Recensione di pCloud

pCloud

pCloud
è un servizio di archiviazione cloud sicuro che consente agli utenti di archiviare file online utilizzando la crittografia end-to-end. È un servizio relativamente piccolo che è stato scaricato solo 1 milione di volte dal Google Playstore. Tuttavia, quegli utenti lo hanno valutato con un punteggio di 4.4, dimostrando che si tratta generalmente di un provider di archiviazione molto apprezzato.

ProPrivacy.com Punto
6.5 su 10

Sommario

La sede in Svizzera è considerata buona per la privacy rispetto a molte altre località e il fatto che questo servizio possa essere utilizzato gratuitamente lo rende una proposta interessante. Quindi, questo provider di archiviazione sicura merita il tuo tempo? E manterrà i tuoi dati al sicuro?

logo pCloud

Panoramica

pCloud è una soluzione di archiviazione online che le persone possono utilizzare per garantire che foto, documenti e altri dati importanti non siano a rischio di perdita in caso di danneggiamento del disco rigido o di perdita del dispositivo a causa di furto, smarrimento o rottura.

pCloud è stato lanciato per la prima volta nel 2013 ed è disponibile per tutte le piattaforme più diffuse tramite software che è possibile scaricare sul proprio laptop, desktop, tablet o dispositivo smartphone. È anche disponibile per le distribuzioni Linux; che è più raro. Oltre ai client installati localmente, gli utenti possono scegliere di utilizzare pCloud tramite un client Web online che viene eseguito nel proprio browser.

Gli abbonati hanno la possibilità di utilizzare il servizio gratuitamente o tramite un piano di abbonamento mensile, annuale o a vita. I clienti possono scegliere di pagare tramite carte di credito o debito, Paypal o transazioni Bitcoin. E tutti gli abbonati ottengono una garanzia di rimborso di 10 giorni per testare il servizio senza rischi.

Gli utenti gratuiti ottengono fino a 10 GB di spazio di archiviazione gratuito con 50 GB di traffico di link per il download al mese. Tuttavia, gli utenti gratuiti devono verificare il proprio account per sbloccare la funzione di condivisione dei file e devono seguire alcuni passaggi per ottenere l'accesso all'intera franchigia da 10 GB.

molto account di posta elettronica

Un piano di un mese parte da $ 4,99 per 500 GB di spazio di archiviazione - o $ 9,99 al mese per due Terabyte di spazio di archiviazione. Questo non è particolarmente costoso, tuttavia, i piani annuali migliorano il rapporto qualità-prezzo.

I piani annuali possono essere acquistati per $ 47,88 all'anno per 500 GB di spazio di archiviazione e $ 95,88 per due Terabyte. Infine, gli abbonamenti a vita costano $ 175 per 500 GB e $ 350 per due Terabyte di spazio di archiviazione.

I piani a vita offrono sconti estremamente buoni - fintanto che ti fidi che l'impresa continuerà a esistere tra quattro anni, e non vi è alcuna garanzia assoluta che lo sarà. Pertanto, mentre non abbiamo motivo di sospettare che non ci sarà ancora, un abbonamento a vita comporta sempre un elemento di rischio.

D'altra parte, fintanto che pCloud è disponibile per più di tre anni e mezzo, avrai risparmiato del denaro. Sembra probabile che questa possibilità sia giusta.

Indipendentemente dal piano di abbonamento che scegli, la quantità di spazio di archiviazione che ottieni è uguale alla quantità di dati che puoi condividere con i contatti tramite link. Tuttavia, una cosa da tenere a mente è che gli utenti sono limitati all'importo che possono caricare sul proprio account al mese.

Pertanto, mentre puoi archiviare in totale 500 GB o 2 TB di dati alla volta (a seconda del piano che scegli), puoi anche caricare solo 500 GB o 2 TB di dati per ogni periodo di un mese. Se superi questo limite di caricamento, dovrai attendere fino al mese successivo per caricare più dati nel tuo spazio di archiviazione. (Puoi scaricare quanto vuoi).

