Verifica dell’età nel Regno Unito per contenuti per adulti dal 2018

Il governo del Regno Unito prevede di limitare l'accesso ai contenuti pornografici tramite verifiche di età non appena il 2018. La nuova legislazione costringerà i proprietari e gli amministratori dei siti Web pornografici a controllare l'età dei loro utenti prima di consentire loro di accedere ai contenuti di intrattenimento per adulti. Gli utenti devono avere almeno 18 anni per visualizzare contenuti pornografici. Certo, all'inizio potrebbe non sembrare irragionevole.


Attualmente molti siti Web pornografici includono caselle di controllo che richiedono agli utenti di riconoscere di avere almeno 18 anni. L'ovvio problema è che i minori possono semplicemente mentire. Al momento non esiste un modo per sorvegliare gli utenti minorenni o impedire loro di visualizzare il contenuto senza software di controllo parentale. I nuovi piani del governo costringeranno gli utenti a inserire i dati della carta di credito per convalidare la loro età. Se un sito Web non è conforme al Digital Economy Act, i provider di servizi Internet (ISP) potrebbero filtrarlo per renderlo inaccessibile. Tuttavia, chiunque sarebbe comunque in grado di accedere al porno senza un "pass porno".

I contenuti e la pubblicità pornografici sono onnipresenti su Internet. Tanto che la maggior parte dei bambini del Regno Unito sono stati esposti al porno all'età di 16 anni. Tale esposizione non è necessariamente intenzionale. Uno studio condotto dalla Middlesex University e dall'NSPCC ha scoperto che molti giovani si sono imbattuti casualmente nella pornografia, anziché cercarla esplicitamente su Google. I bambini piccoli che accedono ai contenuti per adulti sono chiaramente un problema. Tuttavia, vi è dissenso tra gli adulti sul fatto che i controlli di identità governativi siano o meno la soluzione migliore.

Perché le verifiche relative all'età corrodono la privacy e la libertà

In superficie, limitare l'accesso ai contenuti per adulti attraverso un processo di registrazione / identificazione può sembrare una buona idea. Dopotutto, la maggior parte dei genitori concorderebbe sul fatto che impedire ai minori di accedere ai contenuti per adulti è un obiettivo meritevole. Tuttavia, alcuni vedono la questione come una tattica per tirare le corde del cuore dei cittadini e manipolarle per rinunciare alle loro libertà.

Ciò che può sembrare un atto innocuo per il bene dei nostri figli potrebbe facilmente portare alla decadenza di ulteriori libertà su Internet. Molti ipotizzano che il governo stia usando questo problema per abituare le persone all'idea di una legislazione Internet più rigorosa. La legislazione sulla verifica obbligatoria per altri settori potrebbe essere plausibilmente seguita. Questo potrebbe benissimo essere il primo passo del governo in un piano per modificare drasticamente le libertà di Internet.

Inoltre, molti sono spaventati dal fatto che dovranno inserire i numeri delle carte di credito nei siti di contenuti per adulti. Tali siti non hanno sempre una sicurezza rigorosa. Non solo c'è il rischio di furto di identità quando si inseriscono i dati della carta di credito, ma c'è anche una perdita di anonimato. Le verifiche sull'età potrebbero finire in futuro sugli estratti conto delle carte di credito?

Mentre impedire ai bambini di visualizzare contenuti per adulti può sembrare ammirevole, è anche una pendenza scivolosa. Se dai al governo un centimetro, ci vorrà un miglio. Ecco perché molti cittadini del Regno Unito si oppongono all'idea dei controlli di verifica dell'età.

Area grigia e chiamate di giudizio

C'è anche il problema di definire la pornografia. Non è semplice come definirlo come chiunque sia nudo davanti a una telecamera. Se ciò fosse vero, molti dei nostri drammi moderni preferiti costituirebbero pornografia. Game of Thrones, per esempio. Il problema è che la definizione di pornografia è estremamente sfumata. Ad esempio, che dire di una modella o di una foto di qualcuno in costume da bagno?

I governi hanno sempre avuto difficoltà a definire esattamente cosa si intende con il termine "pornografia". Lasciano molte decisioni e classificazioni alle sentenze e alle interpretazioni soggettive. Ad esempio, in un caso giudiziario americano del 1964, Jacobellis v. Ohio, il giudice Stewart è stato citato come famoso per quanto riguarda la pornografia:

“Oggi non cercherò ulteriormente di definire i tipi di materiale che intendo includere nella descrizione abbreviata [pornografia hard-core]; e forse non potrei mai riuscire a farlo in modo intelligibile. Ma lo so quando lo vedo ... ”

Questi tipi di sentenze governative sono comuni nei paesi del sud-est asiatico, che sono spesso fortemente censurati. Lì, le leggi sono espressamente formulate per essere grigie e vaghe. Ciò lascia molto spazio alle autorità affinché possano manovrare quando lo ritengono opportuno.

