Guccifer 2.0 DNC Hack accusa la corruzione Pro-Clinton

Un dump di dati di un hacker chiamato Guccifer 2.0 ha suscitato grande scalpore su Twitter nelle ultime 48 ore. Il dump dei dati, che è stato rilasciato sabato tramite un sito WordPress, è il secondo del suo genere dall'hacker che ha preso il nome appropriato che si è assunto la responsabilità del recente hack del Comitato nazionale democratico (DNC).


I dump di dati (il secondo dei quali viene chiamato # Guccifer3 da Tweepers), sono venerati da persone ovunque per aver mostrato di rivelare enormi quantità di corruzione all'interno della corsa presidenziale finora. In particolare per quanto riguarda il sostegno interno da parte del DNC - che si ritiene che ciò equivale a un brogli elettorale per il candidato alla presidenza Hillary Clinton.

I memo interni rubati al DNC da Guccifer 2.0 dimostrano che Clinton era già stato indicato come candidato democratico nel maggio 2015. Rivelando che l'enorme supporto di cui aveva goduto il compagno democratico Bernie Sanders durante le primarie era sempre destinato al fallimento. La notizia fa infuriare enormemente i sostenitori di Sanders, che ora sentono di essere stati sottoposti a un processo elettorale piegato.

Durante la corsa alle primarie, l'idea è stata suggerita (dai sostenitori di Sanders) che la copertura di Clinton da parte dei Mainstream Media probabilmente ha aiutato a ribaltare la corsa democratica a modo suo. Tuttavia, tra i nuovi documenti pubblicati, ci sono prove di fumo di pistola della collusione diretta tra i media principali e il DNC per aiutare a incoronare Clinton come candidato democratico durante il processo elettorale.

Una lettera di maggio 2015 con il tema "Candidati presidenziali GOP 2016", spiega i dettagli di "una strategia suggerita per il posizionamento e la messaggistica pubblica nel settore presidenziale repubblicano del 2016". Parte di tale piano è stipulata come segue;

"I nostri obiettivi nei prossimi mesi saranno inquadrare il campo repubblicano e l'eventuale candidato e fornire un contrasto tra il campo GOP e l'HRC."

Sembra evidente che HRC (Hillary Clinton) venisse curato per la candidatura democratica. Più avanti nella lettera, l'HRC viene nuovamente menzionato direttamente in un modo che suggerisce un'enfasi concordata dal DNC verso Clinton che sta vincendo la vittoria democratica:

"Usa colpi specifici per confondere le acque intorno agli attacchi di etica, trasparenza e finanziamento delle campagne contro l'HRC."

# Guccifer3 DNC clinton

Rapporti "light-touch" dei media sulla perdita di Guccifer 2.0

Anche alla luce di questi dannosi dump di dati DNC, i media mainstream si sono concentrati principalmente sulle porzioni che dimostrano la strategia pianificata del DNC per danneggiare i candidati repubblicani, incluso il carattere jolly del GOP inaspettatamente forte Donald Trump.

Un'altra sezione, intitolata "Diffusione del reporter" mostra una volontà innegabile di influenzare in modo specifico i media in modo ingiusto:

"Lavorando attraverso il DNC e altri, dovremmo usare briefing di base, prepararci con i giornalisti per le interviste con i candidati GOP, conversazioni discografiche e presentazioni opposte per aiutare a presentare storie senza impronte digitali e utilizzare i giornalisti per guidare un messaggio."

"Sia il DNC che i gruppi esterni stanno cercando di fare eventi e premere sugli eventi repubblicani circostanti per inserire i nostri messaggi nella loro stampa e per costringerli a rispondere a domande su questioni chiave."

Anche se questo potrebbe non sembrare eccessivamente dannoso per alcune persone, ed è certamente una pratica normale in politica in questi giorni per i partiti attaccare la loro concorrenza, la lettera mostra certamente una volontà del DNC di influenzare direttamente i media.

Questa strategia sembra aver funzionato fortemente a favore di Hillary Clinton - secondo decisiondata.org - le cui scoperte dimostrano che c'era un blackout "scioccante" da parte dei media sul gran numero di sostenitori che si stavano presentando alle manifestazioni di Sanders (migliaia e spesso molto di più che HRC stava ottenendo).

