autorizzazione.

L'NSPCC fornisce un'utile risorsa che aiuta i genitori a conoscere i nuovi social network, cosa fanno e per quali età sono adatti. Inoltre, i genitori dovrebbero mettere un blocco genitori nell'app store del proprio figlio per assicurarsi che non possano ottenere app senza permesso.

6. I bambini devono informare i genitori prima di fornire informazioni personali online

La consegna di informazioni personali online dovrebbe essere l'eccezione, piuttosto che la regola. I bambini dovrebbero capire perché è una cattiva idea distribuire indirizzi e numeri di telefono e dovrebbero essere incoraggiati a verificare con un genitore ogni volta che viene richiesto questo tipo di dati.

I genitori dovrebbero spiegare ai bambini che non consegnano mai i propri dati personali a meno che non sia necessario.

7. I bambini devono usare la chat online solo con le persone con cui parlano nella vita reale

Questo dovrebbe essere un gioco da ragazzi, ma GuardChild afferma che quasi il 70% degli adolescenti viene regolarmente contattato da estranei online a insaputa dei loro genitori. Promemoria costanti su questo sono di fondamentale importanza e deve essere attuata una supervisione per garantire che le regole vengano seguite.

8. Le cronologie di navigazione Web non devono essere eliminate

I giovani che eliminano continuamente la loro cronologia web generalmente guardano cose che non vogliono che gli altri sappiano. Pertanto, potresti voler rendere la cancellazione della cronologia del browser un'azione proibita per i tuoi figli. Lo stesso vale per l'uso di "modalità di navigazione in incognito" o privata, per evitare di conservare la cronologia. Se un bambino ha trascorso ore a navigare online e non c'è storia da mostrare per questo, questo è probabilmente motivo di preoccupazione.

9. I bambini devono denunciare il bullismo o qualsiasi cosa angosciante che vedono online

Incoraggiare i tuoi figli ad essere aperti su ciò che incontrano online (con la sicurezza che farlo non li metterà nei guai) è un ottimo modo per tenere aperte le linee di comunicazione.

Una discussione aperta e in corso su argomenti come il cyberbullismo dovrebbe aiutare a far sentire i bambini più a loro agio nel condividere i loro problemi. I bambini hanno molte più probabilità di essere aperti con i genitori quando credono sinceramente che i genitori siano dalla loro parte e vogliono aiutare.

10. Le violazioni devono significare una perdita di privilegi

È quasi inevitabile che i bambini pieghino le regole ad un certo punto. Quando lo fanno, è importante che i genitori seguano le loro sanzioni minacciate, altrimenti nessuno prenderà sul serio le regole in futuro. Supportare i bambini è essenziale, ma una violazione diretta delle regole della casa dovrebbe essere punita quando necessario.

Installazione del software antivirus

Un programma antivirus è essenziale per la salute del tuo computer ed è la prima linea di difesa contro i programmi indesiderati. Un buon software antivirus esegue attivamente la ricerca di tutti i programmi dannosi, inclusi virus, malware, spyware, trojan e worm. E alcuni servizi possono persino avvisarti contro i siti Web di truffa e i tentativi di phishing.

Ecco alcuni suggerimenti da tenere presenti quando si tratta di software antivirus:

1. Non tutti i software antivirus sono uguali

Vale la pena controllare le recensioni prima di scegliere il software antivirus in quanto non tutti i prodotti offrono una protezione a tenuta stagna. Pagare di più per l'antivirus non ti garantirà necessariamente una migliore sicurezza. Anche alcune opzioni gratuite di base forniscono gli strumenti antivirus più necessari di cui hai bisogno. Quindi, fai le tue ricerche.

2. Nessun software antivirus è efficace al 100%

È impossibile che qualsiasi prodotto antivirus sia efficace al 100% e non ne troverai uno che afferma di esserlo. Questo perché la protezione da virus e malware è un gioco costante di gatto e topo, in cui gli hacker creano nuovi exploit e i fornitori di antivirus devono lottare per proteggere i loro utenti da loro. In quanto tale, l'istruzione e la vigilanza sono fondamentali, così come l'aggiornamento permanente dell'antivirus scelto.

