Il Brasile impiega la tecnologia di riconoscimento facciale per affrontare i punti critici della criminalità

Il governo brasiliano ha annunciato l'intenzione di installare telecamere di riconoscimento facciale di fabbricazione cinese a fini di prevenzione della criminalità.

Se approvato, il disegno di legge consentirà l'installazione di telecamere in molti spazi pubblici, tra cui stazioni ferroviarie e metropolitane, aeroporti, aree pedonali e soprattutto nei quartieri che soffrono di alti livelli di traffico di droga e criminalità organizzata.

Il governo brasiliano spera di approvare il disegno di legge a febbraio e iniziare a installare le telecamere a Rio de Janeiro subito dopo. Si dice che le telecamere aiuteranno la polizia nella prevenzione della criminalità, consentendo loro di individuare rapidamente sospetti e persone di interesse. Tuttavia, considerato lo stato politico attuale del Brasile, le telecamere possono essere considerate uno sviluppo preoccupante.

Telecamera a circuito chiuso

Preoccupazioni relative alla privacy

La tecnologia in questione è già utilizzata in tutta la Cina, dove il Partito Comunista al potere ha già circa 170 milioni di telecamere già installate, con oltre 400 milioni in più da aggiungere presto. La polizia cinese li sta già utilizzando per associare i volti alle informazioni archiviate nei database del governo.

Per i cittadini cinesi, che ora sono anche soggetti a un sistema di crediti sociali, l'invasione della privacy è completa. La tecnologia consente alle forze dell'ordine e alle autorità governative di tenere costantemente sotto controllo le persone mentre si spostano negli spazi pubblici, controllando il loro genere, l'età, la macchina che guidano e altri dati come l'occupazione e i registri fiscali.

Gli esperti della privacy ritengono che il nuovo governo di estrema destra del Brasile approverà un disegno di legge che consente di portare la stessa tecnologia invasiva nelle strade del Brasile. Ciò che persino le autorità brasiliane potrebbero non rendersi conto è che le sofisticate telecamere cinesi potrebbero anche inviare i dati al governo cinese.

Riconoscimento facciale brasiliano

Un incubo di sorveglianza

Negli Stati Uniti, due dei principali produttori cinesi di telecamere di sicurezza (Hikvision e Dahua) sono già stati banditi dall'amministrazione Trump. Ciò ha fatto seguito alle rivelazioni secondo cui le telecamere avevano delle backdoor installate che consentivano agli hacker del governo di inviare immagini al governo cinese.

In Australia, le stesse telecamere sono state recentemente strappate da una delicata base militare australiana, dall'entrata principale degli uffici governativi, dai dipartimenti federali, da un edificio dell'agenzia di intelligence australiana e dalla base dell'aeronautica reale australiana di Edimburgo. Con le prove che circolano sul fatto che i produttori di fotocamere cinesi collaborano con il governo per eseguire una sorveglianza segreta - le campane di allarme suonano anche in Nuova Zelanda.

È già noto che le telecamere sono abbastanza sofisticate per eseguire lo spionaggio politico. Nel 2017, hanno rintracciato un giornalista della BBC in una metropolitana di Pechino appena 7 minuti dopo che le autorità avevano inserito la sua foto nel database del sistema. In tali circostanze, è facile vedere come le telecamere con capacità di riconoscimento facciale possano rappresentare un grave rischio per la sicurezza nazionale.

Inoltre, i dati di riconoscimento facciale sono estremamente preziosi - non solo perché possono essere utilizzati per sviluppare ulteriormente algoritmi AI - ma anche perché possono essere combinati con dati provenienti da fonti secondarie per fornire agli hacker o al governo cinese set di dati altamente invasivi sul brasiliano cittadini.

Conseguenze inevitabili

Secondo Renato Opice Blum, coordinatore del programma di diritto digitale presso l'Istituto di ricerca e istruzione (INSPER) di San Paolo, le telecamere sono inevitabili, ma spera che la legislazione sulla privacy entrerà in vigore nel 2020 (Data Protection Act, che è stato approvato sotto il governo precedente) aiuterà a proteggere i cittadini brasiliani: “Vedo questo percorso irreversibile. Per questo motivo, sarà necessario monitorare la società e aggiornare la legislazione per evitare abusi nell'uso di questi strumenti ".

Il Brasile con la sua nuova amministrazione di estrema destra probabilmente ha abbastanza di cui preoccuparsi a casa senza la Cina in agguato sullo sfondo. L'estrema destra ha una storia di sorveglianza e un talento per modificare le leggi in base alle proprie esigenze. Indipendentemente dal modo in cui lo guardi, è probabile che le telecamere con capacità di riconoscimento facciale causino una massiccia invasione della privacy per i brasiliani in un momento in cui il panorama politico del Brasile sembra già desolato

aumentare la sorveglianza del governo ti rende cauto sulla tua privacy, puoi rimanere privato online usando a. Controlla la nostra migliore pagina VPN senza registri per ulteriori informazioni.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me