Questa è una limitazione ragionevole e poter caricare la somma totale dello spazio assegnato ogni mese è più che sufficiente per le esigenze della maggior parte delle persone. Vale anche la pena notare che i termini di servizio impediscono agli utenti di eludere questi limiti di caricamento utilizzando una VPN o altri proxy (tiene traccia dei caricamenti dal tuo indirizzo IP).

Infine, i termini di servizio di pCloud stabiliscono che il servizio è disponibile solo per gli utenti di età pari o superiore a 18 anni. Questa è una restrizione insolita che vale la pena ricordare se si decide di optare per il suo piano "familiare" (non molto utile alle famiglie a causa di questa restrizione).

Caratteristiche

  • Software per tutte le piattaforme popolari
  • Crittografia end-to-end (con tutti gli abbonamenti a pagamento che utilizzano la funzionalità di crittografia)
  • Sincronizza e esegui il backup dei file dai principali provider di archiviazione cloud di terze parti (Dropbox, Facebook, Instagram, OneDrive, Google Drive)
  • Anteprima dei documenti sull'unità cloud
  • Lettore video integrato per l'anteprima dei video direttamente dalla memoria
  • Lettore audio integrato con playlist per ascoltare la musica direttamente dalla tua memoria
  • Dimensione del file illimitata per i caricamenti
  • Nessun limite di velocità di connessione per upload o download su qualsiasi piano (inclusi utenti gratuiti)
  • Cartelle condivise per l'accesso remoto ai file
  • Funzionalità di condivisione equa (le cartelle condivise utilizzano l'archiviazione solo dall'account del condivisore)
  • Condividi i link di caricamento tramite un URL in modo che amici e contatti possano caricare file sul tuo account
  • Cronologia dei rifiuti di 30 giorni e controllo delle versioni dei file per accedere alle versioni precedenti dei file che vengono accidentalmente aggiornate
  • Link personalizzabili (personalizza il titolo, l'immagine, il titolo e la descrizione)

Impostare

Ottenere un account gratuito o a pagamento per pCloud è estremamente semplice e gli utenti ottengono una piccola quantità di spazio di archiviazione (2 GB) anche se si rifiutano di verificare il loro indirizzo e-mail. Ciò consente agli utenti di archiviare dati senza dover consegnare alcuna informazione personale (anche se l'azienda continua a monitorare il tuo indirizzo IP).

Dopo aver effettuato la registrazione per un account pCloud gratuito, sarai invitato a verificare il tuo indirizzo e-mail, caricare un file e installare il software pCloud localmente. Ognuna di queste attività ti darà più spazio di archiviazione fino a un totale di 10 GB. Per ottenere più spazio, ti verrà chiesto di fare cose come invitare amici e parenti, installare il software su macchine mobili e desktop e impostare la versione mobile per aggiornare automaticamente foto e video.

L'installazione del software è semplice e ci sono versioni per Windows, macOS, iOS, Android e Linux. Gli utenti devono accettare i Termini di servizio per installare tali client. Di conseguenza, gli utenti devono accettare di non utilizzare il software per archiviare o condividere contenuti protetti da copyright o illegali. Inoltre, gli utenti devono accettare di utilizzare il servizio solo se l'archiviazione crittografata è legale nel luogo in cui vivono.

Facilità d'uso

Una volta installato il software e dopo aver accettato tutti i componenti necessari, è possibile accedere e iniziare a utilizzare il software per caricare i dati sull'unità pCloud. Il client desktop consente di evitare ogni possibile vulnerabilità causata da Javascript nel client basato sul Web. Come nel caso di Dropbox, è possibile accedere ai file sull'unità cloud da una cartella in Esplora risorse.

pCloud Drive archiviazione locale

Per consentire a contatti o amici di condividere il contenuto di cartelle o singoli file, è sufficiente fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella o sul file da Explorer. Seleziona copia link per il download e passa quel link al tuo contatto. Ciò consentirà loro di accedere direttamente a quel file per accedervi. Tuttavia, vale la pena notare che i file condivisi non sono mai protetti con la crittografia end-to-end.

condividere documenti dal disco locale su pCloud

I file protetti con la crittografia end-to-end mediante la funzione Crypto non sono condivisibili, il che significa che questo servizio non è adatto per la condivisione sicura dei file con i contatti.