3. Anche i Mac hanno bisogno dell'antivirus

Se Apple Mac abbia bisogno di un software antivirus è stato oggetto di molte discussioni. Tuttavia, in questi giorni si concorda che i Mac devono essere protetti. Ci sono frequenti segnalazioni di nuovi virus specifici per Mac e avvertimenti che i Mac non sono così sicuri come la gente pensa. Per questo motivo, consigliamo vivamente di ottenere un antivirus per Mac.

Prendi in considerazione un motore di ricerca adatto ai bambini

Esistono alternative ai motori di ricerca popolari come Google e Yahoo che offrono ai bambini una protezione aggiuntiva contro l'incapacità di contenuti indesiderati

  1. KidRex.org si colloca al vertice della tecnologia di ricerca di Google con l'intenzione di riportare solo risultati a misura di bambino.
  2. KidsClick! solo portando risultati curati da contenuti che sono stati proiettati dai bibliotecari negli Stati Uniti.
  3. KidTopia è rivolto ai bambini in età prescolare e serve solo siti "approvati dall'educatore".

Sebbene non esista un modo completo per impedire magicamente ai minori di trovare contenuti inappropriati online, i siti di cui sopra possono ridurre notevolmente il potenziale di inciampo su materiale indesiderato. Pertanto, ti consigliamo di impostare una di queste opzioni come pagina iniziale sul PC di famiglia - mentre utilizzi il blocco genitori per rimuovere l'accesso ad altri motori di ricerca popolari (in particolare per i bambini più piccoli).

Usa il controllo genitori

L'implementazione del controllo genitori è il modo migliore per garantire la sicurezza online dei tuoi figli. Tuttavia, durante l'utilizzo di questi controlli è efficace - non dovrebbe mai essere considerato un sostituto per la supervisione dei genitori.

Altri genitori non implementeranno necessariamente gli stessi controlli e le stesse regole della casa. Ciò può significare che tutti i tuoi sforzi vengono annullati se tuo figlio visita la casa di un amico o anche se usa lo smartphone di qualcun altro. Nonostante ciò, i controlli parentali offrono il miglior metodo di protezione disponibile.

Inoltre, è una buona idea discutere l'uso del controllo parentale con i genitori degli amici dei tuoi figli - per assicurarsi che abbiano visto questo articolo e capire come rendere la loro casa sicura.

1. Controllo genitori a livello di connessione

Alcuni provider di servizi Internet consentono di impostare il controllo genitori, che blocca automaticamente tutta la pornografia e altri contenuti potenzialmente offensivi. In alcuni paesi (come il Regno Unito) questi controlli sono attivati ​​per impostazione predefinita, il che significa che è necessario disattivare il filtro per accedere a qualsiasi contenuto per adulti (e una varietà di altri siti Web che vengono spazzati via nel processo).

Questo tipo di protezione generale può essere utile e i genitori che decidono di bloccare tutti i contenuti per adulti possono scegliere di utilizzare una VPN per riottenere l'accesso autonomamente. Tuttavia, per i genitori che non vogliono chiudersi fuori dai contenuti per proteggere i propri figli, sono disponibili altre opzioni.

Vale anche la pena notare che qualsiasi blocco di siti Web applicato dagli ISP può anche essere aggirato facilmente dai bambini che utilizzano una VPN o un proxy. Per questo motivo, è essenziale assicurarsi di monitorare l'uso da parte dei bambini di una VPN e, se necessario, utilizzare la blacklist o il software di blocco DNS di Net Nanny per assicurarsi che i kis non possano accedere a determinati siti Web anche con una VPN.

2. Controllo genitori del sistema operativo

Negli ultimi anni, le opzioni di controllo parentale integrate nei sistemi operativi sono notevolmente migliorate. Sui Mac, ad esempio, i genitori possono configurare gli account utente dei bambini in modo che funzionino solo in determinati momenti e bloccare l'accesso a determinati siti Web e app. È anche possibile impedire a un bambino di utilizzare la webcam di un computer, se questo è considerato una preoccupazione.

Le opzioni per Microsoft Windows sono simili, con restrizioni di app, giochi e siti Web tutte possibili. Dettagli disponibili qui. Sfortunatamente, l'insistenza di Microsoft nel legare tutte queste opzioni agli account Microsoft online rende piuttosto laboriosa la configurazione. Tuttavia, è importante farlo.

