Facebook dovrebbe consentire alle persone di usare nomi falsi?

Nel 2012 è stato reso noto che oltre 83 milioni di account Facebook erano falsi. La rivelazione ha portato il prezzo delle azioni di Facebook a scendere sotto $ 20. Inutile dire che Facebook ha deciso di placare gli azionisti allentando l'uso di pseudonimi.

Ovviamente, Facebook vorrebbe farti credere che ha solo a cuore i tuoi migliori interessi. Tuttavia, per le persone che vogliono mantenere la propria vita privata e professionale a distanza di armi, le persone che soffrono di problemi di salute mentale, le persone transgender, i professionisti che sono popolarmente conosciuti con uno pseudonimo o un nome d'arte, le femministe o altri gruppi di attivisti che sono soggetti all'odio crimini - o persone che preferiscono semplicemente nascondere la propria identità per motivi di privacy personale - la regola è fonte di enorme frustrazione.

Sì, è vero che ci sono casi di criminali informatici che utilizzano profili illegali, falsi e duplicati per frodare le persone. I profili falsi vengono utilizzati per perseguitare le persone e ci sono stati persino casi di truffatori che utilizzano profili falsi (che sembrano appartenere a singolari femminili attraenti) per infettare i militari israeliani con malware. L'elenco continua.

Eppure, per ogni storia che senti sui pericoli dei falsi account Facebook, c'è un altro caso riguardante qualcuno con una ragione ragionevole e legittima di voler nascondere la sua vera identità.

Identità travagliate

In tutto il mondo, le persone sono sottoposte allo sguardo indesiderato di ammiratori segreti, ex amanti e stalker. Per quelle persone, la possibilità di godersi una conversazione su Facebook con i propri cari e amici comporta il rischio di essere molestati. Ovviamente, chiunque può stringere le proprie impostazioni sulla privacy e, tuttavia, non c'è nulla di così infallibile come nascondersi dietro un alias completamente diverso.

Proprio la scorsa settimana, Supriya Jain, una donna residente a Indore, in India, è stata assassinata dopo essere stata perseguitata da Facebook da un ex amante. La sua ex amante credeva che stesse fraternizzando troppo apertamente con membri dell'altro sesso, portando vergogna a se stessa e alla sua comunità. In realtà, Jain ha avuto contatti di amici maschi perfettamente innocenti su Facebook che hanno portato la sua ex in una rabbia psicotica gelosa.

Purtroppo, sembra che Jain non si sia reso conto del pericolo in cui si trovava - e sembra che non abbia mai realmente pensato di usare uno pseudonimo su Facebook. Tuttavia, se fosse sopravvissuta al suo attacco, sembra ragionevole credere che potrebbe aver iniziato a voler usare una falsa identità per migliorare la sua sicurezza. Secondo le attuali regole di Facebook, non le sarebbe stato permesso.

Purtroppo storie come queste sono abbastanza comuni. Nei paesi in cui è un reato imprigionabile essere un membro della comunità LGBT - e dove essere esposti come LGBT può provocare un omicidio per mano di un membro religiosamente zelante della comunità - un falso nome di Facebook può fare la differenza tra la vita e Morte. Eva Blum-Dumontet, ricercatrice di Privacy International, ha detto a ProPrivacy.com,

"L'anonimato online è particolarmente importante per alcuni gruppi, comprese le donne e le persone LGBTIQ in quanto consente la creazione di uno spazio in cui possono esplorare la loro identità mantenendo il controllo su chi può vedere e conoscere le cose su di loro. L'anonimato consente confini, che sono essenziali quando le persone potrebbero non essere ancora pubbliche sul proprio genere o identità sessuale e in particolare nei paesi in cui determinate identità sono criminalizzate."

Politica confusa

Incredibilmente, mentre alcune persone sono sorprese dall'uso di un nome falso, altre persone sono effettivamente costrette a non usare il loro vero nome. Questo perché Facebook utilizza un algoritmo per cercare potenziali nomi falsi.

Nella comunità dei nativi americani, è comune che le persone abbiano nomi secondari descrittivi. Da quando ha applicato la sua vera politica sui nomi, ci sono state numerose segnalazioni di individui nativi americani con nomi secondari come Brown Eyes e Kills The Enemy, costretti a cambiare nome per rimanere su Facebook.

Anche a seguito del contatto diretto con Facebook e della fornitura di prove che questo è il loro vero nome; Facebook ha spesso rifiutato di arretrare e lasciare che quelle persone usassero il loro vero nome. Tuttavia, se come afferma Facebook:

“Facebook è una community in cui tutti usano il nome che usano nella vita di tutti i giorni. Questo fa sì che tu sappia sempre con chi ti stai collegando. "

Questo non significa che Zuckerberg sta forzando attivamente alcuni membri del forum sociale a infrangere le proprie regole? Nel 2015 varie organizzazioni per i diritti umani si sono unite per esercitare pressioni su Facebook affermando che la vera politica dei nomi:

"Ignora le circostanze degli utenti nei paesi non occidentali, espone i suoi utenti a pericoli, non rispetta le identità dei suoi utenti e limita la libertà di parola."

Ufficio scuro

Poliziotti nelle Ombre

Mentre è facile per Facebook affermare che solo le persone con cattive intenzioni usano account falsi, c'è un modo per contrastare casualmente questo argomento. Negli Stati Uniti, ci sono state numerose segnalazioni di agenti di polizia che utilizzano profili falsi nel tentativo di raccogliere informazioni su sospetti, attivisti e altre persone di interesse. Se succede negli Stati Uniti, puoi scommettere che il tuo dolce bippy sta accadendo altrove.