Vale anche la pena notare che gli utenti gratuiti non ottengono la crittografia end-to-end, poiché la funzione Crypto è disponibile solo con un abbonamento. Pertanto, i file degli utenti gratuiti sono protetti sul lato server e l'azienda controlla le tue chiavi di crittografia per tuo conto. Se desideri proteggere i file con la crittografia end-to-end (gratuitamente) dovrai utilizzare un servizio diverso. E se vuoi condividere i file in modo completamente sicuro, questo servizio non è affatto adatto, sei stato avvisato.

Oltre ad avere cartelle pCloud che appaiono automaticamente in Explorer, gli utenti possono selezionare facilmente qualsiasi altra cartella sul loro disco rigido per la sincronizzazione con il loro account pCloud. Ciò significa che anche eventuali modifiche che si verificano in quella cartella locale si verificano automaticamente nel cloud. Questa procedura di installazione avviene tramite l'app pCloud.

Sincronizza la cartella con pCloud

Abbiamo trovato la condivisione di file e cartelle e l'impostazione della sincronizzazione estremamente semplice, il che significa che questo software è una buona opzione per i principianti. Inoltre, il software ti chiederà quando crei nuovi file per eseguirne automaticamente il backup, se preferisci. Ad esempio, se fai uno screenshot il software ti chiederà se vuoi salvare quell'immagine in una cartella pCloud chiamata screenshot.

Ci è piaciuta anche la possibilità di visualizzare in anteprima immagini e video direttamente dal cloud, il che significa che non è necessario scaricarli per visualizzarli.

Perché (con account gratuiti) pCloud mantiene il controllo della chiave di crittografia; puoi recuperare il tuo account e cambiare la tua password via email. Il recupero dei file non sarà possibile se si dimentica la password del servizio Crypto; perché controlli tu stesso la tua chiave e pCloud non ha alcuna conoscenza delle tue chiavi di crittografia.

pulsante password dimenticata

Se acquisti un account, dovrai assicurarti di impostare una password univoca che puoi ricordare (utilizzando ad esempio un gestore password). In caso contrario, si avrà la perdita dell'accesso a tutti i file (poiché l'azienda non ha più la possibilità di recuperare l'accesso).

vita privata

Essere residente in Svizzera significa che gli utenti dovrebbero avere la certezza che i loro dati rimarranno privati. La Svizzera non ha leggi obbligatorie sulla conservazione dei dati ed è un luogo in cui si basano numerosi servizi di privacy di alto profilo (ProtonMail e VyprVPN, ad esempio).

Tuttavia, vale la pena notare che se si utilizza un account gratuito, non si ottiene la crittografia end-to-end (e2ee), il che significa che se pCloud riceve un mandato, potrebbe consentire al governo di accedere ai propri file. Questo vale anche per tutti i file archiviati sui suoi server senza l'uso della funzione "Crypto".

Inoltre, questo diventa molto più preoccupante quando ti rendi conto che il suo data center si trova a Dallas, in Texas, negli Stati Uniti. Ciò significa che la server farm potrebbe ricevere un mandato e un ordine di bavaglio dal governo degli Stati Uniti e potrebbe essere costretta a iniziare segretamente ad accedere ai dati delle persone.

Questo è tutt'altro che ideale e significa che sarà necessario acquistare un abbonamento e iniziare a utilizzare la funzione "Crypto" per ottenere la corretta privacy dei dati (e2ee). Inoltre, ricorda che se desideri condividere file tramite un link, dovrai caricarli su server pCloud senza l'uso di Crypto e2ee. Pertanto non è possibile condividere file in modo sicuro utilizzando questo servizio.

