5 motivi per cui la legge del Pass porno del Regno Unito è un disastro frontale

UK Porn Pass viene eliminato

A partire da ottobre 2019, il governo del Regno Unito ha deciso di tornare indietro sui suoi piani per imporre un sistema di pass porno che avrebbe richiesto a tutti i cittadini britannici di età superiore ai 18 anni di fornire un documento d'identità prima di poter accedere al porno online. Si ritiene che la decisione di abbandonare l'idea fortemente criticata sia stata grazie agli sforzi dei sostenitori della privacy, che hanno lavorato instancabilmente per fermare i piani del governo per implementare il sistema di pornografia.

Mentre questa è una vittoria per la privacy per il momento, vale la pena notare che il governo potrebbe potenzialmente reintrodurre l'idea ad un certo punto in futuro. Si consiglia a qualsiasi genitore o tutore di utilizzare il controllo parentale per assicurarsi che i contenuti per adulti non siano disponibili sui dispositivi dei propri figli. Questi tipi di controlli sono efficaci e non richiedono che gli adulti consenzienti facciano invadere la loro privacy da parte del governo e di terzi.

A luglio, il Regno Unito lancerà finalmente il suo sistema di pass porno molto dibattuto. Inizialmente era stato suggerito che i controlli dell'età sarebbero stati introdotti all'inizio di aprile, una scadenza che è passata da allora. Ora il governo ha confermato che i controlli obbligatori di verifica dell'età entreranno in vigore il 15 luglio 2019.

Il nuovo sistema di verifica dell'età costringerà tutti i residenti britannici a dimostrare di avere più di 18 anni, prima di accedere alla pornografia online tra cui RedTube, PornHub e tutta una serie di altri siti per adulti.

In questi giorni la maggior parte dei siti Web porno tradizionali chiede già ai visitatori di fare clic su un pulsante che conferma di avere più di 18 anni, ma poco impedisce a chiunque minorenne di fare clic su questo deselezionato.

Sebbene tutti concordino sul fatto che i contenuti per adulti debbano essere tenuti fuori dalla portata dei bambini, il nuovo sistema di pornografia è altamente difettoso. In effetti, la maggior parte dei sostenitori della privacy concordano sul fatto che il sistema di pass porno sia una violazione dei diritti umani.

1) I genitori hanno già il controllo

Innanzitutto, è importante capire che tutti gli account Internet del Regno Unito appena configurati sono dotati di un blocco bambini predefinito. Ciò significa che i siti Web pornografici non sono automaticamente disponibili per i minori; a meno che i loro genitori possano cambiare quelle impostazioni.

Se i genitori desiderano sbloccare la pornografia o altri servizi di siti Web soggetti a limiti di età per il proprio consumo, devono contattare il proprio ISP o modificare le impostazioni dal proprio account. Fondamentalmente a questo punto, possono quindi impostare i blocchi per bambini sulle loro impostazioni Internet che consentono loro di proteggere con password la pornografia per impedire ai loro figli di accedere al contenuto.

Con un sistema di questo tipo già in atto, c'è poco senso in ulteriori legislazioni complicate.

2) Le persone possono aggirarlo con una VPN

Penseresti che prima di implementare un sistema come questo, il governo del Regno Unito potrebbe verificare se funzionerebbe?

Il problema è che il Regno Unito è l'unico posto che ha deciso di imporre il sistema di pornografia. Di conseguenza, chiunque sarà facilmente in grado di utilizzare una rete privata virtuale (VPN) per fingere di essere al di fuori del Regno Unito, ad esempio nei Paesi Bassi o in Francia. Ciò consentirà loro di accedere al porno senza registrarsi per un pass porno.

Allo stesso modo in cui gli utenti VPN del Regno Unito possono utilizzare una VPN per guardare Netflix negli Stati Uniti, gli utenti VPN possono anche utilizzare una VPN per aggirare il divieto del porno nel Regno Unito. Basta impostare la propria posizione digitale in un altro paese e sbloccare il porno, più o meno allo stesso modo di prima.

