La Russia vieta Telegram Messenger

Un tribunale russo ha vietato la popolare app di messaggistica Telegram, dopo aver affermato che è ampiamente utilizzato dai terroristi. La mossa segue le richieste del Servizio di sicurezza federale (FSB) secondo cui Telegram consegna le chiavi di crittografia al successore segreto del KGB.

Il fondatore e CEO di Telegram, Pavel Durov, è un esilio russo che è fuggito dal paese nel 2014 dopo che la sua società di social network, VKontakte (VK), ha rifiutato pubblicamente di consegnare i dati dei manifestanti ucraini alle agenzie di sicurezza russe e ha rifiutato di bloccare l'attivista dell'opposizione La pagina di Alexei Navalny su VK.

Forse non sorprende che la risposta di Durov alle richieste dell'FSB sia stata ribelle:

"In Telegram, abbiamo il lusso di non preoccuparci dei flussi di entrate o delle vendite di annunci. La privacy non è in vendita e i diritti umani non devono essere compromessi per paura o avidità."

Che cos'è Telegram?

Telegram è un'app di messaggistica utilizzata da circa 200 milioni di persone in tutto il mondo, con 9,5 milioni di utenti in Russia. Gran parte della sua popolarità si basa sulla percezione popolare che sia altamente sicura e privata, una percezione che si basa sulla notorietà di Telegram come strumento ampiamente utilizzato da ISIL.

Come discuterò di seguito, questa reputazione per la privacy e la sicurezza è in gran parte immeritata. Telegram non è molto apprezzato dai crittografi e dagli esperti di privacy.

Il divieto

Venerdì 19 aprile un tribunale di Mosca ha autorizzato Roskomnadzor, il cane da guardia russo per le comunicazioni e la tecnologia, a bloccare l'accesso alla rete Telegram. Gli avvocati di Telegram non hanno partecipato alle udienze di 18 minuti per protesta.

La sentenza segue il crollo di una causa del mese scorso da parte di Telegram contro le richieste dell'FSB per le sue chiavi di crittografia. Telegram ha ripetutamente insistito sul fatto che non è in grado di soddisfare questa richiesta in quanto tali chiavi non esistono. Afferma che vengono negoziate nuove chiavi per ciascun utente per ogni sessione e che non esiste alcuna chiave master che potrebbe essere consegnata anche se volesse.

Telegram non è così sicuro!

In questo, Telegram non è del tutto onesto. In effetti, vengono create nuove chiavi uniche quando si utilizza l'opzione di chat segreta di Telegram. Questo utilizza la crittografia end-to-end (e2e) per consentire conversazioni private e sicure.

Significa che tutti i messaggi sono crittografati sul dispositivo del mittente quando abilita la chat segreta. I messaggi possono essere decodificati e letti solo sul dispositivo del destinatario previsto.

Sfortunatamente, la chat segreta non è abilitata per impostazione predefinita. Ciò significa che Telegram può accedere alle conversazioni più regolari utilizzando le chiavi di crittografia mater!

L'uso di Telegram del proprio protocollo di crittografia MTProto non standard è stato anche fortemente criticato dal ricercatore di crittografia e il suo uso di BLOB binari a codice chiuso nel suo codice altrimenti open source ha suscitato critiche.

O per dirla in altro modo, se la privacy e la sicurezza sono i motivi principali per l'utilizzo di Telegram, abbandonalo e usa invece Signal!

Superare il divieto

Durov ha dichiarato che Telegram utilizza "sistemi integrati "che aiuteranno a superare il divieto. Con questo, quasi sicuramente intende utilizzare le reti cloud Amazon Web Services (AWS) e Google Compute Engine (GCE).

Ma ha anche detto che l'uso di una VPN è l'unico modo per garantire il pieno accesso a Telegram. E sembra che i russi lo stiano prendendo in parola. Dopo il divieto, il traffico verso la nostra pagina delle 5 migliori VPN russe è aumentato di quasi l'800%!

Perché l'utilizzo di una VPN supera il divieto

Una VPN ti consente di superare il divieto perché nasconde il fatto che ti stai collegando alla rete Telegram dal tuo Internet e / o dal tuo gestore di telefonia mobile (e quindi da Roskomnadzor).

Non possono vedere i tuoi dati perché sono crittografati in modo sicuro dalla VPN e non possono vedere che ti stai collegando alla rete di Telegram perché tutte le connessioni sono instradate attraverso un server VPN che nasconde ciò che ti viene in mente su Internet.

In effetti, il fatto che la Russia possa fare ben poco per impedire agli utenti di Telegram di utilizzare le VPN per accedere al servizio è stato tacitamente riconosciuto dal viceministro delle comunicazioni, Alexei Volin:

"Molti utenti di Telegram hanno già adottato diversi messenger e coloro che desiderano rimanere con questo prodotto conoscono molti modi per aggirare il divieto e continuare a utilizzare i servizi a cui sono abituati".

Per ulteriori informazioni su come funziona una VPN per favore e può eludere il divieto di Telegram in Russia, controlla VPN per principianti: cosa devi sapere.

Anche il Cremlino sta usando le VPN per battere il proprio divieto di telegrammi!

In quello che può essere descritto solo come una svolta di eventi kafkiana, sembra che il Cremlino stesso stia usando le VPN per accedere a Telegram! Questo perché il governo russo si affida a Telegram per comunicare con la stampa e organizzare incontri con il portavoce del presidente Putin. Tutto ciò rende il divieto piuttosto imbarazzante!

Secondo Reuters, ha chiesto a una persona del governo russo "che ha chiesto di non essere identificato a causa della delicatezza del problema" su come avrebbe funzionato senza l'accesso a Telegram. La risposta è stata uno screenshot del suo telefono cellulare con un'app VPN aperta.

Conclusione

Il divieto russo di Telegram è importante perché mostra un crescente desiderio da parte del governo russo di sorvegliare Internet e spiare o censurare ciò che le persone si mettono online. A breve termine, tuttavia, è poco più che un gesto, poiché semplicemente l'utilizzo di una VPN consente ai russi di continuare ad accedere a Telegram senza ostacoli.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me