Neutralità netta – Come evitare di essere bloccati o strozzati

La Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti ha sfidato il parere degli esperti e i desideri della maggior parte degli americani. In una mossa che serve solo a rafforzare la stretta che i grandi provider di servizi Internet (ISP) già esercitano sull'accesso a Internet, il presidente della FCC e l'ex dipendente di Verizon, Ajit Pai, hanno inferto il colpo mortale alla neutralità della rete negli Stati Uniti.

L'ordine di ripristino di Internet Freedom conferisce i poteri di FCC per applicare la neutralità della rete alla Federal Trade Commission (FTC). Finora l'FTC ha dimostrato di essere un cane da guardia inefficace, con poco a che fare con i denti quando si tratta di inseguire gli ISP che infrangono le proposte regole di "tocco leggero, basate sul mercato".

Gli ISP amano i maiali nel fango

In effetti, anche dire "regole" spinge il punto, poiché non sembrano esserci linee dure per gli ISP da attraversare. Secondo un progetto di memorandum d'intesa (MOU) FCC-FTC, gli ISP dovranno fare promesse altamente specifiche di non impegnarsi in determinati tipi di comportamenti anticoncorrenziali o anticonsumatori.

Se infrangono queste promesse, la FTC sarà in grado di agire contro di loro sulla base dell'inganno dei consumatori. Come hanno osservato Nilay Patel di The Verge e l'ex consigliere della FCC Gigi Sohn, è improbabile che ciò accada effettivamente.

Le aziende cambiano continuamente i loro termini di servizio senza che la FCC venga coinvolta. Anche se fosse intervenuto, l'FTC può rispondere in modo reattivo solo dopo aver subito un danno. Come ha detto ad Ars Technica il commissario FCC Mignon Clyburn,

"L'accordo annunciato oggi tra FCC e FTC è un ripensamento confuso, poco brillante e reazionario: un tentativo di superare le debolezze nel progetto di proposta del Presidente che abroga le regole di neutralità della rete del FCC 2015. Due anni fa, la FCC ha firmato un accordo pro-consumatore molto più ampio con la FTC che copre già questo problema. Non c'è motivo di farlo di nuovo se non come una prodezza pubblicitaria di fumo e specchi, che distrae dalla distruzione pianificata della FCC delle protezioni della neutralità della rete entro la fine di questa settimana. "

In particolare, gli ISP non sono tenuti a promettere di non bloccare o limitare il traffico Internet o di addebitare ai siti Web e ai servizi online costi aggiuntivi per l'accesso a Internet "corsia preferenziale" (con la conseguente conseguenza che eventuali servizi che non pagano per corsia preferenziale lo faranno essere posizionato in corsia lenta).

Cosa possiamo fare?

La FCC sostenuta dai repubblicani ha mostrato un incredibile livello di interesse personale e di cupa avidità, a spese degli interessi di ogni americano (e con conseguenze allarmanti per i consumatori di tutto il mondo).

Una risposta naturale potrebbe essere quella di uscire e affogare i tuoi dolori, ma piangere nella tua birra non impedirà al tuo ISP di affondarti!

Usa una rete privata virtuale (VPN)

Una rete privata virtuale è uno strumento per la privacy e la sicurezza che impedisce al tuo ISP di vedere ciò che ottieni online. Il tuo ISP non può vedere i tuoi dati perché sono crittografati. Inoltre, non può sapere quali siti Web (ecc.) Si visitano perché tutte le attività di Internet vengono instradate attraverso il server VPN. Il tuo ISP può vedere solo che sei connesso al server VPN, non a quali siti Web o servizi visiti successivamente.

E ciò che un ISP non può vedere, non può bloccare o discriminare (anche se vedi "Pericoli" di seguito). L'uso di una VPN è un modo molto efficace per contrastare le mosse dell'ISP per porre fine alla neutralità della rete.

Consulta VPN per principianti per una spiegazione dettagliata di come funzionano le VPN e cosa possono fare per te. Consulta anche Cinque migliori servizi VPN per la nostra selezione delle migliori VPN disponibili. Tutti questi servono bene i clienti statunitensi e sono efficaci nel garantire la tua neutralità netta personale - FCC e FTC devono essere dannati!

L'uso di una VPN impedirà anche al tuo ISP di spiare la tua cronologia personale di navigazione web e venderla.

pericoli

Le VPN potrebbero essere bloccate

Una VPN impedirà a un ISP di bloccare o limitare il tuo traffico Internet - fino a quando l'ISP non bloccherà o limiterà tutto il traffico VPN stesso. Sebbene una tale mossa possa sembrare un gioco da ragazzi da parte dell'ISP, in realtà è improbabile che accada.

Un gran numero di aziende si affida alla tecnologia VPN per proteggere le comunicazioni tra gli uffici e consentire ai lavoratori remoti di accedere alle risorse LAN aziendali. Se gli ISP iniziassero a bloccare o limitare tutto il traffico VPN, ne conseguirebbe il caos e gli interessi dell'azienda verrebbero danneggiati.

Quindi non accadrà. Anche nell'improbabile eventualità che ciò avvenga, sono stati sviluppati numerosi modi per bypassare i blocchi VPN.

whitelisting

Un pericolo maggiore è che, piuttosto che inserire nella lista nera le VPN, gli ISP inizieranno a inserire nella lista bianca i servizi selezionati. I clienti saranno presi di mira per speciali pacchetti Internet "via cavo" che forniscono accesso solo a servizi e siti Web selezionati (o che forniscono solo un accesso rapido a tali).

Qualsiasi servizio che non fa parte del pacchetto verrebbe bloccato o limitato (rallentato). Ciò include VPN, la rete Tor e proxy.

Allo stato attuale, questa minaccia è puramente teorica, il che è altrettanto buono, dal momento che si può fare ben poco al riguardo.

Sfortunatamente, sembra che gli ISP siano entusiasti di intraprendere questa strada in futuro. La cosa migliore che puoi fare come consumatore per evitare che sia rifiutare di pagare per qualsiasi pacchetto che non ti dia accesso illimitato e ad alta velocità a Internet.

Conclusione

Come consumatore hai potere, quindi usalo. Nel frattempo, usa una VPN.

Credito d'immagine: di schistra / Shutterstock.com
Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me