Una VPN è legale a scuola?

Una VPN a scuola - Perché?

Quando i bambini frequentano la scuola, viene loro spesso vietato l'accesso ai siti di social media sul WiFi della scuola. Ciò serve principalmente a fermarli digitalmente "passando appunti in classe". I siti di social media come Facebook, Instagram e Snapchat possono essere estremamente fonte di distrazione quando disponibili a scuola, ma ci saranno sempre alcuni genitori che preferiscono che i loro figli possano inviare messaggi.

Ad alcuni genitori piace fare il check-in sui propri figli durante il giorno, e non tutti i genitori possono permettersi di pagare i propri figli per avere dati o un contratto telefonico. Per questi genitori, i servizi di messaggistica disponibili sulle piattaforme di social media possono essere una vera benedizione, ma solo se i loro figli possono accedere a tali servizi durante il giorno.

Potrebbe sembrare banale per la maggior parte delle persone, tuttavia, la capacità di far sapere a tuo figlio che sei in ritardo per prenderli e che non dovrebbero preoccuparsi - o chiedere loro di incontrarsi al negozio dietro l'angolo per risparmiare tempo - è più importante di quanto si possa pensare. A causa della semplice economia e delle restrizioni imposte agli amministratori delle reti scolastiche su servizi e siti Web, alcuni genitori non sono così fortunati.

È per questo motivo che i genitori potrebbero rivolgersi alle VPN. Con una VPN, i bambini possono aggirare le restrizioni di Internet poste sui servizi dalle scuole. Ciò consente ai loro figli di accedere ai siti bloccati per consentire loro di rimanere facilmente contattati durante il campus.

VPN a scuola

È legale?

L'uso della VPN è quasi sicuramente disapprovato dalle scuole e potrebbe sicuramente mettere in difficoltà tuo figlio con il suo insegnante. Ciò è molto più probabile se si nota che abusano del loro potere e accedono a siti riservati mentre sono nei locali della scuola. Le scuole bloccano i social media, i siti di gioco, i siti Web di streaming, i contenuti per adulti - e molti altri tipi di servizi - di proposito in modo che i bambini non vengano distratti o visualizzino materiale inappropriato per l'età.

Con un dispositivo abilitato per VPN, un bambino può aggirare tutti questi blocchi, il che significa che potrebbero potenzialmente fare molte cose che non dovrebbero fare nelle ore di scuola. Un bambino responsabile potrebbe essere abbastanza sensibile da usare la VPN solo per inviare messaggi ai propri genitori quando vengono contattati; tuttavia, altri bambini possono giocare a Minecraft (altri giochi sono disponibili) a scuola - o mostrare i video dei loro amici - portando alla detenzione e alla confisca del loro telefono o dispositivo.

Nonostante ciò, è vero che non è illegale utilizzare una VPN nella maggior parte dei paesi. In effetti, ci sono pochissimi paesi in cui l'uso della VPN è proibito dalla legge e potrebbe mettere in difficoltà tuo figlio. D'altra parte, ci sono certamente cose che tuo figlio può fare con una VPN che potrebbe metterlo nei guai con la legge...

Sblocca i contenuti con restrizioni nelle scuole o nei college

Molte scuole limitano il WiFi e quindi alcuni siti Web sono bloccati per i loro studenti. Certo, nelle scuole l'istruzione è la cosa più importante. Tuttavia, riteniamo che le scuole dovrebbero incoraggiare gli studenti a rilassarsi nelle pause di studio o nei periodi di inattività e l'accesso ai loro servizi online preferiti consentirà loro di fare proprio questo. Se i siti Web sono limitati sulla rete WiFi della tua scuola, una VPN può aiutarti a sbloccare i seguenti servizi e altro!

  • Sblocca Netflix a scuola
  • Sblocca SnapChat a scuola

Un bambino può infrangere una legge usando una VPN?

L'uso della VPN non è illegale nella maggior parte delle nazioni e non è specificamente illegale utilizzare una VPN a scuola. Tuttavia, a seconda del paese in cui vivi, ci sono cose che un bambino potrebbe fare con una VPN che potrebbe essere illegale. In alcuni paesi, il materiale LGBT, i contenuti sessuali, il gioco d'azzardo (e altri contenuti religiosamente incompatibili) o contenuti di siti Web politicamente controversi, sono bloccati dagli ISP per conto del governo.

Quando un bambino utilizza una VPN, è possibile per loro accedere non solo ai contenuti bloccati dalla scuola, ma anche ai contenuti bloccati dagli ISP e dal governo. Per questo motivo, è possibile che un bambino possa accedere a siti Web bloccati dal governo e questo atto (anziché utilizzare una VPN) potrebbe metterli in gravi difficoltà con le autorità.

Bambino che utilizza VPN

Che dire negli Stati Uniti?

Anche negli Stati Uniti, un bambino esperto di tecnologia può usare un proxy per non andare bene. Un bambino potrebbe utilizzare una VPN nel tentativo di nascondere la propria identità e ciò potrebbe consentire comportamenti abusivi come il cyber bullismo. Tuttavia, è di nuovo il comportamento in cui il bambino si impegna - e non l'uso della stessa VPN - che è illegale.

L'uso della VPN a scuola è illegale - Conclusione

Se un genitore o tutore può fidarsi del proprio figlio di non abusare di una VPN mentre è a scuola, è un modo efficace per aggirare i blocchi del sito Web. L'importante è che il genitore / tutore enfatizzi la fiducia che ripongono nel proprio figlio e spiegherà che l'uso della VPN per qualsiasi cosa tranne il contatto con loro, potrebbe metterli nei guai, sia dentro che fuori dalla scuola.

Alla fine della giornata, se un bambino viene sorpreso a utilizzare una VPN a scuola, potrebbe comportare la confisca del proprio telefono e potrebbe essere necessario parlare con l'insegnante di tuo figlio. Se il bambino dimostra di non essere in grado di gestire la responsabilità di avere accesso ai siti Web bloccati, probabilmente dovrai cambiare la password sul servizio VPN per impedire a tuo figlio di avere accesso. Altrimenti, potrebbero essere catturati di nuovo utilizzando la VPN portando ad ulteriori azioni da parte della scuola.

Crediti immagine: Monkey Business Images / Shutterstock.com, thodonal88 / Shutterstock.com, wavebreakmedia / Shutterstock.com,

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me