Allo stato attuale, va contro le regole di Facebook per gli sbirri di utilizzare account falsi per mettere le persone sotto sorveglianza. Questo è probabilmente l'unico vantaggio della vera politica dei nomi. Eppure, è una pratica in cui la polizia si impegna ancora.

Sono convinto che la legge debba essere modificata per rendere illegale per la polizia l'uso di account falsi per curiosare sulle persone. Tuttavia, sembra anche una questione che i legislatori governativi dovrebbero gestire, non Facebook. Dopotutto, se i poliziotti vogliono usare account falsi - ed è tecnicamente legale farlo - Facebook dovrebbe essere in grado di fermarli?

E, se non è il posto di Facebook di decidere - non dovrebbe essere facile per le persone normali che vogliono usare anche account falsi? Dopotutto, quando i poliziotti usano account falsi per curiosare sulle persone, suona molto simile all'intrappolamento. Mentre quando la gente normale usa un account falso viene in mente qualcosa di molto meno sinistro...

Libertà di parola

È noto che nei paesi con climi politici difficili, Facebook viene utilizzato per organizzare manifestazioni e manifestazioni di opposizione. Per le persone che vivono in regimi totalitari, esprimere opinioni dissenzienti può essere estremamente pericoloso.

Per i cittadini che hanno un motivo legittimo per diffondere informazioni vitali all'interno dei confini di una bolla di propaganda imposta dal governo - i nomi falsi possono significare la differenza tra vita e morte.

E ricorda che quando è pericoloso esprimere la tua opinione, le persone tendono a autocensurarsi. Pertanto, la vera politica sui nomi di Facebook potrebbe danneggiare un gran numero di persone che hanno un ruolo prezioso da svolgere nel miglioramento della società. Blum-Dumontet ha commentato:

"L'anonimato è spesso la condizione per esprimere opinioni politiche ma anche per fischiare. Il movimento MeToo sarebbe esistito allo stesso modo se ogni account di social media fosse legato a un vero nome? "

Definizione illegale

Richiesta illegale

Nonostante l'insistenza di Facebook sul fatto che le sue politiche sono progettate "per creare un ambiente sicuro in cui le persone possono fidarsi e ritenersi reciprocamente responsabili." La realtà è che la sua vera politica dei nomi non è mai stata sulla protezione degli utenti. Fin dalla sua istituzione, ha sempre riguardato i profitti derivanti dalle entrate pubblicitarie e l'ammontare del prezzo delle azioni causato da conti falsi nel 2012.

Ora, un tribunale tedesco ha stabilito che le politiche di Facebook sono sia commercialmente motivate che illegali. Secondo la Federazione delle organizzazioni tedesche dei consumatori (VZBV), l'insistenza di Facebook sull'uso di nomi reali è un metodo nascosto per ottenere il consenso dell'utente a conservare, condividere e trarre profitto dai dati di nomi reali. Questa valutazione è stata ora confermata dal tribunale regionale di Berlino.

Sebbene si tratti di una piccola vittoria per gli attivisti della privacy digitale, Facebook intende presentare ricorso contro la decisione. Inoltre, anche se viene confermato, è probabile che Facebook ridimensionerà le sue politiche solo nelle regioni in cui è stato costretto a farlo.

Di conseguenza, è facile concludere che Facebook non si preoccupa della sicurezza delle persone. In effetti, sembra chiaro che preferirebbe mettere intenzionalmente a rischio le persone per perseverare con il suo modello di entrate immorali.

Guida utente

Come usare Facebook con un nome falso

Se ti senti fortemente di non usare Facebook con un vero nome, tendiamo a concordare sul fatto che sia una buona idea. I dati meno reali che dai a Facebook su te stesso; più è difficile per il gigante dei social media fare soldi da te.

Inoltre, è risaputo che molti gruppi a rischio, compresi i bambini, possono trarre enormi vantaggi dall'uso di pseudonimi noti solo a loro e ai loro amici e familiari. Fortunatamente, poiché Facebook utilizza principalmente un algoritmo per cercare nomi falsi, è possibile utilizzare correttamente un nome falso su Facebook senza essere scoperti.

Anche se, naturalmente, se vieni scoperto (o qualcuno ti fa entrare per aver usato un nome falso; sì, devi scegliere attentamente i tuoi amici), potresti eventualmente essere costretto a tornare al tuo vero nome di nascita. Chiunque desideri utilizzare un nome falso su Facebook dovrebbe seguire queste semplici regole:

  1. Scegli un nome che sembra essere reale. Nomi sciocchi o soprannomi che non sono considerati "reali" verranno contrassegnati molto più rapidamente di un semplice nome come Sam Smith.

  2. Non usare nomi famosi. Mentre potrebbe essere divertente farti un Kardashian; probabilmente ti farà scoprire molto più rapidamente.

  3. Stai lontano dai personaggi immaginari di libri e film; anche se sono nomi "normali". Tyler Durden potrebbe sembrare un bel nome, ma non stai rendendo abbastanza difficile nasconderti dalla polizia dei nomi di Facebook!

  4. Blocca le tue impostazioni sulla privacy. Se stai usando un nome che è difficile per l'algoritmo automatizzato di Facebook rilevare è falso; il tuo unico modo di essere catturato è da un altro utente che ti segnala. Per questo motivo, è un'ottima idea nascondere il tuo profilo a tutti tranne agli amici intimi.

Credito immagine titolo: PK Studio / Shutterstock.com

Crediti immagine: Gorodenkoff / Shutterstock.com, Casimiro PT / Shutterstock.com, Bakhtiar Zein / Shutterstock.com,

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me