Abbiamo verificato la politica sulla privacy e abbiamo scoperto che l'azienda raccoglie molte informazioni sui suoi abbonati. L'azienda afferma di raccogliere il tuo "indirizzo IP, tipo e versione del browser, sistema operativo, fonte di riferimento e informazioni sul dispositivo".

Inoltre, utilizza "servizi di tracciamento" per "raccogliere informazioni sull'utente come durata della visita, visualizzazioni di pagina e percorsi di navigazione, nonché informazioni su tempistica, frequenza e modello di utilizzo, sistema operativo, informazioni sul dispositivo, comportamento, pagine visitate, ecc. "pCloud afferma che questi dati sono" informazioni anonime che non possono essere identificate direttamente con te ". Tuttavia, nel caso del tuo indirizzo IP, ciò non è vero.

Vale anche la pena notare che pCloud afferma che rispetterà le richieste avanzate dalle forze dell'ordine "o altre terze parti in base a una citazione, un ordine del tribunale o un altro procedimento legale o requisito applicabile a pCloud".

Gli account degli utenti gratuiti non sono protetti con la crittografia end-to-end e l'azienda può accedere ai file caricati sul servizio senza utilizzare la funzione Crypto; pertanto i tuoi dati non sono completamente privati ​​quando usi questo servizio gratuitamente.

Sicurezza

pCloud invia tutti i dati ai propri server utilizzando una crittografia TLS / SSL avanzata. Abbiamo verificato il servizio utilizzando i laboratori SSL Qualys e riscontrato che ha ottenuto un punteggio A +, il che significa che i tuoi dati devono essere sicuri durante il trasporto (anche se usi un account gratuito senza crittografia end-to-end).

Tuttavia, vale la pena notare che se si utilizza il client basato su browser per caricare file, si potrebbe cadere vittima di un attacco man-in-the-middle causato da una vulnerabilità nel modo in cui i browser gestiscono il codice JavaScript. Per evitare questo possibile exploit (in cui un utente malintenzionato inietta chiavi sulla vittima) è necessario attenersi all'utilizzo dei client autonomi che è possibile scaricare dal proprio sito Web o app store (disponibile per tutte le piattaforme popolari).

pCloud fornisce la crittografia AES 256 per tutti i file archiviati a riposo. Tuttavia, descrive la sua crittografia come "unica" che presumiamo significa che è una qualche forma di crittografia proprietaria. Certo, la società afferma che la crittografia sul lato server è stata testata e verificata dalla società di sicurezza informatica indipendente Mnemonic. Tuttavia, non abbiamo visto tale audit e non possiamo attestare la sua veridicità.

Inoltre, pCloud in precedenza offriva una ricompensa di $ 100.000 a qualsiasi hacker etico che potesse trovare un exploit nella sua crittografia lato server. Durante quella caccia alle taglie, 2860 partecipanti hanno tentato di hackerare la crittografia sul lato server per sei mesi e nessuno è riuscito. Questo è sicuramente incoraggiante. Per maggiore chiarezza, abbiamo chiesto all'azienda se la sua crittografia proprietaria era stata verificata e ci ha detto che:

"Abbiamo subito le procedure necessarie per dimostrare la qualità dei nostri sistemi di gestione della qualità e dei dati - ISO 9001 e ISO 27001."

Tuttavia, vale la pena notare che poiché pCloud non è open source, è impossibile per qualsiasi revisore indipendente verificare il codice sorgente o i suoi metodi di crittografia "unici". Questo è tutt'altro che ideale perché significa che è impossibile sapere con certezza cosa sta facendo l'azienda con i tuoi dati.

Per quanto riguarda la crittografia roll-your-own, preferiremmo sicuramente che fosse completamente open-source. D'altra parte, la crittografia AES 256 ci suona sicura e ha resistito ai tentativi di hacking di un gran numero di cacciatori di taglie dal cappello bianco. Pertanto, dipende davvero dal tuo modello di minaccia personale se decidi di fidarti della crittografia a riposo di pCloud.