3. Software di controllo genitore dedicato

Software come Net Nanny porta la sicurezza di Internet a un livello superiore. Fornisce funzionalità per il blocco dei contenuti, il controllo dell'accesso ai social media e persino il monitoraggio dell'utilizzo di Internet da parte della famiglia in modo da sapere esattamente a cosa si accede e quando.

Net Nanny è disponibile anche su dispositivi mobili Android e iOS, il che significa che può essere utilizzato per bloccare i dispositivi mobili che i bambini usano fuori casa (a scuola o altrove).

Il principale svantaggio è che la complessità di questo tipo di software può rendere la configurazione un po 'problematica. Anche se questo richiederà un piccolo sforzo, vale sicuramente la pena farlo perché i bambini che usano dispositivi con il controllo genitori sono molto più sicuri di quelli che usano connessioni non protette.

Adolescenti e Internet

Gli adolescenti tendono a perseguire la loro indipendenza in modo più deciso, il che può rendere più difficile la loro sicurezza online. Con il paradigma sociale di oggi così strettamente connesso al cyberspazio, è inevitabile che i problemi relativi a Internet siano prevalenti durante la genitorialità.

Come sempre, è necessario raggiungere un delicato equilibrio tra la concessione della libertà e la sicurezza. Questo equilibrio sarà unico per le singole dinamiche familiari e le personalità dei singoli bambini.

Cyberbullismo, stalking, predatori - e le altre minacce discusse in questa guida - diventano tutti più pertinenti quando un bambino entra nella sua adolescenza; quindi i genitori devono lavorare duramente per trovare fiducia e rapportarsi con il proprio figlio.

Gli psicologi infantili suggeriscono un graduale rilassamento delle regole della casa precedentemente discusse quando i bambini crescono. E, se hai implementato con successo la cyber education fin dalla tenera età, avresti dovuto assicurarti che:

  1. I tuoi figli sono già a conoscenza dei tipi di rischi online che potrebbero affrontare.
  2. I bambini Yoru sanno che possono venire da te per chiedere aiuto e consigli senza timore di giudizio e punizione.
  3. I tuoi figli sanno che sei acceso e che è improbabile che vengano ingannati.

Questo è il motivo per cui i genitori devono educarsi sui pericoli online e non lasciare tutta la conoscenza nelle mani dei loro figli.

sexting

Secondo DoSomething.org, il 24% dei bambini tra i 14 e i 17 anni è stato coinvolto in una qualche forma di sexting nudo. Quindi, mentre l'argomento del sexting può essere difficile da sollevare con i tuoi figli, è necessario farlo.

Un approccio consiste nel condividere con loro alcune delle statistiche di DoSomething.org. I bambini devono capire che una persona su cinque condivide le comunicazioni private con terze parti a cui inizialmente non erano destinate.

Agli adolescenti deve essere insegnato che nulla è veramente privato una volta diffuso online. Il potenziale per vendetta porno deve essere completamente spiegato.

Relazioni online & Incontrare estranei nella vita reale

Secondo le statistiche, un terzo dei ragazzi dai 15 ai 18 anni tenta di incontrare persone che incontra online nella vita reale. Spesso, questo è probabilmente innocente e quante moderne amicizie si formano, forse hanno incontrato bambini di altre scuole locali a cui piace la musica simile o hanno gli stessi hobby.

Tuttavia, incontrare estranei nella vita reale può comportare pericoli molto seri, motivo per cui i giovani devono essere monitorati e dotati di regole. Questo è un eccellente esempio di come le regole della casa, la coerenza dei genitori e la costante vigilanza si uniscono per facilitare il processo di protezione dei bambini.

I genitori devono cercare di essere coinvolti nell'accertare esattamente chi i loro figli stanno decidendo di incontrare e perché. E dovrebbero cercare di garantire che ciò accada in uno spazio pubblico o nella sicurezza della stessa casa di famiglia.

Ancora una volta, questa è un'area delicata, in cui i genitori devono trovare un ragionevole equilibrio tra la rinuncia al controllo sulla prole e la sicurezza e la supervisione.

