NordVPN risponde alle critiche

NordVPN.com è un noto provider VPN noto per la sua dedizione alla protezione della privacy degli utenti. Questa reputazione è fortemente rafforzata dal fatto che NordVPN ha sede a Panama.

C'è stata una tempesta in corso su Internet, tuttavia, su chi sia NordVPN e su dove si basi. Sono emerse prove che dimostrano un forte legame tra NordVPN e il provider di infrastrutture di rete lituano Tesonet.

Che questa prova sia stata presentata per la prima volta da un certo rasengan è servito solo ad alimentare l'acrimonia poiché rasengan è una maniglia utilizzata dal Dr. Andrew Lee, co-fondatore e CEO del servizio VPN rivale Private Internet Access.

Un brutto caso giudiziario

Secondo i documenti giudiziari utilizzati in una causa in corso tra il provider VPN Hola e Tesonet:

"Tra novembre 2015 e giugno 2018, Hola ha avuto una relazione commerciale con Tesonet relativa a HolaVPN e al servizio VPN di Tesonet chiamato NordVPN."

Il che è sfortunato, poiché uno dei tanti progetti in cui è coinvolto Tesonet è il data mining:

“Tesonet offre prodotti e servizi di estrazione di dati web su larga scala con il marchio OxyLabs. https://oxylabs.io/ (Allegato E). ”

Oxylabs 1

È un caso che non dà credito a nessuna delle parti coinvolte. Hola ha citato in giudizio Tesonet per aver rubato le sue tecnologie di acquisizione dati durante la loro partnership commerciale e ha incorporato queste tecnologie nei propri prodotti.

“9. I brevetti asseriti sono diretti verso metodi per il recupero di contenuti tramite
Internet attraverso l'uso di dispositivi di tunneling intermedi.

  1. Luminati, precedentemente noto come Hola, offre un servizio cloud che collega decine di
    milioni di dispositivi su Internet attraverso una rete basata su proxy. Ogni dispositivo partecipante
    consente alla rete di utilizzare una piccola parte del tempo di inattività del dispositivo per la rete. Luminati
    utilizza questa rete per fornire servizi basati su proxy alle imprese ".

Quindi Hola (il plaintivo) stesso ammette di vendere dati raccolti dai suoi clienti VPN (proxy). Bello. In passato, Hola è stata accusata di aver rubato la larghezza di banda dei clienti e altre pratiche dubbie.

La risposta di NordVPN

NordVPN ha pubblicato una dichiarazione ufficiale sulla questione in cui nega fermamente qualsiasi illecito da parte sua, ribadendo l'impegno della società a non tenere alcun registro. Ha inoltre annunciato che avrebbe commissionato un audit indipendente per verificare le sue affermazioni.

Va detto, tuttavia, che questa affermazione ci ha lasciato con tante domande quante risposte. ProPrivacy.com ha quindi contattato NordVPN per ulteriori chiarimenti.

NordVPN ci ha detto che ha stretti legami con Tesonet, ma che è un'entità indipendente di proprietà della società panamense Tefincom S.A. Il suo marchio è anche detenuto da Tefincom. NordVPN non è mai stato legalmente di proprietà di Tesonet e non ha alcun collegamento con altri progetti in cui Tesonet potrebbe o non potrebbe essere coinvolto.

NordVPN ci ha spiegato che Tesonet semplicemente lo aiuta con vari servizi di infrastruttura su base strettamente contrattuale ed è coinvolto nella riscossione dei pagamenti in alcuni casi. La loro collaborazione non dà a Tesonet alcun controllo sulle politiche di NordVPN o sul modo in cui interagisce con i suoi clienti.

Fondamentalmente, questo significa che NordVPN non ha alcun legame con Hola e non è in alcun modo coinvolto nella causa Luminati contro Tesonet. NordVPN afferma che essere nominato "VPN di Tesonet" nei documenti giudiziari è un errore di fatto errato, un fatto che verrà chiarito quando il caso verrà portato in tribunale.

Opinione di esperti di ProPrivacy.com

UAB Tesonet è una grande azienda con le dita in molte torte. Vorremmo ulteriore chiarezza sull'esatto rapporto di NordVPN con Tesonet, ma ci sembra del tutto plausibile che NordVPN non sia coinvolto negli altri interessi commerciali di Tesonet e che Tesonet non abbia alcuna influenza sulle operazioni interne di NordVPN.

L'attuale serie di accuse e fanghiglia (iniziata, si dovrebbe ricordare, da una società rivale) si basa puramente su prove circostanziali. Indipendentemente dalla relazione di NordVPN con Tesonet, non esistono prove del fatto che si tratti di qualcosa di diverso dal provider VPN incentrato sulla privacy che afferma di essere.

Accogliamo con favore l'annuncio di NordVPN che:

"Stiamo assumendo una delle più grandi società di servizi professionali al mondo per eseguire un audit indipendente e verificare il nostro reclamo" no log ". Il controllo dovrebbe essere completato entro 2 mesi e verificherà in modo indipendente che le accuse siano false. "

È essenziale che i parametri di questo audit siano corretti e deve essere eseguito in totale trasparenza. Ma supponendo che sia così e che NordVPN sia giustificato dai suoi risultati, un audit indipendente è il modo migliore per porre fine alla questione.

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me