L’oltraggio di John Oliver per la neutralità della rete scatena l’interruzione di FCC

Una cosa è certa, il comico John Oliver è appassionato di neutralità della rete. Invitare i suoi telespettatori a bombardare il sito web della Federal Communications Commission (FCC) con commenti ha provocato uno tsunami di denunce, che ha provocato il crash del sito. Questa, a quanto pare, non è la prima volta che un appello appassionato di Oliver al suo pubblico ha causato un'interruzione alla FCC.

Nel 2014, la FCC controllata dai democratici si è fatta beffe di domande e teorizzato sui provider di servizi Internet (ISP) addebitando cose come un servizio più veloce. L'appassionato appello di John Oliver al suo pubblico per essere coinvolto ha causato il crash del sito FCC. Da allora, la FCC ha aggiornato il sito, ma non abbastanza bene per far fronte all'ultimo diluvio.

L'host della rete HBO non è avveduto su chi sia l'oggetto del suo fervore FCC. All'epoca, si riferiva al presidente della FCC, il democratico Tom Wheeler, come un "dingo" per aver persino pensato di conferire agli ISP tale potere sui prezzi. Forse in parte a causa delle ingiurie di Oliver sull'argomento, Wheeler alla fine emanò regole che vietavano le corsie veloci a pagamento.

Per quanto riguarda ciò che John Oliver pensa dell'attuale FCC e del suo presidente repubblicano, Ajit Pai, basta guardare l'URL a cui sta indirizzando i suoi discepoli per protestare contro le modifiche proposte alle regole: gofccyourself.com. Il precedente dibattito sulla neutralità della rete ha attirato quattro milioni di commenti, ma c'è ancora molto tempo per battere quel record. Già 80.000 commenti sono stati ricevuti in un paio di giorni.

Net Neutrality II: Last Week Tonight con John Oliver (HBO)

Net Neutrality II: Last Week Tonight con John Oliver (HBO) Net Neutrality II: Last Week Tonight con John Oliver (HBO)

Nota

Questo video potrebbe non essere disponibile nella tua regione. La connessione a un server americano con una VPN che supporta lo sblocco di YouTube ti consentirà di accedere ai contenuti senza problemi.

La retorica è stata sollevata perché anche l'ante è stata sollevata. Ora, il dibattito è sull'esistenza o meno di regole di neutralità della rete. Per lo meno, le regole che riclassificano le società a banda larga come servizi di pubblica utilità ai sensi del titolo II saranno sicuramente invertite. Da parte sua nella saga, Pai ha alimentato passioni con un oratorio oltraggioso.

Non trita parole quando dice che la neutralità della rete regola "i giorni sono numerati," e che intende portare a "cacciatore di erbacce" ai vari regolamenti FCC - lingua utilizzata da Oliver "piuttosto inquietante," come il "discorso serial killer". Certamente non è una lingua che si addice a un presidente di un'agenzia governativa. Inoltre, Oliver ha aggiunto:

"Quando il Codice dei regolamenti federali guarda fuori dalla finestra di notte, c'è solo Ajit Pai, in piedi in silenzio tenendo il suo cacciatore di erbacce in attesa della sua possibilità."

Oliver ha citato il fatto che Pai era un avvocato aziendale di Verizon e che la sua interpretazione delle regole di Wheeler come soffocante investimento in infrastrutture non era vera:

"Ciò che sta essenzialmente suggerendo è che non appena è arrivato il titolo II, le aziende hanno detto: "f, k, investire in infrastrutture è fin troppo difficile ora, non lo stiamo più facendo. In effetti, estraete un po 'del cavo da terra, torniamo al telegrafo."

Per sostenere il suo caso, Oliver ha accennato a un evento passato in cui Verizon, AT&T e T-Mobile hanno impedito l'installazione di Google Wallet sui loro telefoni perché era in concorrenza diretta con il proprio sistema di app di pagamento, Isis.

Il problema che devono affrontare gli aderenti a una rete veramente gratuita è che le loro voci sono troppo poche e il loro oltraggio non sembra riflettersi nelle urne quando i giorni delle elezioni scorrono. Sfortunatamente, il pubblico delle prese TV via cavo è relativamente piccolo e molto liberale, quindi non riflette l'ampio consenso popolare. Se lo facesse, allora non saremmo in questa situazione adesso.

Le ragioni di ciò sono troppe da affrontare in questo articolo. Basti dire che la questione della neutralità della rete dovrebbe essere bilaterale. Dopotutto, che tu sia un democratico o un repubblicano, un liberale o un conservatore, hai un interesse acquisito in una rete veloce, gratuita e innovativa.

Ora che sei stato avvisato e, si spera, è sufficientemente irritato, cosa puoi fare per salvare la neutralità della rete? I cittadini statunitensi dovrebbero scrivere ai loro rappresentanti eletti al Congresso. Puoi fare le loro informazioni di contatto su Google o utilizzare lo strumento della Electronic Frontier Foundation per farlo. I cittadini statunitensi possono anche rendere nota la loro opinione lasciando un commento sul sito Web della FCC:

  1. Visitare la pagina Web della proposta ironicamente denominata Restoring Internet Freedom sul sito Web FCC.
  2. Facendo clic su + Nuovo deposito o + Express. A meno che non si desideri aggiungere un allegato come un'immagine o un documento, selezionare + Express.
  3. Compilando il modulo. Se "Proceedings" non è compilato automaticamente per te, inserisci "17-108".
Credito immagine: LastWeekTonight / YouTube.
Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me