Per ottenere la vera sicurezza dei dati utilizzando la crittografia end-to-end, gli utenti devono abbonarsi al servizio e utilizzare la funzione "Crypto". Ciò significa che sul piano gratuito i dipendenti pCloud potrebbero teoricamente accedere ai tuoi file e cartelle (perché l'azienda mantiene il controllo sulle tue chiavi). Questo è problematico, perché significa anche che tutti gli account gratuiti sono vulnerabili agli hacker che riescono ad accedere a tali chiavi di crittografia. Lo stesso vale per tutti i file caricati senza utilizzare la funzione "Crypto" (e2ee) su un account a pagamento.

Chiunque decida di pagare un piano di abbonamento e che opta per impostare un "Crypto Pass" per il proprio account utilizzando la funzione Crypto - sarà in grado di accedere alle proprie chiavi private archiviate in modo sicuro. Ciò consente loro di iniziare a crittografare i propri dati con e2ee. Se la password viene persa, perderanno l'accesso ai loro file e2ee.

I dati crittografati con la funzione Crypto vengono crittografati utilizzando AES 256 e vengono trasmessi ai suoi server utilizzando RSA a 4096 bit. Questo è sicuro. Tuttavia, a causa della natura chiusa della piattaforma, è impossibile verificare se questa crittografia end-to-end è effettivamente sicura.

Questo è sempre il caso di qualsiasi provider di archiviazione sicura di origine chiusa; di cui devi fidarti per fare come si dice.

Assistenza clienti

Abbiamo contattato pCloud utilizzando il suo sistema di assistenza clienti basato su ticket e abbiamo riscontrato che i suoi agenti erano ben informati. Hanno sempre cercato di chiarire i punti relativi al servizio e sono stati in grado di rispondere a molte domande che avevamo.

Le risposte alle richieste di solito arrivano entro un giorno, ma vale la pena notare che sembrano arrivare solo durante l'orario di lavoro. Tuttavia, abbiamo ricevuto risposte anche durante il fine settimana.

Il sito Web ha una sezione FAQ che può essere trovata in fondo a qualsiasi pagina del proprio sito Web. Le FAQ forniscono risposte a molte domande importanti su molti aspetti diversi del servizio, incluse le domande relative alla crittografia fornita dal servizio. Tuttavia, le risposte sono un po 'basse sui dettagli tecnici effettivi, che sarebbero utili per giudicare l'efficacia della sicurezza fornita dalla piattaforma.

pCloud fornisce anche un blog che contiene articoli sull'uso delle funzionalità di pCloud. Questo articolo è ben scritto e rappresenta una buona risorsa per imparare a ottenere di più dal servizio.

Conclusione

pCloud è facile da usare e la sua disponibilità per più piattaforme lo renderà sicuramente un degno provider di archiviazione per molte persone. Tuttavia, per i più paranoici tra di voi, il suo centro server con sede negli Stati Uniti e la crittografia proprietaria potrebbero essere sufficienti per spegnervi.

Il fatto che il servizio sia di tipo chiuso è problematico, perché significa che non puoi essere sicuro al 100% di ciò che sta facendo con i tuoi dati. Come sempre, se pCloud è per te dipenderà in gran parte dal tuo modello di minaccia personale.

La mancanza di crittografia end-to-end per tutti i caricamenti significa che non si ottiene la sicurezza completa il 100% delle volte. Inoltre, poiché non puoi utilizzare la funzione e2ee Crypto per i file che intendi condividere con altri contatti; questo servizio non è adatto per la condivisione sicura dei file.

Per essere onesti nel servizio, la disponibilità della crittografia end-to-end lo rende migliore di alcuni dei suoi concorrenti principali. Tuttavia, se stai cercando un servizio completamente a conoscenza zero con condivisione sicura; ti consigliamo di cercare altrove.

D'altra parte, se vuoi solo archiviare i file e non sei particolarmente preoccupato di proteggere tutto con e2ee, questo servizio è davvero interessante. E rende molto semplice la condivisione di file tramite un collegamento.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me