Gli psicologi infantili concordano sul fatto che è preferibile lottare per un dialogo aperto in cui gli adolescenti si sentano abbastanza a loro agio da dire ai loro genitori cosa intendono fare. Tuttavia, ricordano anche ai genitori che il livello di responsabilità offerto ai bambini deve essere valutato caso per caso, perché non tutti i bambini sono uguali.

Comportamento online e pesca a traina

È probabile che tutti gli adolescenti siano esposti a un certo livello di traina online e comportamenti odiosi. Le statistiche suggeriscono che un numero considerevole di adolescenti sono vittime o autori di questo tipo di comportamento.

Ad esempio, uno studio su Internet più sicuro nel Regno Unito, riportato da The Guardian, ha rilevato che l'80% degli "adolescenti aveva visto o sentito odio online durante i 12 mesi precedenti".

Ancora una volta, il dialogo aperto tra giovani e genitori è il miglior modo di agire.

Sicurezza dei dispositivi mobili

Smartphone e tablet rendono più difficile proteggere i minori online. In precedenza, abbiamo discusso dell'uso dei controlli parentali e alcuni di questi possono essere implementati su dispositivi mobili. È possibile bloccare l'accesso ai contenuti per adulti a livello di rete, in modo che questi siti Web vengano bloccati quando i bambini navigano in Internet tramite connessioni di rete mobile 3G, 4G o 5G. Su alcune reti cellulari, questa impostazione di filtro è l'impostazione predefinita. Tuttavia, tutto questo esce dalla finestra se tuo figlio si connette a una rete WiFi senza tale filtro in atto.

L'uso di software come Net Nanny è il più vicino possibile al "blocco" del dispositivo di un bambino con le tue preferenze. Tuttavia, l'istruzione e il monitoraggio rimangono importanti. Non puoi trasferire la responsabilità della protezione online dei tuoi figli al software, indipendentemente da quanto paghi.

Sicurezza Wi-Fi

Le reti WiFi gratuite sono sia una benedizione che una maledizione. Essere in grado di collegarsi online gratuitamente è un lusso che può far risparmiare denaro ai genitori, tuttavia, significa che le regole della casa e i blocchi che hai impostato a casa non sono più in atto.

Inoltre, le reti WiFi pubbliche presentano pericoli unici, tra cui la possibilità per gli hacker di intercettare e rubare i dati di tuo figlio. Se hai bisogno di maggiori informazioni sui pericoli del WiFi pubblico, fai clic qui, questo articolo ti fornirà anche consigli su come proteggere i tuoi figli utilizzando una rete privata virtuale (VPN). Tuttavia, una VPN potrebbe potenzialmente consentire ai giovani di bypassare altri blocchi e le misure di filtro che hai messo in atto, quindi è essenziale che tu valuti completamente i rischi.

La cosa fondamentale è assicurarsi che i tuoi discendenti comprendano che il WiFi pubblico non è sicuro come quello di casa e che potrebbero voler evitare di inserire dettagli di pagamento e password sensibili quando lo usano a meno che non siano connessi a una VPN affidabile.

geolocalizzazione

Le funzionalità di geolocalizzazione e il tracciamento GPS possono consentire alle aziende di tracciare i tuoi figli. Fitbits e altri dispositivi indossabili collegati sono stati al centro di un numero crescente di problemi di privacy negli ultimi anni. Anche le funzionalità di geolocalizzazione su giochi come Pokemon Go sono state conosciute per causare alcuni problemi, consentendo a stalker e criminali di rintracciare le persone per aggirarle o attaccarle. Per questo motivo, vale la pena considerare attentamente l'uso dei dispositivi di localizzazione GPS.

Tuttavia, quando si tratta di tenere d'occhio i bambini, il rilevamento della posizione può effettivamente rivelarsi abbastanza utile. I dispositivi Apple iOS hanno un'app "Trova amici", che consente ad amici e familiari selezionati di vedere esattamente dove si trovano le persone (o almeno i loro iPhone o iPad). Se tu e i tuoi figli avete iPhone, l'impostazione è un buon modo per assicurarvi di sapere sempre dove si trovano.