Nel Regno Unito, a novembre 2016, il governo ha annunciato l'intenzione di censurare la pornografia "non convenzionale". La mossa ha causato un tumulto da parte di attivisti della libertà di parola e cittadini medi allo stesso modo.

Date queste sfumature, è preoccupante pensare che il governo imporrà restrizioni legate all'età, verifiche e controlli di identità tramite carte di credito su contenuti che non sono facilmente universalmente definiti.

Come impedire ai bambini di accedere ai contenuti per adulti

Shutterstock 447057628

Non sono necessarie invasioni della privacy e perdita di anonimato per impedire ai minori di accedere alla pornografia. Molti sostengono che impedire l'accesso ai contenuti per adulti spetta ai genitori e ai tutori legali, non al governo. Ci sono molti modi in cui i genitori possono proteggere i loro figli dalla pornografia.

I genitori proattivi possono sedersi con i propri figli e parlare con loro dei contenuti per adulti. Più specificamente, i genitori possono spiegare ai propri figli che la pornografia non è rappresentativa di relazioni autentiche; piuttosto, è finzione e fantasia prodotte per scopi di intrattenimento.

Inoltre, i genitori potrebbero voler spiegare che la sessualità non è nulla di cui vergognarsi - è semplicemente una parte dell'essere umano. Questo approccio aiuterà i bambini a capire perché non vuoi che guardino la pornografia. Quella conoscenza può aiutare a saziare la loro naturale curiosità. Dopotutto, il modo più semplice per incoraggiare un bambino a fare qualcosa è proibire esplicitamente a loro di farlo.

Software di controllo parentale

L'uso del software di controllo parentale come unico mezzo di protezione è più un approccio di aiuto di banda. Anche con il software di controllo parentale, le connessioni Internet sono ora così onnipresenti che un bambino potrebbe essere in grado di accedere a più reti wireless da casa tua. Poteva anche accedere ai computer da remoto, connettersi a un server di rete privata virtuale (VPN) o utilizzare altri metodi per aggirare le restrizioni. Tuttavia, il software di controllo parentale, come parte del tuo approccio, è senza dubbio uno strumento utile per proteggere i bambini online.

Non solo può aiutare a prevenire lo cyber-stalking, assicurando che i bambini non finiscano in una chat room o forum pericolosa, ma il software di controllo parentale può filtrare contenuti osceni, offensivi e pornografici. Di solito viene anche caricato con tonnellate di funzionalità utili. Questi aiutano a strutturare l'uso di un computer o dispositivo mobile. La caratteristica principale è in genere di filtrare il contenuto tramite elenchi predefiniti di siti Web discutibili e per soli adulti.

Alcuni software di controllo parentale includono anche funzionalità che possono limitare l'utilizzo a determinate ore del giorno. In questo modo, i bambini non saranno in grado di navigare in Internet sul proprio dispositivo al di fuori di orari prestabiliti. I genitori possono facilmente utilizzare questa funzione per pianificare i tempi di navigazione che possono controllare. Inoltre, alcune soluzioni di controllo parentale possono anche tenere traccia dei dati sulla posizione e sull'attività per consentire ai genitori di tenere d'occhio i loro piccoli.

Controlli alternativi

Potrebbe non essere necessario acquistare un nuovo software per implementare il controllo genitori. Sempre più fornitori di antivirus stanno raggruppando le funzionalità di controllo parentale nelle loro applicazioni antivirus. È inoltre possibile utilizzare app gratuite come AVG Family Center. Ciò impedisce ai bambini di utilizzare app non appropriate. Ad esempio, molti genitori concordano sul fatto che programmi come l'app The Chive contengano contenuti non adatti ai bambini piccoli. AVG può bloccare l'app.

I genitori interessati possono implementare software di controllo parentale per filtrare i contenuti pornografici. Possono anche dedicare del tempo a parlare con i propri figli dei contenuti per adulti online. Pertanto, i controlli di identità governativi sui siti Web sono del tutto superflui.

Pensieri finali

Indipendentemente dal fatto che tu accetti o disprezzi l'industria del trascinamento degli adulti, il governo del Regno Unito prevede di costringere gli utenti a identificarsi immettendo i dati della carta di credito prima di visualizzare contenuti pornografici, una perdita di privacy e libertà. Sebbene possa sembrare insignificante a prima vista, il pendolo potrebbe facilmente oscillare sempre più lontano da una rete libera e aperta.

Credito immagine titolo: Rawpixel.com/Shutterstock.com

Credito immagine: Tomasz Guzowski / Shutterstock.com

Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me