Inoltre, poiché i giovani sono spesso più esperti di tecnologia, sembra probabile che saranno tra i primi a bypassare del tutto i blocchi porno del Regno Unito. Ciò significa che gli adolescenti che il blocco porno è destinato a proteggere da contenuti inappropriati per età saranno probabilmente i primi a capire come accedervi.

3) Significa coinvolgere terze parti nella tua vita privata

Qualunque cosa tu scelga di guardare online, quando si tratta di privacy online, tre è una folla. Anche se il pass porno è stato ideato dal governo del Regno Unito, la sua implementazione sarà effettivamente eseguita da terze parti indipendenti - come la ditta MindGeek. Questo sembra tutt'altro che ideale perché MindGeek è il proprietario dei più grandi siti Web pornografici del mondo, tra cui PornHub, YouPorn e RedTube.

Il sistema AgeID progettato da MindGeek è, come prevedibile, ritenuto sicuro. James Clark, direttore delle comunicazioni di AgeID, ha dichiarato a ProPrivacy.com:

"Quando un utente registra un account AgeID utilizzando un indirizzo e-mail e una password, entrambi sono protetti da un hash unidirezionale salato. Ciò significa che AgeID non ha mai un database di indirizzi e-mail. AgeID non conosce l'identità o la data di nascita dei suoi utenti, tutto ciò che sa è se un account con hash ha più di 18 anni. AgeID è stato progettato nel rispetto della privacy e della sicurezza, al punto che riteniamo di fornire la soluzione più solida disponibile.

"Non vediamo l'ora di essere esaminati dalla BBFC e dai revisori dei conti del loro sistema di certificazione volontaria. Ci aspettiamo che un robusto test di penetrazione faccia parte di tale processo. Richiediamo inoltre a tutti i nostri fornitori terzi di verifica dell'età di aderire al sistema volontario, garantendo la sicurezza end-to-end."

Nonostante questa rassicurazione, registrarsi come utente porno con MindGeek non è ancora qualcosa che ci aspettiamo che il consumatore medio si senta a suo agio.

4) È un enorme rischio di hack

Tutti i database sono a rischio di violazione da parte dei criminali informatici. Se penetrato, il fatto che le persone guardino il porno potrebbe essere trapelato online e non sarebbe la prima volta.

Nel 2012, gli indirizzi e-mail e le password di oltre un milione di utenti del sito di chat sessuale YouPorn di MindGeek sono stati divulgati pubblicamente e, nel 2016, sono stati esposti i dettagli dell'account di 80.000 utenti paganti sul loro sito Brazzers.

Per il momento la sicurezza della piattaforma AgeID non è stata verificata, e con un track record così scarso - e la possibilità di hackerare sempre un rischio - stare lontano da un pass porno sembra la scommessa migliore.

La ricaduta della visione del porno che viene resa pubblica, specialmente per persone famose o con lavori di alto livello o rivolti al pubblico, potrebbe comportare una sostanziale perdita di reputazione.

5) Spinge le persone verso il deep web

Gli esperti ritengono che il pass porno incoraggerà molti, compresi gli adolescenti, a iniziare a cercare porno in spazi non regolamentati. Ciò potrebbe portarli a subreddit inquietanti, siti Web illegali pieni di malware, ransomware e altri virus - o ancora più preoccupante, il web oscuro.

In effetti, il gruppo di valutazione dell'impatto del governo britannico ha avvertito che incoraggiare gli spettatori a spostarsi nel territorio oscuro del web per cercare pornografia, aumenta le possibilità di esporli a merci illegali come carte di credito e droghe rubate.

La pornografia tradizionale, sebbene non per i gusti di tutti, e sicuramente non adatta ai minori di 18 anni, è spesso un settore più regolamentato di quanto si pensi. Esistono varie misure di salvaguardia per proteggere sia gli attori che i consumatori, tuttavia, il tipo di contenuto contenuto nella rete oscura non sarà stato sottoposto a tali controlli, il che significa che c'è poco per impedire ai consumatori di imbattersi in contenuti violenti o illegali, compresa la pornografia infantile.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me