Il rovescio della medaglia di questo è che lo stesso software potrebbe essere utilizzato per perseguitare i tuoi figli, quindi è importante assicurarsi che non concedano l'accesso alla loro posizione ad altri contatti. Per fortuna, questo è facile da controllare e i genitori dovrebbero monitorare attentamente la situazione se usano questa funzione.

Altre app come periscope possono essere impostate per mostrare la posizione di un video che viene caricato ed è in grado di rivelare esattamente dove vivi se un video viene caricato da casa. A questo tipo di app, deve essere negato con attenzione l'accesso al tracciamento GPS, altrimenti il ​​bambino potrebbe esporre accidentalmente la propria posizione a estranei.

Misure di sicurezza per dispositivi mobili

Smartphone e tablet sono sensibili a un numero enorme di virus e exploit che possono mettere a rischio i tuoi figli. I dispositivi Android sono maggiormente a rischio, quindi se tuo figlio ne usa uno, vale la pena installare un antivirus. AVL è un'opzione ben nota che può aiutare a sradicare app dannose e siti Web di phishing, nonché virus e trojan.

Apple rimane fermamente convinta che tali sistemi antivirus non siano richiesti sui suoi dispositivi iOS a causa del modo in cui è progettato il sistema operativo. Tuttavia, vi è un numero crescente di prove che dimostrano che le persone vengono prese di mira con successo con virus su dispositivi iOS. Pertanto, potrebbe essere una buona idea pensare all'utilizzo di un programma antivirus (questo diventa essenziale se il dispositivo iOS è jailbreak).

Inoltre, è essenziale puntellare tutti i dispositivi mobili seguendo questi passaggi:

  • Usa sempre le password e blocca i dispositivi per impedire che vengano presi di mira facilmente dai ladri.
  • Tieni i dispositivi al sicuro e non lasciarli in giro dove potrebbero essere rubati.
  • Le chiamate da numeri sconosciuti o bloccati devono essere ignorate.

Laddove possibile, vale anche la pena utilizzare le funzionalità di geolocalizzazione per motivi di sicurezza come l'app Gestione dispositivi Android. Questa app rilasciata da Google consente agli utenti di localizzare, suonare, bloccare e cancellare i propri dispositivi da remoto.

Social networks

I social network sono il luogo più semplice in cui la tua prole potrebbe finire per incontrare estranei o essere esposta a influenze negative. Gli amici degli amici sono spesso considerati sicuri, ma la realtà è che è impossibile sorvegliare ogni contatto nella cerchia di tutti gli amici, soprattutto se altri genitori non sono così accurati quando si tratta di garantire che i loro figli utilizzino le impostazioni sulla privacy ed evitino richieste di amicizia casuali.

In molti modi, l'unico modo per supervisionare ciò che sta succedendo con ogni rete è unirti a te stesso e diventare un "seguace" o "amico" di tuo figlio. Ciò ti consentirà di monitorare le loro attività ma anche di utilizzare le sue funzionalità e di imparare a comprendere le sue aree problematiche. Come genitore, dovresti esplorare tutte le sue impostazioni sulla privacy ed essere in grado di verificare che tuo figlio abbia fatto il proprio account solo come visibile (o invisibile) se necessario.

La risorsa di NSPCC è un primo punto di riferimento estremamente utile per conoscere gli ultimi social network che stanno diventando popolari. Tuttavia, sebbene le raccomandazioni sull'età siano una guida utile, non vi è alcun sostituto per provare questi servizi da soli. Se un bambino trascorre molto tempo su una determinata rete e non senti di averlo compreso appieno, è sicuramente il momento di scaricarlo e utilizzarlo. Ecco alcuni esempi di ciò che NSPCC ha da dire su alcuni dei social network più popolari:

Facebook

Facebook è abbastanza onnipresente che la maggior parte dei genitori probabilmente sa cosa aspettarsi, ma è interessante notare che il 58% dei bambini stessi identifica i rischi nell'usarlo. Questi includono il contatto con estranei, bullismo online e problemi di privacy. L'NSPCC suggerisce 13 anni come la prima età adatta per Facebook.