In modo divertente, nonostante il dump dei dati (la cui autenticità non è stata negata dal DNC), il DNC si attiene alle sue affermazioni secondo cui l'hacking è stato perpetrato da sofisticati agenti russi (forse governativi o FSB). Questa convinzione è ora aperta alla discussione considerando l'affermazione di Guccifer 2.0 di aver agito da solo:

"La società di cibersicurezza nota in tutto il mondo, CrowdStrike, ha annunciato che i server del Comitato nazionale democratico (DNC) sono stati hackerati da" sofisticati "gruppi di hacker. Sono molto contento che la società abbia apprezzato così tanto le mie capacità))) Ma in realtà è stato facile, molto facile. '

Da parte loro nella storia, il governo russo ha negato il coinvolgimento nell'hacking. Che si tratti di un hacker solitario (come affermato) o meno, la possibilità che sia un hacker russo rimane, ovviamente, un'opzione ragionevole - e certamente ci sono molte prove circostanziali che suggeriscono che fosse un oratore russo - probabilmente usando un tastiera russa.

Sembra anche ovvio che chiunque sia l'hacker; probabilmente faranno del loro meglio per distogliere lo sguardo dalla natura reale della loro identità al fine di evitare di essere catturati come l'omonimo originale di Guccifer.

Per coloro che non sono a conoscenza, questo ultimo informatore prende il nome dall'hacker originale di Guccifer: il cyber hacktivista rumeno che è salito all'infamia per una serie di hack nel 2013 che ha coinvolto un certo numero di funzionari del governo degli Stati Uniti. Comprese le e-mail tra Sidney Blumenthal e Hillary Clinton inviate illegalmente su una "e-mail personale non protetta" che menziona l'attacco terroristico di Bengasi del 2012 in Libia (tra le altre cose).

Guccifer è attualmente in attesa di essere condannato alla prigione di Alexandria in Virginia, dopo essere stato estradato dalla Romania negli Stati Uniti per essere accusato di aver violato i funzionari del governo. Guccifer, il cui vero nome è Marcel Lazăr Lehel, si è dichiarato colpevole delle accuse mosse contro di lui. Secondo una dichiarazione del Dipartimento di giustizia:

"In una dichiarazione di fatto depositata con il suo patteggiamento, [Lehel] ha ammesso che da almeno ottobre 2012 a gennaio 2014, ha intenzionalmente ottenuto un accesso non autorizzato a e-mail personali e account di social media appartenenti a circa 100 americani, e lo ha fatto illegalmente ottenere le informazioni personali delle vittime e la corrispondenza e-mail. Le sue vittime includevano un parente stretto di due ex presidenti degli Stati Uniti, un ex membro del Gabinetto degli Stati Uniti, un ex membro del Capo di stato maggiore degli Stati Uniti e un ex consigliere presidenziale, ha ammesso. [Lehel] ha ammesso che in molti casi, ha pubblicamente [sic] rilasciato la corrispondenza e-mail privata delle sue vittime, informazioni mediche e finanziarie e fotografie personali ".

Per quanto riguarda Guccifer 2.0, sembrerebbe che queste prime due dannose cadute di dati (che includono decine di presunti rapporti finanziari DNC contenenti i dettagli di enormi donazioni e dei loro donatori) siano solo l'inizio. Sulle pagine di WordPress, l'hacker ha promesso di rilasciare migliaia di documenti ed e-mail extra che (sostiene) sono già stati inoltrati a Wikileaks (che si ritiene li pubblicherà a tempo debito).

Uno sviluppo interessante, quindi, è il fatto che Wikileaks abbia appena rilasciato un curioso torrent chiamato "Wikileaks Insurance". Al momento, il contenuto di questi file è sconosciuto perché la chiave di crittografia non è stata ancora rilasciata. Wikileaks ha affermato che il torrent fungerà da "interruttore morto" in caso di problemi con la realizzazione di una versione futura (che l'organizzazione degli informatori intende fare presto).

Resta da vedere se qualcuno di questi avrà un effetto sulla corsa presidenziale. Se la posizione viziata di Hillary Clinton finora è qualcosa da fare, tuttavia, è probabile che Clinton continui a non essere sfasato da queste ultime rivelazioni. Intoccabile è certamente una parola che mi viene in mente.

Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me