Snapchat

Snapchat ha anche una raccomandazione di età minima di 13 anni. È una rete preoccupante per i genitori a causa del suo uso di messaggi video che scompaiono dopo essere stati visualizzati. Una chiave per utilizzare Snapchat in modo sicuro è garantire che i bambini comunichino solo con i loro amici e non lasciare il loro account "aperto". È noto che i bambini condividono la loro gestione Snapchat all'interno dei giochi per computer e su Instagram, questa è una pratica che può portare a video di Snapchat guardati da un gran numero di persone indesiderate.

Instagram

Instagram condivide la raccomandazione sull'età di 13 anni e, sebbene non sia percepita come rischiosa come Facebook dai giovani, questa convinzione sembra piuttosto dubbia. Instagram ospita molti contenuti per adulti e inappropriati ed è un posto facile per i bambini che possono essere esposti a contatti materiali e sconosciuti. Con Instagram ottenere follower è il nome del gioco, e questo di solito comporta l'attrazione di tanti estranei a guardare le tue foto e commentarle. Questo può portare alla comunicazione con estranei, che possono quindi decidere di comunicare tramite messaggi privati.

Habbo Hotel

Habbo Hotel è uno di cui molti adulti probabilmente non hanno sentito parlare, ma è uno dei social network più popolari nel Regno Unito, secondo l'NSPCC. A prima vista, questo è un ambiente gamificato, in cui le persone interagiscono in un hotel virtuale. Condivide un punteggio di 13. Tuttavia, è noto per avere molti "account falsi" ed è stato conosciuto per essere accessibile da bambini che sono più giovani. Ciò è preoccupante perché, secondo l'NSPCC, espone i bambini a parlare con estranei.

Minecraft

Minecraft è essenzialmente un gioco basato sulla costruzione che fa spesso appello ai bambini di età inferiore ai 13 anni. I pericoli di questo gioco includono bullismo, commenti scortesi e inappropriati e il rischio di account compromessi. Questo è forse quello in cui i genitori possono sentirsi più inclini a prevalere sulla raccomandazione di 13 anni dell'NSPCC a condizione che gli account siano correttamente configurati e vietati da acquisti in-game non autorizzati.

In tutti i casi, ciò che i bambini sono autorizzati a utilizzare deve essere deciso dai singoli genitori. Genitori diversi avranno inevitabilmente valori, priorità e atteggiamenti diversi nei confronti del rischio. Non si può pretendere che questo sia qualcosa di meno di un campo minato, specialmente quando alcuni membri di un gruppo di pari iniziano a essere autorizzati a usare cose che altri non sono.

È molto simile a prendere decisioni dei genitori sui certificati di giochi e film, se leggermente più complicati. Finché sei rigoroso nel monitorare e insistere sull'uso delle funzionalità di privacy che impediscono agli account di essere aperti a non-contatti, dovrebbe essere possibile consentire a tuo figlio di utilizzare i social media senza motivo di preoccupazione. Tuttavia, ti invitiamo a tenerti sempre aggiornato e sorvegliare i tuoi figli.

Fatti di sicurezza di Internet

In questo articolo, abbiamo toccato alcuni fatti e statistiche. Tuttavia, per rafforzare la necessità di sicurezza online abbiamo pensato di aggiungere questo compendio di fatti interessanti:

  1. Secondo BBC Newsround, il 72% dei bambini dai 10 ai 12 anni è attivo sui social media. Ciò è in diretta contraddizione con i suggerimenti dell'NSPCC e significa che i genitori non sanno o non sono abbastanza protettivi su ciò che i loro figli fanno online.
  2. L'anno scorso, l'UFCOM ha rivelato che il tempo online tra i giovani aveva superato per la prima volta il tempo davanti alla TV.
  3. Uno studio della CNBC ha scoperto che l'età media in cui un cittadino americano ottiene il suo primo cellulare è compresa tra 10 e 12 anni.
  4. Childline, un'organizzazione benefica per bambini con sede nel Regno Unito, è stata contattata da oltre 11.000 bambini in merito a "problemi online" nel solo 2016, come rivelato da Metro.
  5. Internet è ora utilizzato da poco meno del 50% della popolazione mondiale. Ciò rappresenta una crescita di quasi il 1000% dal 2000, secondo i dati di Internet World Statistics.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me